BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mercato quasi fermo: Marino, davvero andiamo bene così?

Luciano Passirani analizza la vittoria ottenuta dall'Atalanta domenica contro il Catania che ha portato tre punti fondamentali per la classifica. "Ma dal mercato, dopo l'entrata di Benalouane, non si vedono più movimenti: ma davvero questa squadra va bene così?".

Più informazioni su

di Luciano Passirani

"Gara da vincere, ma non deciderà nulla. Sia in un caso che nell’altro". Colantuono lo aveva ripetuto più di una volta nelle dichiarazioni del pre-partita. Che quella con il Catania non fosse una gara come tante altre si era capito da alcuni dettagli della vigilia, nemmeno tanto nascosti. Ritiro a Zingonia un giorno prima del previsto, non tutti d’accordo all’interno del gruppo. Biglietti scontati, compri due, paghi uno, con l’obiettivo di riportare di nuovo 15mila tifosi a sostenere la squadra.

Alla fine, malgrado le affermazioni di Colantuono, la vittoria appare decisiva. Il Catania continua a non alimentare la casella dei punti ottenuti in trasferta, ancora tristemente a zero, ma ancor più importante scivola a otto lunghezze dall’Atalanta. Contava solo il risultato. Un Marino, insolitamente veloce ad arrivare in sala stampa, dirà: "Tutto bene quello che finisce bene". Come non dargli ragione.

Dopo un primo tempo dell’Atalanta veramente imbarazzante, per usare un termine gentile, pochi si sarebbero aspettati un risultato pieno. "Vittoria che ci ha tolto qualche anno di vita" dirà ancora Marino ripensando al primo tempo e soprattutto al finale di partita. Infatti l’Atalanta non esce quasi mai dalla propria metà campo per tutta la prima mezz’ora di gioco e deve ringraziare Castro che davanti all’esordiente Sportiello fa tutto quello che il manuale del calcio non insegna ad un attaccante per fare gol. Al resto ci pensa l’esordiente portiere. Unico a non avere la cosidetta gambetta della paura che attanaglia per tutto il primo tempo i suoi compagni di avventura. Consigli può prendersi anche il morbillo, se il suo sostituto sarà sempre lo Sportiello visto prima che la nebbia impedisse a tutti di godere pienamente il secondo tempo dell’Atalanta. Nulla di trascendentale.

Ci pensano Jack Bonaventura, Denis e Maxi Moralez a riportare i valori dei ventidue in campo verso il risultato positivo per l’Atalanta. Spariscono i mugugni del pubblico del primo tempo che avevano infastidito Colantuono in panchina e il Catania che aveva speso molto nei primi 45 minuti non c’è più. La nebbia avvolge i siciliani abituati al sole dell’isola. Bonaventura conquista un ineccepibile rigore che Denis non può sbagliare. Al raddoppio ci pensa Maxi Moralez, prima che un gol del catanese Leto nella nebbia e in netto fuorigioco spaventasse nei minuti di recupero tutti i tifosi e non solo.

L’Atalanta torna a vincere due mesi dopo la sua ultima vittoria. Gli episodi questa volta hanno giocato a favore di Colantuono e compagni. Inutile parlare di bel gioco quando i punti pesano come con il Catania. Mi sa che per quest’anno dovremo accontentarci. L’ho già detto, conta solo la salvezza.

Il Cagliari che arriva domenica potrebbe anche accontentarsi di non perdere. E la vittoria del Sassuolo sul Milan ci ricorda che quest’anno la quota salvezza potrebbe anche alzarsi perché nessuna squadra si dovrebbe staccare.

Marino, intanto, anticipa alcuni dettagli di mercato. "Livaja per Bianchi è fantamercato". Ma Livaja continua ad essere un corpo estraneo alla squadra. Gagliardini andrà a giocare a Cesena e considerato che a centrocampo il modulo prevede ora due solo elementi mi sembra la soluzione migliore. "Mi sento spesso con Marotta e Paratici", a proposito dei nostri giovani. Queste le preoccupanti affermazioni di Marino, soprattutto in funzione del destino di Baselli. Ricordo che il ragazzo, ancorchè come da manuale, impiegato poco da Colantuono, rappresenta il futuro. Il Cigarini visto in queste ultime partite, al pari di Migliaccio, assomiglia sempre più al passato che non torna. Altro che Nazionale.

In entrata, le dichiarazioni trionfanti di Marino nel post partita, vorrebbero convincere che basti il tignoso Benalouane. Bella copia dell’ultimo Colantuono calciatore. In queste ultime due partite non ha demeritato. Non può essere il futuro. Il tifoso si aspettava Zappacosta, oltre a Baselli. Se lo ricordi bene Marino, che deve ancora spiegarci l’acquisto di Nica.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da fabio

    Secondo me l atalanta e una grande squadra con giocatori buoni.e certi sicuramente nn sono da atalanta tipo nika.e avolte si potrebbe giocare con trazione anteririore.miglior difesa e l attacco

  2. Scritto da nino cortesi

    Abbiamo bisogno di un buon terzino sinistro sulla falsariga di Benaòpiane. Con Benalouane anche Stendardo e Lucchini reggono. Certo se facciamo giocare a sinistra di Moralez Brivio ed alla sua destra Brienza possiamo proclamare Maxi santo e martire.
    Facciamo così, ci servono due come Peluso dietro a sinistra e come Padoin davanti a destra. In attesa di Messi.

  3. Scritto da Luca Pirelli

    Non conosco personalmente il Sig Passirani,di certo vorrei poter un giorno fare una chiacchierata con lui di calcio,di Atalanta in quanto lo ritengo da sempre uno che Sto arrivando! Il fatto suo e che raramente nn indovina sui fatti calcistici della Dea!!! Aggiungo inoltre che nn essendo come tanti a libro paga della dirigenza nn ha di certo problemi a dire come in realta’ stanno le cose!!! Sinceramente Luca pirelli

  4. Scritto da uno qualunque

    Che la squadra debba essere rinforzata è evidente (una punta e un laterale di centrocampo sono imperativi!). Benaluane è partito con il piede giusto ma soffriremo fino all’ultima giornata se il mister non aggiusta la difesa, intesa come fase di gioco dell’intera squadra.Migliaccio purtroppo è l’ombra del giocatore che era un tempo ma paragonarlo a Cigarini (pur meno continuo dell’anno scorso), l’unico “piede pensante” del centrocampo insieme a Moralez, e definirlo “il passato” è ingeneroso.

  5. Scritto da greatguy

    io direi che passirani da 3 anni da contro la dirigenza (Marino in particolare) e l’allenatore…siccome le cosa a volte vanno bene e a volte meno, succede che ogni tanto la imbrocca..ma è un fatto casuale, fossimo al 3° posto lui direbbe piu o meno le stese cose

  6. Scritto da i fatti

    passirani e seguaci i fatti sono: 21 punti a fine andata e cinque punti sopra la terz’ ultima ..il resto come dico da inizio anno, sono chiacchiere!!!

  7. Scritto da riccardo

    tutto molto condivisibile, anche perché stavolta le critiche a Marino sono motivate da dati di fatto e non dalle illazioni del passato.

  8. Scritto da digeo

    E’ il solito rancoroso Passirani contro Marino e Colantuono, niente di nuovo.Benalouane non è un campione ma è uno da Atalanta.Teniamo presente che Passirani ha aspramente criticato anche l’acquisto di Denis e Moralez,ma oggi che Moralez è il 70 % della squadra non dice più nulla.Domenica Baselli sarà titolare al posto dello squalificato Cigarini; vedremo cosa vale in una partita alla sua portata. Ieri comunque Colantuono che non crede nei giovani ha messo in porta Sportiello e non Polito

    1. Scritto da poeret

      beh digeo.. Colantuono (che ringrazio ma spero da fine stagione di non veder più) ha anche messo in campo per l’ennesima volta Brienza..e qui mi fermo :-(

      1. Scritto da uno qualunque

        Straquoto.

      2. Scritto da digeo

        Stiamo discutendo di Marino e non di Colantuono,il quale peraltro come sempre (di culo magari) non fallisce le partite chiave.Marino ha sbagliato molto (contini, nica, brienza, ecc…) ma ha fatto anche cose ottime: Denis, Moralez, Cigarini, Stendardo (un pò in calo quest’anno,ma complessivamente ottimo acquisto); sono il primo a dire da sempre che la squadra è stata indebolita con le cessioni, ma bisogna anche riconoscere le cose giuste fatte dal direttore generale e non criticare sempre.

        1. Scritto da poeret

          e chi dice che Nica non è capace? Abbiamo una rosa che batte tante annate di Atalanta ma bisogna anche saperla usare/schierare.. a questo mi riferivo. Non fallisce partite chiave, contro l’ultima in classifica (che subiva 3 gol a partita in trasferta e ne segnava mezzo) ci è andata bene bene bene.. non è Marino che schiera Migliaccio centrale e lascia in panchina uno di ruolo (o i primavera),

          1. Scritto da digeo

            Passirani dice che Marino deve spiegarci l’acquisto di Nica, il che significa che secondo Passirani questo è un acquisto sbagliato. Personalmente l’ho visto 60 minuti a Genova con la sampdoria, troppo poco per esprimere un giudizio. Il difensore centrale (Lucchini) è stato schierato appena tornato disponibile, prima c’era solo Canini (non proponibile)

          2. Scritto da poeret

            Canini, 200 e passa partite in serie A non proponibile?! Certo meglio Migliaccio centrale (con che Orrori) e nel frattempo il Milan giocava con un primavera.. rifletta. Per Colantuono era improponibile anche Troisi che non sarà un fenomeno ma intanto è capocannoniere in Australia..ma no, è stato meglio schierare ancora Brienza nel ritorno l’anno scorso.

          3. Scritto da sergione

            dai capocannoniere ma vado in australia vado in doppia cifra amche io nè..la loro serie A è pari alla nostra lega pro -serie d..fai tu!

    2. Scritto da ALBERTO

      Digeo, Il rancoroso appare sempre più spesso Lei nei confronti di Passirani. Anche quando cita la squalifica di Cigarini vorrebbe proporre la sua verità. Peccato che sia falsa, come le altre di cui ci delizia.

      1. Scritto da digeo

        Siccome Passirani contesta Cigarini, ho semplicemente scritto che attendiamo di vedere se il suo sostituto è alla sua altezza. Tutto qui. Non ho proposto nessuna verità.

        1. Scritto da ALBERTO

          Sveglia, ci ha proposto Cigarini squalificato. Quando mai ?

    3. Scritto da riccardo

      Non direi rancoroso, almeno ultimamente e in questa circostanza in particolare, forse in passato, dove in effetti qualche giudizio tecnico l’ha “cannato” pure lui sia su Denis che su Moralez, giocatore quest’ultimo peraltro controverso da molti.
      Se vogliamo essere onesti la squadra ha dei problemi e delle carenze oggettive e sottolineare che Nica non abbia risolto gli atavici problemi sulla fascia dx che dovevano essere risolti mi pare una considerazione quasi oggettiva e per nulla rancorosa