BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pallone d’oro a Cristiano Ronaldo: le lacrime e la gioia

Alla fine è andato a lui, non a Leo Messi, non a Franck Ribery. Il pallone d'oro targato 2013 se l'è aggiudicato per la seconda volta Cristiano Ronaldo, attaccante del Real Madrid, 27 anni, già vincitore nel 2008.

Più informazioni su

Alla fine è andato a lui, non a Leo Messi, non a Franck Ribery.

Il pallone d’oro targato 2013 se l’è aggiudicato per la seconda volta Cristiano Ronaldo, attaccante del Real Madrid, 27 anni, già vincitore nel 2008.

E lui l’ha accolto così, in lacrime: "E’ un momento molto emozionante per me, non riesco a parlare".

Sì, Cristiano Ronaldo esulta piangendo, abbracciando il figlio e stringendo la mano a Pelè e Blatter: "Grazie a tutti, grazie ai miei compagni, al Real Madrid, alla nazionale e alla mia famiglia. Questo è un onore enorme".

Un altro Cristiano, ben diverso da quello che eravamo abituati a conoscere. Il momento della proclamazione a Zurigo Il momento della proclamazione a Zurigo

Il portoghese al Bernabeu dal 2009 (il precedente riconoscimento l’aveva ottenuto ai tempi del Manchester United) era il grande favorito della vigilia e – segnale inequivocabile – si era portato dietro a Zurigo, sede della cerimonia, l’intera famiglia. nella graduatoria dei giornalisti però i favori andavano al francese che ha vinto tutto in Germania e in Europa col Bayern Monaco. Termina così il quadriennio di dominio della Pulce e del suo Barcellona.

Guarda caso, l’ultimo a vincere un Pallone d’oro senza la maglia blaugrana addosso, era stato proprio CR7.  

Miglior allenatore del 2013 è stato – come prevedibile – il tecnico del Bayern vincitutto (Bundesliga, Coppa di Germania e Champions League) Jupp Heynckes che ha superato la concorrenza di Klopp (Borussia Dortmund) e di Alex Ferguson (ormai ex Manchester United, più che altro un riconoscimento alla carriera dello scozzese).

Zlatan Ibrahimovic non è entrato nei primi tre giocatori del mondo ma si è potuto consolare vincendo il trofeo per il gol più bello del 2013. L’attaccante svedese del Psg si è aggiudicato il "Puskas Award" per la splendida rete siglata all’Inghilterra con la maglia della Svezia nell’amichevole dello scorso 13 novembre 2012.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.