BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ongaro si presenta: “Bergamo città aperta, basta rottamazione”

“Bergamo città aperta” è lo slogan scelto da Luciano Ongaro per presentarsi al popolo del centrosinistra chiamato a votare il candidato sindaco di Bergamo. Una frase neorealista per una candidatura neorealista, di una sinistra “che cerca di dare rappresentanza a un pezzo di città”. Il nome dell'avvocato, ex consigliere comunale di Sinistra democratica, è stato scelto mercoledì sera dopo un lungo confronto interno a Sel.

“Bergamo città aperta” è lo slogan scelto da Luciano Ongaro per presentarsi al popolo del centrosinistra chiamato a votare il candidato sindaco di Bergamo. Una frase neorealista per una candidatura neorealista, di una sinistra “che cerca di dare rappresentanza a un pezzo di città”. Il nome dell’avvocato, ex consigliere comunale di Sinistra democratica, è stato scelto mercoledì sera dopo un lungo confronto interno a Sel. Ongaro, con lo spirito gioviale che lo contraddistingue, affronta da subito l’ostacolo pregiudiziale legato all’età: “Sono vecchio? Se Papa Francesco governa la Chiesa alla mia età, io posso governare Bergamo. Al di là delle battute penso che sia un tema serio, perché la rottamazione è il segno dei tempi. Il capitalismo globale equipara le merci alle persone e ci porta alla rovina. Purtroppo, anche nella nostra città, dobbiamo affrontare l’alienazione dei giovani e l’inutilizzazione degli anziani. La crisi economica ha acuito questi fenomeni”.

I fondamenti del programma elettorale sono chiari: “La sicurezza si ottiene costruendo ponti, non erigendo muri. Il Comune deve saper essere comunità. Bergamo città aperta, appunto: riuscire a mettere in movimento la società civile, rompendo vincoli che bloccano le energie in ogni campo, culturale ed economico. Bergamo non può chiudersi in una vecchia cultura diffidente. Lo stesso principio deve ispirare settori come l’urbanistica: riutilizzare la città che abbiamo, gli spazi e gli edifici pubblici, senza la tradizionale rincorsa e gara a chi promette più opere, più interessi, più giri d’affari. Non più consumo di suolo, ma riuso anche per attività economico-culturali per giovani, donne ed anziani”.

Sulla Mobilità e sulla questione aeroporto Ongaro non usa mezze misure: “Basta orde di automobili che invadono la città e l’aria. Dobbiamo aprire la città alle persone e chiuderla alle automobili. L’aeroporto è una risorsa, ma non può superare i limiti odierni, che anzi vanno ridotti. Non abbiamo una concezione aziendalistica e liberistica della gestione del Comune, che è il più grande bene che opera per il benessere dei cittadini”.

Gino Gelmi traccia la via verso la definizione del programma: “La città ha bisogno di grandi aspirazioni ideali, ma ha bisogno  anche di estrema concretezza . Sfideremo su questo principio i nostri avversari. Un esempio? Isee in tempo reale e non relativo all’anno prima. Spazi pubblici a disposizione dei citadini in attesa che venga decisa la loro destinazione. Cercheremo di costruire un programma che raccolga volontà di cambiamento di questa città. Le formule per uscirne non sono scontate. Sono tempi straordinari di difficoltà e la candidatura di Luciano Ongaro può dare un grande contributo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Già in tresca con il nuovo Berlusconi.

    1. Scritto da Scettico

      Be Vendola vuole confluire nel PD, è ovvio che a Bergamo reggano il moccolo al vincitore designato delle primarie Gori.
      Sono la sinistra decubertiana quella che che “ci piace partecipare”, ma vincere è un’altra cosa. E non si inizia certo da queste screditate primarie.

  2. Scritto da giovanna

    Sarà certamente una brava persona. Sarà certamente di sinistra. Ma io non ho capito perché corre alle primarie che vincerà Gori? Qualcuno me lo spiega?

    1. Scritto da Roberta

      Non vorrei deluderti , gori non vincerà’ mai come candidato sindaco. Ongaro e’ molto molto molto più’ votabile.

      1. Scritto da ru

        battuta?

    2. Scritto da Giovanni

      Dove l’hai letto ? Gori prendera’ i voti delle mammine di citta’ alta , di qualche ” pizzaiolo ” , ma non fara’ mai il sindaco a bergamo.

  3. Scritto da Aladin

    “Basta orde di automobili che invadono la città e l’aria. Dobbiamo aprire la città alle persone e chiuderla alle automobili”. Ongaro convincimi che non sono solo parole e ti voterò.

    1. Scritto da lavoratore

      Ma cavolo non c’è lavoro, be redditi, ne case se non hai più soldi, e qui si preoccupano del traffico. E per forza che poi tutti i candidati del PD abitano in città alta.
      E poi si dice che la sinistra ha perso i contatti con la realtà!

  4. Scritto da miku

    Sviluppate la rete su ferro!!!
    Piu tram per la città di bergamo!!!!

  5. Scritto da Mauro Invernizzi

    Finalmente un candidato di sinistra

    1. Scritto da Carlo

      Un candidato di sinistra che incita il popolo dall’alto della sua villa in città alta (casualità vuole che per anni sia stato dirimpettaio dei coniugi Gori-Parodi)

    2. Scritto da dark

      Fa comodo vero? Però bisogna vedere a chi.

    3. Scritto da Rossovivo

      Si lo dice uno che ha festeggiato la vittoria di Tentorio dopo essere stato consigliere della precedente maggioranza di centrosinistra (che non lo aveva ricandidato).
      Molto credibile!

  6. Scritto da Ve zo di piante!

    Si sentiva il bisogno di un po’ di sano Neorealismo: adesso mancano un candidato arcade, che proponga di riempire Citta’ Alta di pastorelli e zampogne ed uno futurista, che inauguri il museo dei pistoni roventi, e poi lo scenario neuropsichiatrico e’ finalmente completo!

  7. Scritto da bergamoalta

    Grande Ongaro ! Raccoglieremo tutti i voti per Lei .

  8. Scritto da Mah

    Gori ringrazia sentitamente

  9. Scritto da yuyu

    Cosa sta dicendo?

  10. Scritto da Daniele Lussana

    Trovo la proposta sull’Isee “in tempo reale” di Gelmi molto interessante. Spero che la prossima Giunta, chiunque sia lo schieramento e il candidato Sindaco vincitore, prenda in considerazione questa ipotesi.

  11. Scritto da Simone Paganoni

    In bocca al lupo Luciano !

    1. Scritto da yoyo

      Fa il paio con i grandi contributi per Gori (e Carnevali). Non è un messaggio così radioso per gli elettori.