BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo capitale, le spese: 30 mila euro per il sito Gettoni e rimborsi a tutti

Rimborsi spese, gettoni di presenza, migliaia di euro per cartelloni, sito internet e comunicazione. Sul sito della candidatura di Bergamo capitale della cultura 2019 sono state pubblicate nel dettaglio tutti i costi sostenuti (aggiornati al 30 settembre) per il progetto che non ha convinto i commissari.

Rimborsi spese, gettoni di presenza, migliaia di euro per cartelloni, sito internet e comunicazione. Sul sito della candidatura di Bergamo capitale della cultura 2019 sono state pubblicate nel dettaglio tutti i costi sostenuti (aggiornati al 30 settembre) per il progetto che non ha convinto i commissari. Bergamo infatti non è riuscita a entrare nella lista ristretta di candidate che si giocheranno la vittoria finale: Matera, Cagliari, Lecce, Ravenna, Perugia/Assisi.

Spiccano le spese per la comunicazione: sito internet (30 mila euro), uffici stampa nazionali e territoriali (20 mila euro), social network (2.500), un inserto sull’Eco di Bergamo (12mila euro)… Ma anche quelle per il team del progetto: 127 mila alla squadra di Federica Olivares e 120 mila al team Lord.

Mancano all’appello le spese dal 30 settembre alla fine dell’anno, compresa la “spedizione” a Roma della delegazione bergamasca. Intanto già dall’elenco si possono notare alcune spese curiose come gli oltre 30 mila per il sito internet o l’amministrazione dei social network.

Ecco tutte le spese nel dettaglio.

Team di progetto

Spese viaggio e ospitalità Maestro Ermanno Olmi: 1.698,90

Rimborsi spese e gettoni presenza Davide Ferrario: 877,30

Gettoni presenza Silvio Garattini: 363,00

Rimborsi spese e gettoni presenza Sergio Chiesa: 463,00

Rimborso spese Matilde Dillon: 428,65

Gettoni presenza Enrica Pagella: 375,00

Team Lord: 120 mila euro

Team Federica Olivares: 127 mila 700 euro

Luigi Ceccarelli: 30 mila 492 euro

Rosa Galantino (segreteria con funzione di coordinamento diversi team di progetto): 13.579,38

Spese ospitalità e soggiorno team Lord periodo marzo-settembre: 9.189 euro

Rimborso spese consegna dossier a Roma 19/09: 364,38

Stampa n. 50 copie dossier: 786,50

Spese corriere ritiro dossier a Milano: 45 euro.

Bergamo Open Mapping:

Monitoraggio e gestione del sistema 3.750,00

Web designer realizzazione del sistema 1° semestre 2013 5.626,50

Supporto al monitoraggio (dal 22/04 al 31/12/2013) 5.277,73

Stampa volantini promozione del sistema 605,00

Viaggio in Bulgaria:

Viaggio delegazione Bulgaria 8.982,31

Rimborso spese viaggio in Bulgaria 455,67 9

Comunicazione:

Coordinamento comunicazione 14.640,00

Sito internet 30.250,00

Filmato animazione Bozzetto 1.573,00

Implementazione modulo newsletter su sito 969,90

Inserto Eco di Bergamo 12.100,00

Striscione per Giro d’Italia 701,80

Distribuzione dépliant con Bergamo Avvenimenti 1.830,00

Realizzazione gadgets e materiali promozione 12.548,91

Stampa n. 500 cartelle 1.082,95

Manutenzione totem 1.427,80

Realizzazione n. 50.000 dépliants 2.746,70

Ristampa n. 50.000 dépliants 2.013,00

Realizzazione n. 6 roll up 439,20

Stampa n. 2.000 flyer 145,20

Realizzazione n. 5.000 cartoline 477,95

Realizzazione n. 24 pannelli promozionali 570,96

Servizi foto e video 01/07-12/09 1.403,00

Gestione canali social network 2.500,00

Ufficio stampa nazionale 12.200,00

Ufficio stampa territoriale 7.290,00

Traduzione testi per flyer e pre-dossier 2.525,61

Partecipazione ad eventi in Provincia di Bergamo 6.710,00

Oneri per iniziativa Teatro Sociale 27/07 473,30

Maschere per Teatro Sociale 27/07 2.057,00

Spese incontro Sindaci 27/07 600,00

Hostess 12/09 140,00

Allestimento Casa Suardi

Allestimento Casa Suardi 980,10

Servizio fotografico 968,00

Traduzione testi inglese 680,79

Acquisto cancelleria 48,30

Acquisto cornici 508,20

Servizio hostess inaugurazione 90,00

Pulizie casa Suardi 60,50

Compenso, rimborso spese e ospitalità Lourdes Fernandez 3.577,98

Cena Botta 04/09/13 330,00

Incursioni danza 3.025,00

Proiezioni cinematografiche 2.928,00

Incursioni teatrali 3.050,00

Spettacolo teatrale Crespi d’Adda 3.660,00

Spese amministrative e generali

Cobe Direzionale S.p.A. segreteria organizzativa e amministrativa 9.150,00

Rag. Rosella Colleoni segretario amministrativo come da atto costitutivo, adempimenti Contabili e fiscali 4.758,00

Consulente del lavoro 527,31

Dott. Mario Giudici revisore dei conti 1.903,20

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da darioflautista

    my sweet Lord, oh oh my Lord…

  2. Scritto da luca

    Sempre la stessa storia. Se avessero speso poco li avrebbero attaccati per non averci creduto. I soldi sono stati spesi per cambiare qualcosa in questa città di sapienti che si nascondono, per due terzi offerti da PRIVATI. Fondi equivalenti ad un marciapiedi per una causa che non ha prezzo tanto è vero che tutti i santi giorni se ne discute e non certo per il sito!!! Polemiche da bar per un popolo bue che si abbevera di venticelli polemici elettorali. E poi disinformazione, completa.

    1. Scritto da Mario

      “Se avessero speso poco…” avremmo qualche soldo in più in tasca, caro lei… Invece hanno speso tanto per un buco nell’acqua, car a lü… Preferisce così?

    2. Scritto da ru

      Se avessero passato l’esame nessuno avrebbe detto di questo SPRECO SCANDALOSO. E lei che chiede omertà è semplicemente vergonoso. Se fossero suoi lii avrebbe spesi così sti soldi? Vivaddio che c’è chi pubblica anche questi CONTI DELLA SERVA

      1. Scritto da luca

        Ohibò ma lei dove la vede la parola omertà? Semplicemente. E anche vivaddio.

        1. Scritto da ru

          Eh certo, lei parla di popolo bue e altre amenità snob. Omertà e vivaddio le ho scritte io…difficile vero? Intanto non ha risposto alla mia domanda. Questo invece lo vede chiunque.

          1. Scritto da Luca

            La sua domanda è talmente amena e puerile che divento veramente snob. Si nutra pure di quello che le viene dato in pasto. Bontà sua, sempre se non le dispiace, rimango della mia idea. Se mi è concesso. E adesso tutti negli Usa a farsi il sito a 45 dollari…mi dispiace per gli operatori del settore ma così è se vi pare! Facciamoci una risata dai.

          2. Scritto da 4 dollari

            Semplicemente, lei per la seconda volta NON risponde. Tutto il suo vezzeggiare è l’insopportabile “benaltrismo” che ammazza il bene pubblico e la fiducia di un popolo in chi governa. Non vedo di cosa ridere e mi viene in mente il ben noto proverbio, a proposito del suo “riso” e risate.

    3. Scritto da Redazione Bergamonews

      Rispondo solo sul passaggio “disinformazione completa”: nel nostro articolo ci sono cifre prese pari pari dal sito di Bergamo Capitale della Cultura, pura cronaca, vera, a meno che non abbiano pubblicato conti sbagliati. Buona giornata. RdC

      1. Scritto da Luca

        Rosella no, non ciurlar nel manico.L’informazione non riguarda le cifre, ridicole sito a parte che doveva essere più economico, ma il fatto che la gente che commenta la Bulgaria, per esempio, non sa e non vuol sapere. Beve. E basta. Che i soldi siano arrivati da privati, altro esempio e non sono INTERCAMBIABILI. E che cambiare strada costa, purtroppo non solo in termini di denaro. Mi sembra di ricordare una Bergamo che non vuol cambiare in un tuo pezzo. Che si conferma nei fatti. Cominci tu?

        1. Scritto da Redazione Bergamonews

          Io non posso parlare per conto dei commentatori, rispondo su quanto ha pubblicato bgnews, E non mi sembra che le cifre siano tutte “ridicole a parte il sito” come scrivi. Da dove arrivino i soldi non è il tema dell’articolo, il tema sono la quantità e le destinazioni di questi soldi. RdC

  3. Scritto da c

    Meno male che non abbiamo vinto.

  4. Scritto da Giovanni

    Vogliamo parlare dei 15000 e rotti euro che sono andati a finanziare il progetto Bergamo Open Mapping che ha totalizzato la bellezza di, udite, udite, di “quasi” 6000 visitatori unici.
    15000 euro per finanziare un banale mashup realizzato da studenti universitari (con buona probabilità a titolo gratuito).

  5. Scritto da La verità fa male

    Negli utlimi due anni il cittadino italiota si è beccato IMU, TARES, tasse di ogni genere, redditometri, spesometri, blitz fiscali, Equitalia, riforma Fornero delle pensioni, decreti salva Roma e prestiti salva MPS, aumento aliquota IVA dal 21% al 22%, aumento generalizzato delle tariffe, e ora si sta per beccare TASI, TARI e aumento dei bolli sui conti correnti. Dopo aver sopportato tutto questo le cifre riportate in questo articolo mi sembrano quasi delle bazzecole

  6. Scritto da Mario

    Totale : 486.657,98 euro (caspita…neanche mezzo milione !!!)
    dei quali 247.700 per i Team Lord (chi sono ?) e Olivares + 30.492 per Luigi Ceccarelli (chi sarebbe costui ?).

    1. Scritto da yoyo

      Ceccarelli è l’esperto romano che dirige la Casa delle arti e la stagione di prosa, per la quale già percepisce il massimo che può prendere un consulente di un ente pubblico (venti mila euri). vedi internet.

  7. Scritto da lorenxo

    Ma la Bulgaria cosa centra?
    Lo scandalo comunque non sono le spese, ma che si è investito senza avere un’idea chiara della proposta.
    I sostanza dimostrando una carenza di pensiero impressionante, e quella capacità culturale li o ce l’hai o non la puoi comprare. E infatti…..

  8. Scritto da Daniele

    Sui costi dei servizi non si discute, vi scandalizzate del fatto che un sito web costi 30.000€… senza avere la minima idea dei prezzi che girano in quel settore di mercato. Può essere un tantino alto, ma resta il fatto che quel sito era tutto sommato un prodotto di qualità nella forma (non entro nel merito dei contenuti). Per il resto le spese mi sembrano ben equilibrate… non fosse che per i 247.000€ di spese complessivi per il team Olivares-Lord! Quello sì che è assurdo!

    1. Scritto da webdesigner

      30000 € per Quel sito è uno sproposito che nn sta nè in cielo nè in terra.
      Ci saranno andate dentro, a dir tanto, 10 giornate di lavoro di un programmatore + 5 di un grafico.
      30000/15 = 2000 € a giornata = prezzo spropositato (relativamente a un sito internet)

    2. Scritto da Redazione Bergamonews

      Il tema WordPress del sito si trova su ThemeForest a 45 dollari http://themeforest.net/item/inspire-a-multipurpose-masonry-theme/full_screen_preview/4023580

      1. Scritto da Damiano

        Bravi! Questo è GIORNALISMO, questa è INFORMAZIONE! Daniele, che interessi personali ha lei a sminuire e mitigare gli sprechi delle p.a.?

      2. Scritto da Daniele

        Ok, lo formatti e lo metti online tu e ne gestisci i contenuti per 12 mesi? Facciamo 45 dollari tutto compreso?

        1. Scritto da Redazione Bergamonews

          Magari non 45 dollari, ma nemmeno 30 mila euro.

          1. Scritto da Mario

            E magari, anche senza “magari” ma sicuramente col “nemmeno”.
            Chapeau alla Redazione BGNews, anche per il coraggio di esporre il proprio parere.
            Grazie.

          2. Scritto da Daniele

            Non ci siamo capiti.. io sono d’accordissimo nel criticare gli sprechi, tant’è che considero scandalosi 247.000€ di compensi per dei manager che hanno svolto attività di basso livello senza per altro aver centrato l’obiettivo.
            Ma qui si parla senza cognizione di causa dei costi di una prestazione professionale. C’è una percezione sbagliata riguardo i costi nel settore informatico… come se qualsiasi lavoro portasse via cinque minuti e dovesse costare poche centinaia di €. Informatevi.

  9. Scritto da La Conta

    Qualcuno ha fatto il totale? Dai, giornalisti, abbiate il coraggio di fare il conto totale e di pubblicarlo nell’articolo. E poi chi è il Team Lord? Vogliamo nomi e cognomi… Cosa hanno fatto di tanto costoso?

    1. Scritto da Daniele

      Se vuoi saperlo, ho il sospetto che i due team abbiano fatto RIUNIONI in cui hanno assegnato ad altri lo svolgimento di determinate attività. In pratica sono 247.000€ di chiacchiere intorno a un tavolo e un paio di firme.

  10. Scritto da fustigatore77

    veramente strategico il viaggio in bulgaria

  11. Scritto da chiarissimo

    hanno tagliato i fondi per le biblioteche provinciali, e hanno speso TRENTAMILA euri (nostri) per il sito. Manco fosse di diamanti e oro… e poi ci domandiamo ancora perchè ci hanno eliminati

    1. Scritto da marco

      E tra l’altro il sito è stato realizzato con la piattaforma wordpress, totalmente gratuita, che fornisce anche i templates già pronti. Praticamente si sono presi trentamila euro solo per caricare testi e foto.

      1. Scritto da Gianca

        Esatto, tema su ThemeForest a 45 dollari , senza nemmeno una modifica http://themeforest.net/item/inspire-a-multipurpose-masonry-theme/full_screen_preview/4023580

  12. Scritto da Sergio

    È semplicemente pazzesco, e non è purtroppo un caso isolato. Quotidianamente assistiamo ad imprese del genere da parte delle p.a. e nessuno mai può farci nulla. I giornalisti ci informano, ma noi non possiamo rivolgerci alla polizia per denunciare il cattivo uso dei nostri soldi: gli spreconi hanno sempre una giustificazione pronta. Un sito web 30 mila euro… ma perché la polizia non interviene d’ufficio? Ma perché c’è bisogno di una denuncia? Non è palese il “reato”?

    1. Scritto da deficitspending

      1) Non è la P.A. ad essere responsabile di questo progetto, ma i decisori politici; 2) quindi non serve la Polizia: basta un uso intelligente del diritto di voto.

      1. Scritto da Sergio

        Grazie per le precisazioni. Col diritto di voto, purtroppo si decidono e si eleggono i prossimi decisori politici. Con la Polizia, io avrei chiesto giustificazioni e risarcimenti ai responsabili attuali (lo so, è utopistico, ma ne ho piene le scatole di utilizzo leggero dei soldi pubblici).