BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Misiani: “Gori attento, i pregiudizi sono duri a morire”

Intervista ad Antonio Misiani. Parlamentare, ex tesoriere del Pd nazionale, ex assessore al Bilancio della Giunta Bruni, in prima fila alla conferenza stampa di presentazione della candidatura di Giorgio Gori. "L'ho trovato convincente".

Più informazioni su

Antonio Misiani, parlamentare, ex tesoriere del Pd nazionale, ex assessore al Bilancio della Giunta Bruni, era in prima fila alla conferenza stampa di presentazione della candidatura di Giorgio Gori. Prima impressione? “L’Ho trovato convincente. Ha insistito molto sul progetto per la città partendo dal lavoro fatto in questi anni. Scommette sul gioco di squadra e mi sembra un punto molto positivo per un partito ricco e plurale come il Pd. Ha lanciato una bella sfida fatta di idee e di voglia di fare”.

Elena Carnevali ha fatto un passo indietro. Una mossa giusta? “Le scelte delle ultime settimane hanno puntato all’unità del partito democratico a partire dalla decisione di Elena di non candidarsi. Uno scontro aspro interno al Pd avrebbe sicuramente lasciato strascichi difficilmente recuperabili”.

A questo punto saranno primarie vere? “Vedremo il quadro complessivo delle candidature, non bisogna dare nulla per scontato. A centrosinistra serve una competizione vera”.

Secondo molti sostenitori dell’ex manager, la vera sfida sarà mantenere l’entusiasmo che si creerà con le primarie. “Gori susciterà entusiasmo se costruirà il progetto nel modo più partecipato possibile. Partendo dalla Bergamo dei quartieri, dalla città che vuole scommettere sul futuro. E’ questa l’alleanza che dobbiamo saper costruire”.

Cosa l’ha colpita del discorso di Gori? “La determinazione di andare oltre gli schieramenti congressuali. Ce n’è bisogno. Altrimenti le elezioni non si vincono”.

Il punto di forza? “Il tema dell’economia e del lavoro, della ripresa, importante in una realtà come bergamo. Ha carte importanti da giocare sotto questo profilo. E poi la mobilità e il welfare. La risposta alla domanda “da un milione di euro” (leggi qui), cioè il sostegno al fondo della Curia, è segno di attenzione ai più deboli”.

Da cosa o da chi dovrà stare in guardia? “Dovrà dimostrare pazienza e capacità di ascolto e di sintesi perché il centrosinistra è una galassia complessa e Bergamo è esigente nei confronti di chi la amministra. Guai a rinchiudersi dentro a palazzo Frizzoni".

Tra i motivi di preoccupazione all’interno del Pd e del centrosinistra c’è il passato da ex dirigente Mediaset, società che da 20 anni è braccio armato televisivo di Silvio Berlusconi. “La sua storia personale suscita perplessità in un pezzo dell’elettorato del centrosinistra. Il punto è farsi conoscere e giustamente lui partirà dai circoli del Pd. Quando si scende nel concreto del progetto politico non c’è il minimo dubbio sulla direzione di marcia. Certo, i pregiudizi però sono duri a morire”.

Due settimane fa lei è stato bersaglio di un attacco molto duro lanciato dai renziani attraverso il Corriere della Sera in merito alle difficoltà economiche del Pd. Ne è uscito brillantemente rispondendo colpo su colpo. Se l’aspettava? “Ho ricevuto un’ondata di solidarietà senza precedenti che mi ha fatto molto piacere. Mi hanno chiamato amici e compagni della base del Pd, alcuni che non conosco nemmeno. Ma tutti conoscono il lavoro che ho fatto. E’ stata una polemica costruita sul nulla ed è chiaro che, con il progressivo azzeramento dei contributi, i partiti vivranno una fase di difficoltà. Non tollero però l’ accusa di avere lasciato volontariamente in eredità una situazione difficile. Sono anni che lavoro per risparmiare qualunque tipo di spesa. Mi sono adoperato fino all’ultimo per lasciare tutto nelle migliori condizioni possibili”.

Ultima domanda. Negli ultimi anni lei ha lavorato a braccetto con Pierluigi Bersani. Come sta? Si aspettava una reazione d’affetto così sentita nei confronti dell’ex segretario? “Sta meglio, è un combattente. Il Pd ha bisogno di lui e ci auguriamo che torni in pista rapidamente. Ha rischiato parecchio, per fortuna è stato soccorso in tempo e ha potuto usufruire di una sanità pubblica d’eccellenza come quella che c’è in gran parte del nostro paese. Mi chiedono tutti di lui. E’ stata un’emozione collettiva che raramente si è vista in questo paese, per di più nei confronti di un uomo politico. Esistono politici che gli italiani sentono vicini e attenti ai loro problemi. Bersani è uno di quelli”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da il polemico

    ma questo misiani,che qualche mese fa su bgnews esternava la preoccupazione perchè le casse del pd versavano in cattive acque,con esubero dei dipendenti a contratto e minaccie di licenziamneti e cassa integrazione,che settimana scorsa rispose ad un giornalista che lo accusava di aver gestito allegramente i fondi del pd,e affermava che nelle casse cerano 12milioni di liquidità(ma non era in crisi qualche mese prima?).che credito può avere un politico simile??solo il pd lo sà

    1. Scritto da Alberto

      Che Misiani sia il miglior politico bergamasco non ci piove. UNICO a presentare bilanci pubblici e certificati per sua iniziativa ed in tempi non sospetti (da qualche anno). Onesto, preparato e capace come economista e deputato , ha gestito alla luce del sole i passaggi degli ultimi anni del mestiere più difficile . Averne di Misiani. Parli tu che su questo tema hai avuto le compagnie più sgangherate possibili ? Che fegato !

      1. Scritto da il polemico

        misiani rende pubblica nel famoso bilancio l’assunzione di 8 personaggi a manager di partito con superstipendi come compensazione se non vengono eletti,poi dichiara esuberi,poi dichiara di avere la cassa piene di eurini,e per ultimo afferma che non si può dare un contributo a tutti perchè mancano i soldi,però il suo vitalizio o stipendio non lo tocca…spero che il tuo ombrello non sia bucato,altrimenti anneghi

        1. Scritto da Mavalà

          A quanto ammonterebbero questi superstipendi ? Non far ridere i polli , il vitalizio lo han già toccato e non certo nei tanti anni di governo dei tuoi LEGA e PDL , sotto il governo dei quali sono state fatte le due leggi che han fatto esplodere i finanziamenti ai partiti senza parlare della spesa pubblica e del dissesto dell’italia. Ma non ti vergogni ?

      2. Scritto da piove?

        Non ci pioverà sotto il suo ombrello. Per il resto il primo a non aver proprio la stessa sua valutazione è il novo segretario PD, Renzi, i “bilanci certificati” meno.

        1. Scritto da Giorgio

          Il PD può baciare dove cammina Misiani , nel periodo più ignominioso per tutti i partiti , su questo argomento ha portato il PD fuori dal guado a testa alta per le condizioni di trasparenza da lui volute . Altro che palle !

          1. Scritto da ru

            Se il PD deve baciar le mani, è proprio messo male. Da quale guado Misiani lo avrebbe “portato fuori”, io non lo so, ma così detta, sa di un’aggravante se mai. “A testa alta”?!? con i costi e le motivazioni che alcuni giornali hanno riportato?!?! Sta scherzando.

          2. Scritto da Alberto

            Di che stai parlando ? Non confonderti con quanto fatto da altri partiti , e le cifre certamente troppo alte del passato, passate con due leggi mentre erano al governo Lega e PDL , nei bilanci certificati e pubblici del PD tu vedi come sono state spese, sempre per motivi leciti e politici. In questa vicenda vedi di distinguere le persone perbene dalla fuffa , che di fuffa ce n’è già troppa.

          3. Scritto da tirry

            Passate mentre erano al governo Lega e PDL. Vero, Forse però dovresti controllare come hanno votato gli altri partiti, compreso il PD, compresi gli aumenti dei compensi regionali. Io distinguo le persone per bene. Penso che ce ne siano in ogni partito. Non tutti i consiglieri regionali, non tutti i parlamentari sono dei “dissipatori”.

        2. Scritto da Jimmy

          Renzi dopo aver cavalcato il populismo dell’azzeramento dei finanziamenti (al contrario di quanto accade in tutta l’europa civile) adesso si troverà a fare i conti col fatto che senza finanziamenti la politica la fanno solo i ricchi o i proprietari di tv . Adesso sono cavoli suoi e nostri . Misiani è e resta l’unico che può rivendicare onestà e trasparenza su questo tema spinosissimo. Punto.

          1. Scritto da tormenta/oni

            Misiani sarà convincente quando spiegherà senza fronzoli perché, dopo aver fatto carte false per avere la disponibilità della Carnevali, si sono buttati su Gori. Giusto dopo l’8 dicembre….delle finanze di un partito come il PD (e altri) Renzi ha detto una cosa sacrosanta: sono vergognosamente ALTE. O dobbiamo ancora chiederci perchè un Grillo ha preso appena meno voti di un super apparato come PD e anche del PDL?!?

          2. Scritto da Beata Ignoranza

            Senza il comico grillo M5s avrebbe forse 2 voti , se se ne andasse grillo m5s chiuderebbe al volo. Però a quanto pare si stanno accorgendo che le cose non funzionano così (vedi sicilia coi portaborse e fondi delle camere) . In germania il finanziamento è più che doppio dell’attuale in italia e in francia di poco superiore . Ma là sono notoriamente stupidi e antidemocratici , la politica cercano di farla fare non solo ai ricconi e la finanziano in maniera trasparente e controllata .

  2. Scritto da lotty

    Dare soldi alla caritas della curia per voi è una cosa giusta. Vergognatevi, lo stato sociale è andato in pezzi grazie a voi che di sinistra non avete proprio niente, da anni!

  3. Scritto da Domenico Corna

    Se per vincere bisogna “andare oltre gli schieramenti congressuali” (cosa che non frega a nessuno) siamo messi male.
    L’incontro dei dirigenti PD attorno al prescelto sapeva di un retrogusto che sapeva di rito sovietico. La dimostrazione falsa di un’accordo millantato.
    E infatti il programma non c’era, solo la carrellata di quelli che contano stretti attorno al candidato, che brutto messaggio tutto interno alla nomeclatura, andiamo avanti così facciamoci del male.

    1. Scritto da dark

      Analisi ineccepibile. Altro che “politologi”… che meschinità di tesi, caro Misiani.

  4. Scritto da giorgia

    ahaaha immaginavo ora inizia il boicottaggio ahaahah da su che il centro-destra vincerà facile le elezioni comunali e quelle politiche, per il consueto autolesionismo del partito democratico..chapeau..dai che possiamo farcela a perdere anche questa volta daiii mettiamocela tuttaaaa

  5. Scritto da nino cortesi

    Incredibili!
    La politica italiana farà passi avanti utili solo seguendo l’aumento dei voti del M5*.
    Credibili!

    1. Scritto da giorgio

      M5S si come no con Casaleggio ex candidato (trombato) di Berlusconi!

      1. Scritto da nino cortesi

        Giorgio sei sfasato e spannometrico. Casaleggio non è mai stato un ex candidato di Berlusconi. Ha fatto parte una volta di una lista civica. E’ persona intelligente ed onesta, caratteristica di quelli del M5*. Non elenco i corrotti, parassiti, imperterriti, annosi, del tuo incostituzionale governo. Ma basta, smettetela, sparite. Avete rovinato l’Italia e le famiglie italiane. Solo dei poveracci senza dignità possono darvi ancora il voto.

        1. Scritto da Riccardo

          Tanto per cambiare non la smetterai mai di insultare, ma questo è normale per un grillomane. Sono fiero di essere annoverato tra i “poveracci senza dignità”, perché libero di dare il voto a chi mi pare e non ai seguaci dei professionisti dell’oltraggio.

          1. Scritto da Sergio

            Non a lei, ma a chi governando l’Italia l’ha ridotta così, l’insulto e il disprezzo sono cosa doverosa, oltre che buona e giusta! È ora di finirla col politichese di maniera, coi minuetti e gl’inchini, se questi politici ottocenteschi hanno come unico comune denominatore la depredazione sistematica dei cittadini!

  6. Scritto da Damiano

    Pregiudizi…. Ah ecco, è sempre colpa degli altri. Che bella faccia, i politici!

  7. Scritto da wiw

    Gori nel Pd si è iscritto neanche 2 anni fa (per spirito di “servizio”?) , la Carnevali – che lo ha stracciato a preferenze anche nell’ultima tornata elettorale – ci è da una vita ed è apprezzato per quel che ha FATTO. Quando spiegherete perché Gori si e Carnevali no forse potrete argomentale programmi: non siete credibili.

  8. Scritto da tenetevelo

    Quante banalità Misiani, piuttosto perché non spiega come mai dopo averla corteggiata, non avete battuto ciglio sul passo indietro alla Carnevali? Qui non ci sono pregiudizi, c’è una forte atmosfera di…ipocrisia… lavoro di squadra….ah ah ah

  9. Scritto da Filippo

    Nessun pregiudizio: è il PD e non quello di Montezemolo il PARTITO DEI CARINI !