BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Fallito, piglia 3 babà” Napoletani contro Cigarini dopo l’insulto a Callejon

Dopo la frase poco piacevole detta al loro beniamino durante la sfida di Coppa Italia, i tifosi napoletani attaccano il centrocampista dell'Atalanta (che a Napoli aveva giocato): "Sei un piccolo uomo e un piccolo professionista"

“Fallito, piglia i tre babà e tornatene a casa con la tua squadretta”. I tifosi napoletani attaccano Luca Cigarini (che a Napoli aveva anche giocato) dopo la frase poco piacevole che ha detto al loro beniamino José María Callejón Bueno durante la sfida del San Paolo di Coppa Italia giocata mercoledì sera (e conclusa con la vittoria per 3-1 dei partenopei).

Cigarini, entrato in campo a 5 minuti dallo scadere, poco dopo il suo ingresso ha incrociato a centrocampo l’attaccante spagnolo che stava per essere sostituto e, inquadrato dalle telecamere, gli si è avvinato in modo deciso e gli avrebbe detto: “Te la farò pagare”, almeno secondo quanto ricostruito da alcuni giornali. Una frase riconducibile al comportamento avuto dal giocatore del Napoli durante la partita di campionato dello scorso settembre, che aveva simulato un fallo subìto da Cigarini e provocato così il secondo cartellino giallo da parte dell’arbitro e la sua espulsione.

Un episodio che il centrocampista di Colantuono non aveva digerito, come confermato da quanto successo l’altra sera. Una reazione che ha mandato su tutte le furie i, già bollenti, sostenitori del Napoli, che fin dalle prime ore dopo la partita hanno invaso la bacheca della pagina Facebook di Cigarini con insulti, anche pesanti.

C’è chi pubblica una “simpatica” foto con tre babà, il dolce tipico napoletano, a significare i tre gol incassati dai nerazzurri al San Paolo. C’è chi invece lascia un messaggio:

"Hai dimostrato due volte di non essere degno del Napoli e di Napoli, prima come calciatore e poi come uomo. Non hai avuto rispetto, né per una società che ha creduto in te, né per uno stadio che evidentemente non meriti. Hai scelto di essere un piccolo uomo e un piccolo professionista nascondendoti dietro l’appartenenza di una piccola squadra e vestendoti di quell’arroganza e finta cattiveria che solo i deboli sanno sfoderare -attacca un tifoso-. Mostrarti coraggioso e impavido quando sai che non corri alcun rischio ti è servito a raccogliere la pietà e l’indifferenza di due campioni per te inarrivabili oltre che di un popolo che non meriti. Un saluto. E torna a nasconderti nella nebbia, "professore" di viltà”.

E poi quello di una mamma: “Ciao Luca, sono una tua tifosa sfegatata così come mio figlio di 9 anni, che indossa una maglietta del napoli con il tuo nome anche per andare a dormire, perchè ti apprezziamo non solo per le doti calcistiche da grande professionista, che meriterebbero senz’altro migliore fortuna, in quanto nel nostro campionato vi sono pochi centrocampisti completi come te. Siamo diventati tuoi tifosi anche perchè tengo per il Napoli, e potrai solo immaginare cosa abbiamo provato nel cuore nel vederti offendere, e cercare di farla pagare ad ogni giocatore con la maglia azzurra che si trovava a calpestare il terreno di gioco accanto a te… questo in campionato, così come in coppa ieri. Ma la cosa peggiore è che mio figlio, dal sorriso per il tuo ingresso in campo, ha iniziato a piangere a dirotto sfilandosi la maglietta e rifiutandosi di continuare a vedere la partita ed il suo campione, quando in primo piano hai offeso e minacciato un calciatore azzurro. Insomma davi dimostrazione che se avessi portato con te un’arma da fuoco, l’avresti usata scaricandola contro i colori di una città che ancora si rammarica per non averti più, per scelte tecniche a mio modo di vedere,poco felici. Ma aldilà di tutto,da ieri sera, il mio bambino non solo credo abbia smesso di considerarti un suo mito, ma probabilmente avrà chiuso per sempre con quello che immaginava essere il GIOCO più bello del mondo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da arcangelo74

    piccolo uomo per una piccola squadra

  2. Scritto da beppe

    la lettera della mamma è da leggere con un sottofondo di musica triste,tipo servizi di studio aperto…

  3. Scritto da Mari

    Tutto quello che nel resto del mondo è condannabile a Napoli è folklore, per cui che non vengano a menarla per una frase detta in un contesto agonistico.

  4. Scritto da Giò

    Spiace dirlo, ma Cigarini è limitato dal carattere, pur avendo ottimi piedi. Infatti spesso sparisce dalla partita quando si va in svantaggio, e a volte ha reazioni isteriche come a Napoli (anche su Higuain). Sarà per questo che gioca a Bergamo e non in una grande?

    1. Scritto da eh si

      ma smettila di inventare, le reazione isteriche le vedo a de-rossi balotelli totti, per un insulto che cinema..

  5. Scritto da tifoso o papa'

    Caro Luca se leggi dovresti fare qualcosa per quel bambino… telefonagli oppure invitalo ad un allenamento oppure semplicemente chiedigli scusa… ma non fargli perdere la speranza che il calcio gli possa far sogniare un mondo migliore

    1. Scritto da la bodia

      …..il calcio gli possa far sognare un mondo migliore????……..ma cosa racconti…partite truccate,tifosi e agenti caduti sul”campo”,dirigenti che compravano partite con sim ucraine,sputi e gestacci di ogni genere in campo,scioperi dei milionari pallonari……..lo chiami sport????un mondo migliore????bahhhh

    2. Scritto da leo

      ma ci credi a questa storia ??

  6. Scritto da tifoso o papa'?

    Io di Atalanta vivo da sempre però sono anche papa’ di 3 bambini e capisco cosa voleva dire la mamma di Napoli. Guarda caso anch’io stavo guardando la partita con mio figlio che mi si è addormentato in braccio alla fine del primo tempo! Basta con questi commenti stupidi che leggo figli solo di un velato razzismo o presunta superiorità… continua…

  7. Scritto da greatguy

    ecco questo è uno dei tanti motivi per cui i napoletani non stanno simpatici a parecchia gente…

    1. Scritto da Tone

      Bene. Adesso però dicci anche uno dei tanti motivi per cui non ti stanno simpatici anche quelli della Val Brembana, quelli di S.Pellegrino, quelli di Brescia, quelli di Piacenza, quelli di Novara, quelli che non votano a destra, quelli che non guidano a destra, i tuoi vicini di casa, il cane dei tuoi vicini di casa…

  8. Scritto da Mark

    Non che Callejon sia stato più sportivo simulando.Potevan risparmiarsela entrambe, solo che uno lo fan passare per furbo mentre l’altro per fesso. Il tifoso napoletano che da della piccola all’Atalanta fa un po’ da ridere dato che hanno una squadra con “campioni” , sono una “grande” però di fatto dal 1990 ad oggi han portato a casa solo una coppa Italia.. Obiettivamente mi pare un po’ pochino per considerarsi una grande del calcio.

    1. Scritto da Salvio

      Caro Mark, saremo anche una pseudo grande ma comunque abbiamo vinto scudetti e coppe e, siamo tra le grandi del calcio europeo con sei milioni di tifosi nel mondo. Per questo motivo la tua e’ una piccola squadra. Ciao!!!!!

    2. Scritto da hai dimenticato

      non solo, il grande napoli dal 1990 ad oggi ha fatto SETTE ANNI DI B E DUE DI SERIE C,nel mezzo un bel fallimento (NAPOLI SOCCER), insomma sono proprio una grande

      1. Scritto da Carmen

        Mah, sai, se le regole si applicano con due pesi e due misure, non credo sia colpa del Napoli e della Fiorentina. Credo sia da imputare altrove il motivo per cui certe squadre con i conti da fallimento, continuino a giocare senza problemi in serie A. Il fatto che queste squadre siano state salvate dal fallimento per motivi ignoti, non le rende grandi. Forse ridicole, come rende ridicola la credibilità del nostro campionato.

  9. Scritto da antonio

    cigarini è stato pollo ma i napoletani hanno il vizio di trasformare una qualità negativa come l’inganno in una positiva come la “furbizia” (a detta loro) purtroppo non solo nel calcio.

  10. Scritto da Domenico

    Una bella partita pensavo perdessimo, dispiace che questi episodi oscurino il vero sport.

  11. Scritto da Silvia

    Per fortuna esiste ancora un professionista come Luca Cigarini.. Il rispetto per quello che stava caoticamente succedendo prima di tutto, non solo buttare la palla in rete..

  12. Scritto da gigi

    Napoletani figli di Giuletta (Ultras Verona)

    1. Scritto da 081

      …e gigi???

      1. Scritto da gigi

        mi sono limitato a riportare il testo di uno striscione, indicando gli autori dello stesso, come hanno fatto centinaia di giornalisti su carta e via web, senza entrare nel merito di questa affermazione. Dovrebbe percio’ porre la stessa domanda che ha rivolto a me a tutti i sopracitati giornalisti, ah dimenticavo questo : “Giulietta, tu si na’ zoccola ! ” (Ultras Napoli). Saluti

        1. Scritto da 081

          Gigi grazie per aver citato la fonte e grazie ancora per essersi “limitato” ;-) Ricambio i saluti

  13. Scritto da uno qualunque

    Solito vittimismo calcistico napoletano. Le due “lettere” si commentano da sole, ma non mi stupiscono.. Da Alemao a Callejon: stesso stile e stessa sportività. Ps Cigarini poteva comunque risparmiarsi la frase intimidatoria da bullo di quartiere. Una pessima figura anche la sua.

  14. Scritto da Paolo

    Detto che Cigarini se lo poteva risparmiare, leggo di questa fiaba partenopea secondo la quale un bambino avrebbe chiesto ai genitori di comprargli la maglia del Ciga invece di quella di Maradona o Cavani o Hamsik (il che già di per sè è alquanto poco credibile) e che capisce dalla tv cosa abbia detto a Callejon scoppiando quindi in lacrime. Delle due una: o il bambino ha delle capacità paranormali oppure tutto cio’ si iscrive nella più pura commedia dell’arte di Napoli…

  15. Scritto da willer

    Il bambino che piange… lo sguardo della mamma… la carrozzella che cade dalle scale…uhhh che strazio….

    1. Scritto da Domenico

      no, va bhè…hai vinto! metacitazione da incorniciare. bella assai! Forza Napoli!

  16. Scritto da dai

    quanto vittimismo

  17. Scritto da simona

    scusate napulilli…
    NON abbiamo tempo da perdere con voi, ma….
    Vi stiamo preparando la Polenta e Osei per i primi di febbraio.
    A bientot cherie…
    metterla, grazie.

    1. Scritto da Enrico

      La polenta mangiala tu con una buona salute!!! A Napoli sono abituati a mangiare molto meglio , datosi la varietà e l’immenso sapore dei suoi prodotti!!! Il tempo lo perde qualcun altro a rispondere a una mentalità retrograda con tue affermazioni!!!

      1. Scritto da Vai Enrico

        Si si mangiali tu i prodotti della Campania….soprattutto dopo tutto quello che è venuto fuori con le dichiarazioni di Schiavone. Tra vent’ anni lascia un commento anche sul tuo stato di salute.

        1. Scritto da Enrico

          Certo che li mangio io !!! Mangio quelli provenienti dal parco nazionale del Vesuvio , zona da sempre protetta !!! Solo chi è di quei posti può sapere e dire in realtà come stanno le cose . Io mi mangio una bella sfogliatella , un babà , mozzarella di bufala , i pomodorini del vesuvio e tanto altro ancora di Napoli!!! Tutto certificato e genuino , perché i prodotti di Napoli sono i migliori del mondo !!! Gli uccelli con la polenta se li mangiasse qualcun’altro!!!Altro che porcheria!!!

          1. Scritto da uno qualunque

            Beh, dopo una così elegante (e soprattutto profonda) carrellata di illuminati luoghi comuni, io avrei dato almeno una controllata ai verbi… Complimenti vivissimi.

          2. Scritto da ciuccegno

            Certo che le dichiarazioni di Schiavone dicevano pure che chi ha commissionato/inviato/pagato per lo smaltimento illegale dei rifiuti tossici era delle parti tue. Comunque colui che fa dei problemi seri un mezzo di offesa è da ritenersi egli stesso un problema. Vergognatevi a metterla sempre sul piano della discriminazione geografica. I napoletani magari piangeranno…ma non offendono per razzismo.

  18. Scritto da Mauri

    Devo dire che purtroppo, oltre a Cigarini, anche Colantuono ha dimostrato piccolezza, mandando in campo nergli ultimi 5 minuti un giocatore evidentemente rancoroso.

    1. Scritto da Coppa Italia 62/63

      Ora sta piovendo,sarà sicuramente colpa di Colantuono…

  19. Scritto da deret

    mettere in mezzo i bimbi…con favole alla libro cuore,poveri pulcinella.

  20. Scritto da poeret

    Cigarini ha mandato a quel paese Callejon perché all’andata fù espulso per sua simulazione!! Quella si che è vera antisportività..

  21. Scritto da commuovente

    sono commosso, poveri napoletani…

  22. Scritto da Il Naggio

    Robe da matti, soprattutto la madre che per esempio tira in ballo le armi da fuoco, prerogativa della sua città tra l’altro.
    Cigarini sei un grande

    1. Scritto da Pierangelo

      A Napoli tutti girano con una pistola infatti…”mi faccino il piacere mi faccino”

      1. Scritto da Enrico

        Vergognati a dire queste stronzate , tipiche della mentalità retrograda di un paesello!!! Vedi Napoli e poi muori!!! Oltre alle pistole a Napoli , hanno una cultura che non ha eguali al mondo!!!

        1. Scritto da alà fiaba

          e quindi dove sta la stronzata fenomeno??l hai scritto tu stesso ‘ oltre le pistole’..sveglione

      2. Scritto da Il Naggio

        Se ha letto questo nella mia frase sono fatti suoi. Semplicemente cerchi il numero di feriti per armi da fuoco a Napoli. saluti

        1. Scritto da Enrico

          Ho lavorato a Milano e posso dire che ci sono rapine , sparatorie e feriti ogni giorno come in tutte le grandi città !!! Non si può paragonare la piccola città di Bergamo con una grande metropoli!!!

  23. Scritto da 081

    Articolo montato ad arte per far sì che napoletani e bergamaschi (non atalantini, eh!) si scannino: BASTA! Cigarini ha fatto il “guappo” per precedenti ruggini risalenti al suo passato nella Liga spagnola. Tutto qui. Infine, a proposito di stare “un gradino sopra alla melma” beh quello credo che lo abbia fatto Callejon (e pure Higuaìn).

    1. Scritto da A

      D’accordo.
      Infatti loro non sono napoletani, queste cose le capiscono.

  24. Scritto da A

    Fieri della nostra nebbia.
    Tranquilli, non siamo così fragili da offenderci ed invocare la discriminazione territoriale.
    Stiamo un gradino sopra alla melma delle polemiche inutili.
    E sopratutto non perdiamo tempo a commentare la tipica commediucola.

  25. Scritto da Pota

    commedia Napoletana. Ma dai non ci credo che dalla tribuna un bambino è riuscito a leggere il labbiale !!!! Smettiamola di ingigantire i fatti di “campo “.