• Abbonati
L'assessore

Liberalizazione cannabis, Fava: “Stupito dal dibattito scatenato”

"Dopo aver detto la stessa cosa per trent'anni". L'assessore lombardo all'agricoltura, Gianni Fava, e' "stupito" dalla reazione suscitata dal suo tweet sulla legalizzazione della cannabis. Fava non ritiene che questi temi "spostino voti", ma che "le questioni di coscienza debbano essere al centro del dibattito, al di la' dell'appartenenza politica".

"Dopo aver detto la stessa cosa per trent’anni", l’assessore lombardo all’agricoltura, Gianni Fava, e’ "stupito" dalla reazione suscitata dal suo tweet sulla legalizzazione della cannabis. Fava non ritiene che questi temi "spostino voti", ma che "le questioni di coscienza debbano essere al centro del dibattito, al di la’ dell’appartenenza politica".

"Perche’ i temi etici devono essere appannaggio dei radicali o dell’estrema sinistra? E’ il dibattito italiano che si e’ atrofizzato" afferma l’assessore lombardo, che ricorda come quella della legalizzazione della cannabis non sia "una questione fuori luogo", visto che "nei prossimi giorni il Parlamento votera’ sul provvedimento ‘svuota-carceri’ dove ci sono articoli specifici che stabiliscono differenziazioni penali, con un superamento della Fini-Giovanardi". Dopo una lunga discussione con il segretario federale della Lega, Matteo Salvini, "continuo a pensare che sia piu’ liberal di me, ma come segretario si trova a ‘fare sintesi’ ed e’ convinto che la maggior parte della Lega non la pensi come me. Trovo legittimo che abbia fatto questa valutazione e quindi non mi da’ ragione, ma ha un ruolo diverso dal mio, che sono battitore libero" ha concluso Fava.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI