BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Menù di classe a 35 euro L’appetitosa proposta degli chef bergamaschi

Il nome scelto per il progetto è Trentacinque, un filo conduttore collegato da diversi fattori: il prefisso di Bergamo (035), i 35 euro per un menù completo, i 35 chilometri che separano Bergamo da Milano (in prospettiva di Expo 2015), e i 35 ristoranti che inizialmente hanno aderito

Una cena o un pranzo di classe a 35 euro, vino e caffè compresi. E’ l’appetitosa proposta di un gruppo di ristoratori bergamaschi, che si sono uniti per un’iniziativa che ha l’obiettivo di promuovere i propri locali.

Il nome scelto per il progetto è Trentacinque, un filo conduttore collegato da diversi fattori: il prefisso di Bergamo (035), i 35 euro per un menù completo, i 35 chilometri che separano Bergamo da Milano (in prospettiva dell’Expo del prossimo anno), e i 35 ristoranti che inizialmente hanno aderito (anche se poi dovrebbero essere di più).

“La nostra è una proposta nata in concomitanza con quella di Ingruppo, l’altra iniziativa dei ristoratori bergamaschi -spiega lo chef Chicco Coria del One restaurant di Dalmine, uno dei promotori di Trentacinque-. L’idea è quella di far avvicinare le persone ai nostri ristoranti con un prezzo piuttosto conveniente per un menù di alto livello. E far conoscere così i nostri piatti a più gente possibile”.

Trentacinque prenderà il via il 14 gennaio e sarà attiva per sei mesi. Per i dettagli dell’iniziativa è possibile consultare il sito Trentacinqueuro.it, dove sarà pubblicata anche la lista completa dei ristoranti aderenti. Come ad esempio Mille, San Vigilio, I sapori di terra e di mare, Enoteca Zanini per la città, One restaurant di Dalmine per l’hinterland, Mariet di Romano per la Bassa, Albergo della Torre di Trescore Balneario per le Valli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giovanna

    sono andata in un paio di ristoranti che hanno aderito all iniziativa 35 euro e assicuro che la qualità è stata ottima e servizio gentile. per cui il giudizio è assolutamente ottimo

  2. Scritto da sandro boscolo

    Idea eccezionale nel promuovere il tutto…far sapere alla gente cosa vuol dire alta scuola e la differenza di preparazione e di servizio…penso che sarà un’idea eccezionale..Auguri ragazzi e buon a fortuna per il tutto…

  3. Scritto da Giovanni

    Nn è tanto il costo ma bisogna vedere cosa ti mettono nel piatto !

  4. Scritto da Giovanni

    Ieri sera ho pagato 29 € per una tagliata mediocre, un dolce e un bicchiere di vino……..di fronte all’Auchan di Curno. Quindi secondo me è un ottima iniziativa perlopiù promossa dai ristoranti che vanno x la maggiore.

  5. Scritto da Stefano

    Io trovo che in concomitanza dell’iniziativa di INGRUPPO, questa sia un OTTIMA offerta!
    RIDICOLI tutti quelli che si lamentano del prezzo di 35€, per un pranzo/cena DI QUALITA’ con una bottiglia di vino; sicuramente sono gli stessi INGENUI che per un’anonima Pizza e una Birra spendono 20/25€ a testa.
    Qui non si parla di trattorie “alla buona” dove l’importante è avere il piatto stracolmo di casoncelli e di polenta, parliamo di ristoranti di qualità e di prodotti ricercati..SVEGLIA!!

    1. Scritto da W V.E.R.D.I.

      Tradotta in parole povere i suddetti locali han dovuto calare le braghe perchè ai loro prezzi standard non li fila nessuno visto che di soldi da spendere ce ne sono pochi..

  6. Scritto da W V.E.R.D.I.

    Non per fare il bastian contrario ma non è per niente difficile trovare un sacco di posti dove mangi bene,tanto a meno di 35 euro.Non mi sembra una gran ideona questa iniziativa.

    1. Scritto da Paolo

      Dato che nei ristoranti coinvolti normalmente paghi 50 euro io penso sia una bella iniziativa

      1. Scritto da frank62

        Pagare 50 ma anche 35 euro per mangiare, da noi è un delirio; soprattutto perché ormai la qualità è sputtanata alla faccia del Km 0 o del cosidetto “slow food” che sono tutte belle sigle ma vuote di contenuti. Ogni tanto vado in questi locali e vi assicuro che del cibo te ne scordi 30 secondo dopo esserci usciti, per il costo invece ci si impiega un po’ di più ! Meglio starsene a casa …

        1. Scritto da Dipende da dove mangi...

          La qualità non è sputtanata ovunque, bisogna saperla riconoscere e quando c’è pagarla il giusto.

  7. Scritto da Giovanni

    Nn è tanto il costo ma bisogna vedere cosa ti mettono nel piatto !

    1. Scritto da Stefano

      Cosa ti metteranno mai, scorie radioattive o scarti di animale?!??!…stai pur certo che sicuramente mangi meglio che al Mc Donald’s o nel ristorante Sushi…

    2. Scritto da Paolo

      Italia paese di diffidenti…impariamo a fidarci del prossimo

  8. Scritto da sandro

    io max arrivo a 18 euro

  9. Scritto da Napoleone

    Ma tra Bergamo e Milano ci sono un po’ più di 35 km! :D

    1. Scritto da aldo

      Certamente tra i due capoluoghi, penso sia una media tra i comuni limitrofi alle due provincie, anche perche” 40 euro era un po’ caro

  10. Scritto da davide

    30 euro sarebbe stato più apprezzato e alla portata di molti…

  11. Scritto da ROMINA

    Bella Idea…da approfittare!