BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Primarie cittadine, si litiga per il terzo nome Il quarto è Gargano

Fumata nera in casa centrosinistra sul terzo nome da presentare alle primarie cittadine. La lunga riunione di Sinistra ecologia e libertà di mercoledì sera non è stata decisiva. La rosa dei candidati si è però ristretta: Nicola Cremaschi di Legambiente ha fatto un passo indietro a causa dei tentennamenti di Sel, Gabriele Sola non ha mai convinto. Rimangono Dimitri Lioi, che è stato proposto ufficialmente dal circolo cittadino con un voto in assemblea, e Marcella Messina che già settimana scorsa aveva deciso di declinare l'invito.

Più informazioni su

Fumata nera in casa centrosinistra sul terzo nome da presentare alle primarie cittadine. La lunga riunione di Sinistra ecologia e libertà di mercoledì sera non è stata decisiva. La rosa dei candidati si è però ristretta: Nicola Cremaschi di Legambiente ha fatto un passo indietro a causa dei tentennamenti di Sel, Gabriele Sola non ha mai convinto. Rimangono Dimitri Lioi, che è stato proposto ufficialmente dal circolo cittadino con un voto in assemblea, e Marcella Messina che già settimana scorsa aveva deciso di declinare l’invito. Il suo nome però circola ancora, proposto per trovare la quadra con il gruppo dei Tessitori. “La decisione formalizzata più significativa è che parteciperemo alle primarie – spiega Gino Gelmi di Sel -, anche se modalità con cui si è arrivati a questa competizione non ci hanno entusiasmato. Però non si può non puntare su una prospettiva di governo altra, con un ruolo anche per la sinistra. Sul nome abbiamo un’indicazione di massima da parte del circolo della città, ma ufficializzeremo la nostra posizione solo nel momento in cui verrà presentata la coalizione. Non vogliamo procastinare, è solo che non c’è ancora l’ufficialità”.

Nella lunga giornata di giovedì, tra telefoni roventi e riunioni volanti, la certezza è la discesa in campo di Rocco Gargano. Il forfait di Nicola Cremaschi ha dato il via libera definitivo all’avvocato, esponente di Micromega Bergamo, che nei prossimi giorni raccoglierà le 200 firme necessarie. E’ il classico outsider, battitore libero, senza nulla da perdere. L’altra notizia ufficiale è che Rifondazione comunista non parteciperà alle primarie e costituirà una lista direttamente alle elezioni. La riunione dei militanti cittadini ha formalizzato la decisione già ventilata nei giorni scorsi.

Tutti ora aspettano le parole di Giorgio Gori. Venerdì è in programma la conferenza stampa in cui il candidato del Pd annuncerà qualche tema forte della sua campagna elettorale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Domenico Corna

    Sola e chi è costui?
    Cosa centra con la sinistra? Nulla, anzi l’ha sempre criticata (anche in modo strumentale). Quindi perché la sinistra dovrebbe candidarlo, se tutti quelli che angosciosamente ripropongono la sua candidatura ne sono convinti, se ha davvero tanti consensi, bene raccolga le firme e si candidi autonomamente alle primarie.
    Così vediamo i voti e i consensi che ha, non c’è problema..

    1. Scritto da wiw

      Bene, allora andate avanti, che Gori ringrazia. Contenti voi…

  2. Scritto da Vir

    sono d’accordo con gli altri, Sola è l’unico nome che può essere in grado di competere con Gori. Forse non convince i parrucconi di partito che vogliono il loro quarto d’ora di gloria, ma convincerebbe tanti cittadini di Bergamo ad andare a votarlo. Io sono tra questi.

  3. Scritto da giorgio

    non capisco questo accanimento contro Sola da parte della vostra redazione. Io credo che Sola sia l’unico in grado di partecipare alle primarie e se c’è lui il mio voto, quello di mia moglie è sicuro. Non è che per caso state facendo campagna elettorale per Gargano?

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      dove vede l’accanimento contro Sola?

  4. Scritto da dark

    A mio avviso o si è in grado di proporre un candidato in grado di competere con il gori di turno, oppure è meglio starne fuori e far lista a parte. Il secondo caso è solo per l’identità e le conseguenze politiche (anche in caso di ballottaggio…), l’altro è più rischioso ma anche più intrigante. Tra i nomi usciti per questa opzione può starci solo Sola, che non è certo sinistra-sinistra.

    1. Scritto da domenico

      La proposta di una lista diretta alle elezioni è invece ottima. Si esce da queste primarie di plastica e si parla alla gente nella competizione vera. Non si spunterà un risultato elettorale, forse. Ma certo è più dignitoso che fare finte competizioni con candidati improponibili, ed è meglio a costruire una presenza vera nella città che stare a seguire il pifferaio Gori.
      Sola se ha tanti consensi che raccolga le firme e si candidi alle primarie che problema c’è?