BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Un futuro alla memoria”, MolteFedi e Lab80 ricordano la Shoah

Lunedì 31 gennaio verrà proiettato il documentario “Il viaggio più lungo. Rodi-Auschwitz”, seguito dall’incontro con il regista e lo storico della Shoah Marcello Pezzetti. Chiuderà la serata la testimonianza di Sami Modiano, deportato ad Auschwitz.

Anche quest’anno Molte fedi sotto lo stesso cielo, in collaborazione con Lab80, si impegna per non dimenticare il dramma della Shoah. In occasione della Giornata della Memoria, venerdì 31 gennaio alle 20.30 all’Auditorium di Piazza della Libertà in Bergamo verrà proposta la proiezione del documentario “Il viaggio più lungo. Rodi-Auschwitz”, e a seguire incontreremo Ruggero Gabbai, regista, e Marcello Pezzetti, storico della Shoa. Chiuderà la serata la testimonianza di Sami Modiano, deportato ad Auschwitz.

“Il viaggio più lungo. Rodi-Auschwitz” è il nuovo film diretto da Ruggero Gabbai e scritto da Marcello Pezzetti e Liliana Picciotto. Il film, attraverso le testimonianze di Sami Modiano, Stella Levi e Albert Israel, ripercorre le vicende degli ebrei rodioti, dagli anni dell’amministrazione italiana fascista, all’introduzione delle leggi antiebraiche nel 1938, fino all’8 settembre, quando l’isola passò sotto il controllo nazista. Il racconto si concentra poi sui lunghi giorni della deportazione ad Auschwitz, da cui il film trae il suo titolo. Il 24 luglio 1944, infatti, i 1820 ebrei di Rodi furono imbarcati su navi mercantili, condotti ad Atene e dà lì ad Auschwitz dove giunsero il 16 agosto 1944. Solo 150 degli ebrei di Rodi sopravvissero.

Il costo del biglietto per la serata è di 5 euro; le prenotazioni si apriranno lunedì 13 gennaio, a partire dalle 8 sul sito internet www.moltefedisottolostessocielo.it e dalle 9 alla sede delle Acli di Bergamo. I biglietti prenotati online dovranno essere ritirati entro lunedì 27 gennaio nella sede delle Acli di Bergamo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.