BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torna il maltempo Ma il vero inverno ancora non si vede previsioni

Domenica terminerà il periodo anticiclonico che insisteva sull'Italia, lasciando spazio a due perturbazioni che porteranno piogge e abbondanti nevicate: calo termico in vista ma l'inverno vero rimane a nord delle Alpi.

Più informazioni su

Sull’Italia sono in arrivo due perturbazioni ma non è ancora tempo di inverno, quello vero: il clima rimarrà ancora più simile a quello della stagione autunnale, nonostante piogge, nevicate e temperature in calo di 3-4 gradi.

“Proseguirà fino a domenica il periodo anticiclonico sull’Italia; poi arriverà una prima perturbazione dall’Atlantico e aprirà un periodo molto dinamico, che ci accompagnerà a fasi alterne sino alla fine del mese”. A dirlo è il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera.

Dopo un week-end all’insegna della variabilità, due saranno le perturbazioni che raggiungeranno la prossima settimana l’Italia: la prima transiterà tra il 14 e il 15 gennaio, la seconda tra il 18 e il 19 gennaio e sarà associata a venti di Scirocco che alimenteranno una bassa pressione che metterà radici sul Mediterraneo e porterà piogge e acquazzoni un po’ ovunque. Abbondanti nevicate si avranno ancora una volta sulle Alpi, localmente a quote basse al Nord ovest, sopra i 1200-1400 metri in Appennino. Le temperature subiranno un calo di 3-4 gradi.  

“La fase eccezionalmente mite che ha interessato l’Europa sta per tramontare, ma in Italia non arriverà il gelo, almeno per il momento. Le correnti umide e le temperature che hanno determinato valori da record su molti Stati verranno sostituite da quelle fredde, che dilagheranno su mezza Europa. Ma il grande Inverno, quello che fa battere i denti, coinvolgerà solo gli Stati del Centro Nord Europa. In Italia, invece, avremo un ritorno a valori più consoni alle medie tipiche del periodo, con un Inverno che vestirà ancora abiti autunnali e con effetti maggiori al Centro Nord”, conclude l’esperto.  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.