BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cavalleri, firmata richiesta di cassa per i 271 lavoratori

Giovedì a Roma sindacati e commissari giudiziali hanno siglato un accordo per la richiesta di 12 mesi di cassa integrazione straordinaria per i 271 lavoratori della Cavalleri di Dalmine.

Più informazioni su

All’inizio di dicembre era stata ammessa ad una procedura concorsuale, mentre appena cinque mesi prima, in luglio, aveva visto aprirsi una Cassa straordinaria “per crisi aziendale”. Giovedì a Roma, per la Cavalleri Ottavio spa di Dalmine, sindacati e commissari giudiziali hanno siglato un accordo per la richiesta di 12 mesi di Cassa integrazione straordinaria per procedura concorsuale per i 271 lavoratori, 140 dei quali al lavoro a Dalmine.

A settembre era stata aperta una procedura di mobilità volontaria: da allora, dalla storica impresa specializzata in costruzioni edili e lavori stradali, sono fuoriusciti circa trenta di lavoratori, rioccupati altrove.  

Tutto è cominciato con un debito rimasto insoluto nell’ambito di un subappalto che Cavalleri aveva affidato ad un’azienda poi finita in Concordato preventivo” ha spiegato Marco Bonetti della FILLEA-CGIL provinciale. “Successivamente da parte di Sacbo, la società che gestisce lo scalo di Orio al Serio, era arrivata la revoca di un grosso appalto aggiudicato a un’Ati (Associazione temporanea di imprese) guidata, appunto, dalla Cavalleri, per il rifacimento della pista dell’aeroporto. Ora, dopo l’ammissione alla procedura concorsuale di dicembre, i tre commissari stanno cercando di salvare l’attività produttiva. Questa nuova Cassa, che durerà 12 mesi, ci dà il tempo per capire se l’impresa potrà continuare l’attività o no. A breve speriamo di incontrare i commissari per cercare di recuperare i crediti che Cavalleri vanta nei confronti delle commesse del cantiere per Brebemi. Nel frattempo, cercheremo anche di favorire la ricollocazione dei lavoratori attraverso tutte le forme previste dalla legge, come già è accaduto per una trentina di persone, nella speranza che l’impatto sia meno duro possibile. Infine, chiederemo con forza nuove informazioni su quando potrà, finalmente, venire pagata la Cassa integrazione firmata a luglio: dal Ministero non abbiano notizie e i lavoratori ancora aspettano di ricevere i soldi”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da grazy

    Katia il durc e’ positivo xche ha congelato i debiti al 10luglio2013 presentando il concordato.

  2. Scritto da cua de paja

    Prima di tutto solidarietà ai i lavoratori con l’augurio di tornare o trovare presto un’occupazione, ma … scusate sig. Sergio/polemico da quando Letta ha messo l’IMU e tasse varie su gallerie, autostrade, grandi opere e aeroporti? No perchè da quel che ne so la Cavelleri per il 90% è su quelle cose che fa impresa . Se volete spararle grosse cercate almeno di mirare al bersaglio.

  3. Scritto da katia

    Brebemi è un appalto al lavoro pubblico! come può Cavalleri pensare di poter attivare un recupero credito? il Durc non è positivo, quindi nessun ente può quietanzare le fatture emesse da Cavalleri.

  4. Scritto da Sergio

    Ma Letta dice che vede la ripresa… con 20-30 mila euro al mese, anch’io non sentirei la crisi. Come mai prendono certe cifre pur avendo rovinato il Paese? L’Italia, mica l’hanno guidata e affossata gli operai…

  5. Scritto da il polemico

    tutte le grandi imprese operanti dell’edilizia e nei lavori stradali stanno soffrendo una crisi che tra poco porterà al fallimento ed ad altri migliaia di nuovi disoccupati,e il governo cosa fa??mette o aumenta tares,miniimu,tarsi,tasi,iuc,tutte tasse che scoraggiano qualsiasi privato ipotetico compratore ad acquistare un immobile,giusto per dare un pò di fiato al settore..ma chi investe in una seconda casa con tutto quello che gli sta piovendo addosso di tasse?ma prima viene l’europa,poi noi