BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Skunk Anansie a Bergamo E’ già sold out il concerto del Creberg

La tappa bergamasca del Teatro Creberg, data martedì 18 marzo, ha fatto registrare il primo "tutto esaurito". Le porte, quella sera, saranno aperte alle 20.30 e la band inglese salirà sul palco orobico intorno alle 21.

Dopo il successo del tour estivo, che li ha visti calcare i palchi della penisola da Nord a Sud, gli infaticabili Skunk Anansie tornano in Italia – a marzo – in una nuova veste acustica nei teatri. Quattro le date previste per questa inedita esperienza di Skin e soci: Bergamo, Roma, Bologna, Padova. Ed è proprio la tappa bergamasca del Teatro Creberg, data martedì 18 marzo, che ha fatto registrare il primo sold out. Le porte, quella sera, saranno aperte alle 20.30 e la band inglese salirà sul palco orobico intorno alle 21. 

Una nuovissima avventura per Skunk Anansie, l’ennesima – nei quasi vent’anni di carriera – sfida per la travolgente rock band capitanata da Skin, ideatrice di questo tour acustico, partito da un ragionamento rispetto alla "confidenza" che la singer ha con la sua voce: "Molti cantanti non amano la propria voce e in qualche modo sono anch’ io molto insicura e ho timore ad esporre la mia voce senza che sia accompagnata da un suono. Mi sono chiesta: ok sono in grado di cantare forte, ma potrei farlo ugualmente cantando piano?".  

Sono queste le premesse che hanno portato la band ad esibirsi in "An Acoustic Skunk Anansie – Live In London" lo scorso 15 Aprile, esperienza sfociata in un disco e dvd usciti a settembre 2013 per Carosello Records.

Il quartetto ha rivisitato splendidamente alcuni dei brani più amati del proprio repertorio (da "Hedonism" a "Secretely", da "Charlie Big Potato" a "Week") e canzoni degli ultimi album in studio (compresi i successi di "Squander", "Because of you", "My ugly Boy"), davanti a novecento fortunati spettatori. Uno show coinvolgente, ritratto intimo di una band che ha coraggiosamente giocato con la propria storia illustre, riuscendo a mantenere il potere di provocare e stupire anche in versione acustica.

Il tour italiano sarà dunque un nuovo passaggio di questa avventura acustica: inedita per gli ascoltatori e anche per la stessa rock band: "La prospettiva è diversa quando si è seduti sul palco e occorre concentrarsi molto sulla propria musica. Rivederci durante lo show di Londra ci ha fatto capire come era tutto così fresco e vitale, un entusiasmo ed un’energia impossibile da falsificare. Noi siamo orgogliosi di ogni album che abbiamo fatto, ma questa esperienza acustica è davvero qualcosa di speciale".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da bruno

    De gustibus. Molto meglio una cosa del genere piuttosto che, ad esempio, una scadente stagione lirica. Perché quella è pagata con i soldi pubblici.

  2. Scritto da manlio

    che ciofeca di band