BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giovani imprenditori dai parlamentari: “Si passi dalle parole ai fatti”

Il Comitato regionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria Lombardia ha incontrato a Roma una nutrita delegazione di parlamentari eletti lo scorso febbraio nelle circoscrizioni lombarde. Per i Giovani Imprenditori di Bergamo era presente Angelo Marchetti: sul tavolo le principali istanze che il mondo produttivo porta all'attenzione delle forze politiche.

Più informazioni su

Il Comitato regionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria Lombardia ha incontrato nella Sala Cristallo dell’Hotel Nazionale a Roma una nutrita delegazione di parlamentari eletti lo scorso febbraio nelle circoscrizioni lombarde. Per i Giovani Imprenditori di Bergamo era presente Angelo Marchetti, componente del Consiglio Direttivo.

Tema dell’incontro le principali istanze che il mondo produttivo porta all’attenzione delle forze politiche: importanza del manifatturiero, snellimento della burocrazia, misure per la competitività e per favorire lavoro e occupazione, sviluppo delle infrastrutture strategiche.

Al centro del dibattito il documento “Confindustria per l’Italia: crescere si può, si deve” che l’Associazione degli industriali ha presentato dodici mesi fa, in occasione delle elezioni politiche. “Un documento vecchio di un anno – ha dichiarato il Presidente del Comitato Stefano Poliani – ma ancora purtroppo estremamente attuale. All’interno sono contenute proposte – dirette ai nostri politici- mirate e concrete, per le quali è stata calcolata anche la copertura finanziaria: non ci sono più scuse, è necessario passare dalle parole ai fatti”.

Alla paralisi economica e finanziaria dell’Italia i Giovani Imprenditori lombardi non reagiscono quindi con manifestazioni di piazza ma, accompagnati dallo slogan “Basta al fisco da confisca”, sollecitano l’avvio di tutti quegli interventi che – in tempi brevi – potrebbero consentire alle imprese di tornare a produrre e ad assumere, primo tra tutti una drastica riduzione delle tasse su imprese e lavoro. Per raggiungere questo obiettivo, durante l’incontro è stata proposta l’istituzione di un “laboratorio delle idee”, un tavolo di lavoro permanente in cui gli imprenditori stimolino i politici affinché trovino soluzioni immediate per far fronte alla grave situazione economica che il Paese sta attraversando: un impegno che tutto il Comitato regionale ha assunto e sottoscritto.

La partecipazione all’incontro – durato oltre due ore – è stata ampia e trasversale, con una rappresentanza di tutti i principali gruppi politici (Partito Democratico, Scelta Civica, Nuovo Centro Destra, Lega Nord e Movimento Cinque stelle) e delle Commissioni parlamentari (Attività produttive, Finanza, Bilancio, Politiche dell’Unione Europea, Lavoro e Previdenza, Istruzione, Lavori Pubblici, Affari esteri, Agricoltura, Difesa e Affari Sociali).

Oltre ai temi già citati, si è parlato di Expo 2015, Start-up, agenda digitale, Ricerca e sviluppo, in un dibattito serrato in cui si sono alternate le voci degli imprenditori e quelle dei politici.

“Il confronto è stato aperto e molto proficuo – ha commentato Poliani – e da più parti è emersa l’esigenza che questa iniziativa rappresenti solo il punto di partenza per una sempre più costante interlocuzione della nostra Federazione con i politici lombardi eletti in Parlamento”.

Il livello regionale dovrà quindi impegnarsi ad affiancare l’importante lavoro svolto da Confindustria a livello nazionale e dalle Associazioni sul territorio. All’incontro erano presenti: Marco Carra, Giuseppe Civati, Matteo Colaninno, Gian Mario Fragomeli, Daniele Marantelli, Francesco Monaco, Alessia Mosca, Vinicio Peluffo, Giovanni Sanga, Chiara Scuvera, Angelo Senaldi per il Partito Democratico, Alberto Bombassei, Pietro Ichino, Gianfranco Librandi e Mario Sberna per Scelta Civica, Maurizio Bernardo e Paolo Naccarato per il Nuovo Centro Destra, Guido Guidesi e Gian Marco Centinaio per la Lega Nord, Laura Bignami del Movimento Cinque Stelle e Pia Locatelli del gruppo Misto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.