BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Consensi ai sindaci Tentorio 62esimo col 50% ma sale rispetto al 2012

L'indagine annuale che Ipr Marketing conduce per Il Sole 24 Ore sul gradimento ottenuto dai sindaci premia il sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo: il 67% dei cittadini sarebbe disposto a rivotarlo. 62esimo il primo cittadino di Bergamo Franco Tentorio: consensi al 50%, -1,4% rispetto al 2009 ma in ripresa del 2,5% rispetto allo scorso anno.

Il sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo, del centrodestra, è il primo cittadino migliore d’Italia: a dirlo è l‘indagine annuale che Ipr Marketing conduce per Il Sole 24 Ore analizzando il gradimento ottenuto dagli amministratori locali. Il 67% dei pavesi sarebbero disposti a rivotare il proprio sindaco, le cui quotazioni sono in risalita dell’11% rispetto alla rilevazione dello scorso anno e del 13% rispetto all’elezione nel 2009.

Alle sue spalle, con il 66% dei consensi, il sindaco di Bari Michele Emiliano, del centrosinistra, in crescita del 6,1% rispetto al giorno dell’elezione e del 9% sul 2012, e quello di Salerno, anch’egli del centrosinistra, Vincenzo De Luca, al 65% ma in calo del 7% sullo scorso anno.

Il sindaco di Bergamo Franco Tentorio è solamente 62esimo: il 50% dei bergamaschi sarebbe ancora disposto a votarlo, una percentuale in calo rispetto al 2009 (-1,4%) ma in crescita del 2,5% rispetto a quanto rilevato nella precedente indagine.

Dalla rilevazione di Ipr Marketing emerge un calo di popolarità per i sindaci del Movimento 5 Stelle: Federico Piccitto (15esimo), primo cittadino di Ragusa, ha dalla sua parte ancora il 58,5% dei cittadini ma perde quasi l’11% dall’elezione. Stesso discorso per Federico Pizzarotti (73esimo), sindaco di Parma, che perde l’11,2% dei consensi, avendo dalla sua ancora il 49% dei parmensi.

Nelle grandi città tengono il sindaco di Firenze e neo segretario Pd Matteo Renzi (26esimo con il 55% dei cittadini disposto a votarlo nuovamente, -4,5% dall’elezione e +3% sullo scorso anno) e quello di Torino Piero Fassino (16esimo, al 58% in ripresa dell’1,3% rispetto a quanto avevano detto le urne).

A Palermo Leoluca Orlando tiene il 59% dei consensi, piazzandosi al 12esimo posto ma perde il 13,4% dal giorno dell’elezione e il 12% dallo scorso anno, il secondo calo più alto dopo quallo del sindaco di Genova Marco Doria, crollato del 15% e 76esimo in classifica con il 48% dei genovesi disposti a rinnovargli la fiducia.

Le statistiche non sorridono nemmeno ai sindaci di Roma, Milano e Napoli. Ignazio Marino è 21esimo e tiene ancora il 56,5% dei consensi ma perde il 7,4%; al 54esimo posto sia Giuliano Pisapia che Luigi De Magistris, fermi al 51%: perdono rispettivamente il 4,1 e il 14,3% rispetto al giorno dell’elezione.

Ultimi della speciale classifica, entrambi del centrosinistra, sono, con solo il 40% dei consensi, il sindaco di Taranto Stefano Ippazio, che perde il 29,7% rispetto al giorno delle elezioni, e Maria Rita Rossa, primo cittadino di Alessandria, giù del 28%.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da boh...

    Rilevamento statisticamente inattendibile…comunque la politca del “toca negòt” è la più comoda da seguire…bergamo sveglia!!
    ascoltiamo chi ha nuove idee da proporre!

    1. Scritto da no dubt

      Se anche fosse così, visto quanto combinato dal suo predecessore ho pochi dubbi. Nella scarsezza, meglio chi tocca poco. Fa meno danni.

      1. Scritto da boh..

        Infatti abbiamo una bella città ingessata da troppi anni, una città vecchia dove tutto invecchia rapidamente.
        Se vogliamo che i giovani rimangano non basta cercare di non fare danni, servono politiche coraggiose.
        Comunque “nella scarsezza” sono state fatte anche scelte sbagliate (vd piazza stazione e bergamo 2019). SI accontenti lei

  2. Scritto da nino cortesi

    Con un cittadino qualsiasi del M5* non si pagherebbero più i parcheggi all’Ospedale per esempio.

  3. Scritto da domenico

    è stato un sindaco inespressivo , in linea con i sindaci che ha avuto la città .. ma lui in tal senso li batte tutti !

  4. Scritto da per le precisione

    Tentorio al 50% è di buon auspicio. Roberto Bruni (in questa stessa data, 5 anni fa) era al 54% e perse. Speriamo che la storia si ripeta…

    1. Scritto da tassonomico non nozionista

      ti accontenti di poco …………

  5. Scritto da Egidio

    Non è che sia migliorato lui e che si conosce chi è lo sfidante proposto dal centrosinistra: Gori.
    Che regalo ha fatto il PD a Tentorio.

    1. Scritto da wiw

      Gori non regala niente. E’ il Pd che svela la sua natura di camaleonte e la sua politica strumentalizzante. Che tristezza, povera bergamo.