BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Primarie del centrosinistra, 2 euro per votare Sel sceglie Luciano Ongaro

Inizia la corsa delle primarie del centrosinistra per decidere il candidato sindaco di Bergamo. Il comitato organizzatore ha presentato le regole, definite dopo un lungo lavoro di concertazione tra le forze politiche che compongono la coalizione. I tempi: il voto si terrà il 23 febbraio dalle 8 alle 20. Chi si vuole candidare deve ufficializzare la propria partecipazione entro sabato 18 gennaio, mentre si potranno raccogliere le 200 firme necessarie entro il 27 gennaio a mezzogiorno.

Più informazioni su

Inizia la corsa delle primarie del centrosinistra per decidere il candidato sindaco di Bergamo. Il comitato organizzatore ha presentato le regole, definite dopo un lungo lavoro di concertazione tra le forze politiche che compongono la coalizione. I tempi: il voto si terrà il 23 febbraio dalle 8 alle 20. Chi si vuole candidare deve ufficializzare la propria partecipazione entro sabato 18 gennaio, mentre si potranno raccogliere le 200 firme necessarie entro il 27 gennaio a mezzogiorno. I candidati non possono spendere più di 10 mila euro per la campagna elettorale (con tanto di estratto conto bancario). Possono votare i residenti a Bergamo che hanno i requisiti di voto, compresi i 16enni e gli extracomunitari con regolare permesso di soggiorno. Al seggio si dovrà sottoscrivere la “carta d’intenti della coalizione” e versare una quota di almeno 2 euro “a titolo di contributo alle spese organizzative”.

Tra i punti più discussi negli ultimi giorni c’è l’impegno da parte degli sfidanti a “svolgere la propria campagna con lealtà nei confronti degli altri candidati. E’ vietata ogni azione che possa ledere la dignità degli altri candidati oltre che l’immagine della coalizione ovvero dei suoi componenti. Devono impegnarsi anche a riconoscere l’esito delle primarie e sostenere lealmente il vincitore nella competizione elettorale”. Se i partecipanti non rispetteranno le regole sono previste sanzioni. “Il comitato organizzativo di garanzia ha la facoltà di escludere (a maggioranza qualificata dei 2/3) dalla competizione per le primarie i candidati che pongano in essere comportamenti o rilascino dichiarazioni in contrasto con quanto sopra.

I partecipanti devono anche sottoscrivere, come gli elettori, la carta d’intenti della coalizioneI “fondamenti” sono otto: una città attrattiva e aperta, una città di persone partecipi e responsabili del proprio spazio di vita e lavoro, una città che va ben oltre i suoi confini: la nuova Bergamo, una città che attira l’innovazione e supporta i giovani, una città che si prende cura dell’ambiente e lo valorizza, una città giusta e sicura con servizi sociali di qualità, una città che rigenera i suoi spazi urbani e dà centralità ai quartieri, una città che accetta le nuova sfide della cultura e del turismo.

I candidati sono Giorgio Gori, Nadia Ghisalberti (che presenterà il suo programma sabato alle 11 nella sede del suo comitato in via Palma il Vecchio 101), Rocco Gargano e Luciano Ongaro, nome scelto da Sinistra ecologia e libertà nella serata di mercoledì dopo un lungo confronto all’interno del partito. Ex consigliere di Sinistra democratica durante l’amministrazione Bruni, ha un passato nel Pci.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Fabio

    Ma fino a ieri davate per certa al 90$ la Messina come candidata di SEL. Ora invece c’è questo Ongaro, ma cosa è successo?

  2. Scritto da lavoratrice precaria

    Le candidature per queste primarie sono scarse e i candidati improbabili..
    Gori è l’ex Berlusconiano di città alta.
    Ghisalberti la milionaria di città alta.
    l’Avv. Ongaro il “nuovo” che avanza, vicino di casa di Gori.
    Gargano l’avvocato giamburrasca della politica locale, malpancista di professione.
    Insomma quattro borghesi in cerca di visibilità in cui non mi riconosco per nulla e questi sarebbero i candidati della sinistra? Non mi sembra una cosa seria e io starò a casa.

  3. Scritto da Scettico

    Ma è una bufala! Le regole poi, incredibili. Be caro PD, be mi hai convinto starò a casa.

  4. Scritto da giorgio

    Be a questo punto sono curioso di vedere se lo fanno partecipare Gargano, Nelle regole bastava solo che scrivevano che non partecipa colui il cui nome inizia per Rocco e finisce per Gargano.
    Mai visto un farsa più indecente, mi sa che risparmio i due euro!.

    1. Scritto da daniela

      Da profana, le chiedo il perchè

  5. Scritto da piop

    che palle questi 2euro e basta non ne mangiate abbastanza

  6. Scritto da il polemico

    ancora con sti 2 euro??e che ci devono pagare?? gli 8 superstipendi da dirigenti pd assegnati a 8 fortunati,nonchè raccomandati,come evidenziato nel famosissino bilancio certificato e consultabile?o il milione speso per viaggi e cene non basta più?e fortuna che misiani dopo aver pianto miseria,afferma che dei soldi dei irmborsi,12 milioni sono rimasti in cassa….e provare a restituirli all’italia,visto che sono stati presi con la frode di una legge farlocca,tipica della politica??

    1. Scritto da Signur, Signur !

      Polemico, i 2 euro sono miei per cui ti invito caldamente a farti i c….i tuoi . Almeno quando si parla dei 2 euro MIEI ! Bacioni

    2. Scritto da Riccardo

      Caro polemico, tanto tu non voteresti nemmeno gratis e allora cosa te ne importa? Nessuno ti obbliga a votare e, visto che parliamo di soldi, mi dici qualcosa di Belsito, della Trota, delle mutande verdi, dei diamanti, del Batman capitolino…eccetera… è possibile che vediate il bruscolino negli occhi degli altri e non la trave che c’è nei vostri?

      1. Scritto da il polemico

        ma figurati se vado a buttare 2 euro,in compenso vorrei quelli che ho dato al pd come finanziamento pubblico…oppurep ure quelli sono vostri e non miei?vedi il trota??lui li ha spesi per se stesso,il pd per assumere 8 superstipendiati raccomandati.cambia qualcosa tra le 2 soluzioni?perchè gli elettori non danno i 2 euro alla mps,cosi si rimette in sesto e forse ci restituisce i 4 miliardi,che ci farebbero comodo,e quella si che è una doppia trave rinforzata

  7. Scritto da nino cortesi

    Gli zerovirgola di Sel, maggiordomi nella politica, possono versare anche 100 euro invece di 2 euro. Questo vuol dire avere passione per la politica. C’è un momento in cui bisogna capire che sostenere certi partiti è solo per dire ” ma io sono troppo intelligente per aver sbagliato sino ad ora”. Ho sbagliato tanto anch’io, ma già l’altra volta ho provveduto a cambiare èla ed a votare M5*.

    1. Scritto da vacario

      Quindi hai perseverato nell’errore?

  8. Scritto da paolot

    Luciano Ongaro? Il nuovo che avanza.
    No dai è uno scherzo vero?

    1. Scritto da povera bergamo

      Luciano Ongaro è il nuovo che avanza! Proprio letteralmente! Ci avanza se sne poteva fare a meno!

  9. Scritto da povera bergamo

    Cosa la Sel sceglie Luciano Ongaro??!!!! Cosa fanno puntano al rinnovamento? A sto punto potevano candidare sant’alessandro!
    Ditelo che l’obbiettivo è far vincere Gori con l‘80% cosi può iniziare a credere di essere un politico ( nel senso più negativo del termine)

    1. Scritto da daniela

      Commento notevole. :)

    2. Scritto da wiw

      Un assist da manuale. Prelude alle “nozze”? Che bello….

  10. Scritto da Giovanni Ginoulhiac

    Potreste pubblicare il documento delle regole e la carta d’intenti della coalizione?..o dove posso trovarlo?

  11. Scritto da Piergiorgio Campoleoni

    Ma i 10mila euro per la campagna di goni candidato, chi li mette? PD(con i nostri soldi)?

    1. Scritto da roberta

      I 10mila euro (massimi) per la campagna di ogni candidato li mette ogni candidato. E chi lo vorrà finanziare. Del resto, il popolino è a favore dell’abolizione del finanziamento ai partiti, no? E quindi faran politica solo i ricchi

      1. Scritto da Piergiorgio Campoleoni

        Ma quindi, geniale PD! fa pagare 2 euro, e non ne spende per la campagna!!!!! GENIALI.. “non hai abbastanza soldi per pagare le cene e i dipendenti del partito? Non è un problema! Facciamo le Primarie di quartiere, di via e di borgo! 2 euro ciascuno, è democrazia!”

      2. Scritto da L76BG

        mi scusi ma, chi è il “povero” che ha fatto politica fino ad ora? Se me ne cita qualcuno forse potrei crederle.. Berlusconi non di certo, D’Alema non mi pare, forse Bersani o Renzi? mhmhm.no, no.. Bossi? no Crosetto, piuttosto che Meloni o Fini? no.. faccio proprio fatica. Cmq, a parte ovietà che tutti sanno (e qualcuno nega) stò aspettando da stamani commenti a Renzi da Berlusconi. E si, dura ascoltare la base elettorale!