BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Marino incontra la Juve Sul tavolo delle trattative Baselli e Zappacosta

I gioiellini dell'Atalanta ingolosiscono i bianconeri, da sempre attenti ai giovani. Tra il dg nerazzurro e Fabio Paratici si è parlato di strategie future, come successo un anno e mezzo fa con Gabbiadini, ma pare impossibile che i due si possano muovere a gennaio dalle rispettive squadre.

Dopo Padoin, Gabbiadini e Peluso l’asse Bergamo-Torino è tutt’altro che chiuso. Atalanta e Juventus, infatti, mercoledì sera si sono incontrate e hanno parlato di strategie future: sul tavolo delle trattative del dg nerazzurro Pierpaolo Marino e il ds bianconero Fabio Paratici sono finiti i nomi di Daniele Baselli e Davide Zappacosta, due dei gioielli del club bergamasco che più stanno facendo parlare gli addetti al mercato negli ultimi tempi.

Baselli, classe 1992, dopo l’esaltante stagione 2012-’13 con la maglia del Cittadella è finito sul taccuino di mezza serie A. In estate si erano mosse Inter e Fiorentina ma l’Atalanta aveva sempre risposto "picche": troppo promettente quel ragazzotto bresciano per farlo partire così presto, senza nemmeno averlo messo alla prova nel grande calcio. E quest’anno, buttato nella mischia in alcune occasioni eccellenti (vedi San Paolo e San Siro), Baselli ha dimostrato che le sue gambe proprio non ne vogliono sapere di tremare.

Negli ultimi giorni anche il Palermo ha provato a farsi avanti per ottenere il regista in prestito per questa seconda metà di stagione ma il dg atalantino ha respinto pure l’offerta dei rosanero con un secco "no".

Zappacosta, invece, sta confermando con la maglia dell’Avellino (che detiene la metà del suo cartelino) tutto quello che si è sempre detto di buono sul suo conto. 18 presenze e 2 gol finora per lui, che è stato titolare col club campano anche negli ultimi due campionati di Lega Pro. Classe 1992, il terzino nativo di Sora è uno dei giovani più promettenti dell’intera cadetteria e, non a caso, ha già attirato le attenzioni di diversi club.

Nella chiacchierata di mercoledì sera (nella foto di gianlucadimarzio.com) Marino e Paratici non hanno parlato di strategie a breve termine. La Juventus, infatti, non avrebbe alcuna convenienza nel portare a Torino già col mercato di gennaio (e nemmeno nella prossima estate) due giovani per scaldare la panchina e, in prospettiva futura, il dirigente torinese ha chiesto la metà dei due cartellini. Marino non ha chiuso le porte ma di accordi veri e propri non ce ne sono stati: i due gioiellini dovrebbero dunque finire la stagione con le rispettive squadre nell’interesse di tutte le parti in causa. L’Avellino, infatti, sta disputando un ottimo campionato in cadetteria e sembra quasi impossibile che possa lasciar partire così, a metà stagione, uno dei pezzi più pregiati della sua rosa. Stesso discorso vale per l’Atalanta che in Baselli ha trovato un regista affidabile che, all’occorrenza, può sostituire nel migliore dei modi Cigarini o giocarci a fianco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da franco

    Si continuiamo a vendere i giovani e a prendere (in prestito) gente sopra i 34anni …..che andremo lontano!

    1. Scritto da Gio da PV

      Gorande! Da altre parti leggo che pensano di scambiare Livaja (20) con Bianchi (31). Rolando, passato da Atalanta Cagliari Reggina Manchester City Lazio Torino, arriva al Bologna dove gli fanno 3 anni di contratto + opzione x 1. Si da il caso che dopo pochi mesi il Bologna se ne voglia liberare e noi … “boccaloni” subito lì in prima fila a farsi …. !!! Dopo che ci ha rifiutato!!! L’Inter, che imbottita di very over 30 (ieri a UD 109 anni in tre!) sta naufragando, non insegna nulla ?

  2. Scritto da nino cortesi

    Atalanta ente di beneficenza. Che ci ha mai dato la Juventus di buoni giocatori? Perché non ci dà Giovinco, che Zappacosta e Baselli glieli regaliamo. Abbiamo Cazzola che è migliore, anche di Migliaccio e non si capisce perché non sia sempre in campo.

  3. Scritto da ElleA69

    mi può star bene l’asse Bergamo-Torino per i giocatori, ma questo non giustifica il calare le braghe ogni volta che li incontriamo prima ancora di giocare…