BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Proibizionismo ha fallito” La Lega al Pirellone apre alla cannabis libera

E' Gianni Fava, l'assessore all'Agricoltura ad aprire il dibattito in Regione Lombardia ma soprattutto nella Lega nord sulla possibilità di liberalizzare la cannabis. Un'apertura che fa nascere immediatamente un dibattito nel Carroccio: Roberto Maroni ritwitta l'apertura ma Matteo Salvini non ne vuole sentir parlare.

"Il proibizionismo ha fallito". E’ Gianni Fava, l’assessore all’Agricoltura del Pirellone ad aprire il dibattito dentro la Regione Lombardia ma soprattutto dentro la Lega nord sulla possibilità di liberalizzare la cannabis.

Un’apertura che fa nascere immediatamente un dibattito nel Carroccio: con il presidente del Pirellone Roberto Maroni che ritwitta l’apertura e il segretario Matteo Salvini che non  ne vuole sentir parlare.

L’apertura del Carroccio è una novità, anche se in linea con altre posizioni ‘libertarie’ del movimento come la storica battaglia per la legalizzazione e regolamentazione della prostituzione, per la quale è stata presentata una proposta di legge al Senato.

Ma anche Maroni che, ricordiamo, della Lega è satto segretario prima di Salvini, poi precisa di non condividere la proposta e attribuisce il post su Twitter a un errore di un suo collaboratore.

Fermo invece Salvini: "Non è tra le nostre priorità, ognuno può pensarla come vuole, ma per il momento non vedo spazi di discusssione".

Il segretario aggiunge: "Se, nel 2014, faremo una battaglia per legalizzare qualcosa sarà semmai la prostituzione: non abbiamo alcuna intenzione di batterci per legalizzare le droghe, leggere o pesanti che siano. E’ un dibattito che vedo bene in bocca a Matteo Renzi".

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gaetano Bresci

    Mi dite che c’azzecca il titolo dell’articolo con il contenuto?

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      Perché?

      1. Scritto da Gaetano Bresci

        Perchè solo un esponente di secondo piano si è espresso positivamente nei confronti dell’ “erba”, dal titolo si evince una presa di posizione di tutto il gruppo leghista…lapalissiano.

        1. Scritto da Redazione Bergamonews

          Lapalissiano? Abbiamo titolato “apre” e chi apre è un assessore regionale della Regione più importante guidata dalla Lega, con il presidente ed ex segretario che un po’ rilancia. Poi se lei non vede nesso tra titolo e articolo….

          1. Scritto da Daniele

            In effetti era più corretto titolare “assessore leghista apre”, come ha fatto notare il regicida l’apertura così com’è scritta è fuorviante.

  2. Scritto da maria

    i danni che l’organismo ne subirà tanto sono a carico della comunità vero leghisti? ma vi ha dato di volta il cervello? lo stato non può mettersi dalla parte di chi fa soldi sulla pelle dei più deboli, perché chi si droga è un debole e un perdente.
    lo stato deve fare opera di dissuasione, deve illustrare i numerosi danni che il fisico subisce, curare e recuperare chi ne è rimasto intossicato non distribuire , legalizzare è la strada sbagliata.

    1. Scritto da Tasslehoff Burrfoot

      Scusi ma di quali danni sta parlando?!?
      E’ dimostrato da numerosi studi che i derivati della cannabis non producono dipendenza ne fisica ne psicologica…
      Anzi si è osservato come l’utilizzo di droghe leggere è un ottimo percorso di disintossicazione per coloro che sono diventati dipendenti da droghe pesanti.
      Forse un po’ di informazione e un po’ meno pregiudizione la aiuterebbe a giudicare meglio su questo argomento.

    2. Scritto da siaggiorni

      mi scusi, le risulta che lo stato faccia tutta questa opera di dissuasione sul tabacco, sugli alcolici e sul gioco d’azzardo legalizzato?!? Non mi sembra proprio… anzi ci mangia sopra la sua bella fetta sempre alle spalle dei deboli e dei perdenti (nel vero senso della parola in questi casi). Con la cannabis invece a mangiarci sono le mafie e leggi ridicole riempiono le carceri di poveri balla (i capi sono liberi). Il proibizionismo ha fallito miseramente e non e’ solo il parere di fava

      1. Scritto da Maria

        Caro signor si aggiorni lo stato già commette gravissimi errori mangiando sulle spalle dei più deboli, alcolisti, giocatori d’azzardo , fumatori….. Non sarebbe ora di finirla di sbagliare? Insistere nell’errore è da bestia , anche se sbagliare è umano

        1. Scritto da marco

          Maria, non si discute sul fatto che le droghe facciano bene o male, siccome i drogati ci son sempre stati e ci saranno sempre, si cerca di capire quale possa essere l’approccio della società che faccia meno danni. Il proibizionismo mi sembra non ottenga risultati positivi… a lei vanno bene le cose come vanno adesso?

          1. Scritto da maria

            signor Marco, l’approccio che fa meno danni non è certamente quello di legalizzare, lo stato non può fare cassa sulla pelle dei cittadini più fragili. le cose come stanno non mi vanno bene per niente ma credo che liberalizzare andrebbe ancora peggio.
            ne riparliamo fra qualche anno quando verificheremo se le patologie inerenti all’uso sono diminuite o aumentate.

  3. Scritto da rachele

    andrebbe legalizzata per scopi terapeutici ma mi sa che nella lega gia si usa in scala diffusa.non si spiegherebbero le sparate da cantiere di salvini e co.(e dei suoi pochi sostenitori oramai………)

  4. Scritto da La verità fa male

    Pannella in questi sei mesi ha proposto referendum su diritti civili fondamentali: giustizia, abrogazione parziale della Bossi Fini, abolizione dell’ergastolo, liberalizzazione della droga. Berluska li ha firmati per far raggiungere il quorum e far celebrare i referendum, molti di quelli “illuminati” che qui inneggiano a Fava se ne sono fregati e non li hanno firmati. Se volete ottenere qualcosa dovete darvi da fare, non limitarvi a prendere ordini dal PD e a fare commenti sui blog

    1. Scritto da rachele

      sentí chi parla,quello che non comenta mai e cher si firma con un Nick di presunzione e di sovraintelligenza veritiera.chi te li ordina a te i tuoi commenti farlocchi e lagaiolpopolari???????

  5. Scritto da bg

    Giusto legalizzarla …anche se illegale si trova ovunque…

  6. Scritto da Daniele

    Ricordiamoci che Maroni suonava (o suona tutt’ora) l’hammond in una band che fa cover rock/soul anni ’60/70. Chissà che torcioni in sala prove eh bobo!

  7. Scritto da noncicredo

    che uno della lega possa avere idee tanto illuminate (e’ non faccio sarcasmo) ed al passo con i tempi mi sembra davvero incredibile! Quindi faccio i complimenti al Sig. Fava. Peccato che il suo capo Maroni abbia poi seccamente smentito ogni avallamento di una simile proposta da parte della lega…. allora Fava e’ proprio una mosca bianca. Mi piacerebbe sentire il nuovo segretario Salvini al riguardo sempre se non impegnato a festeggiare il milan o a chiedere prostitute x tutti..

    1. Scritto da Il Naggio

      Fanno bene Maroni e Salvini. Siamo in piena crisi economica, manca il lavoro, le aziende chiudono e la disoccupazione è alle stelle. Proposte come quelle avanzate dal Sig. Fava possono si essere positive ma le priorità al momento sono nettamente altre

      1. Scritto da Tasslehoff Burrfoot

        Mi permetta di dissentire sulla questione delle priorità, anzitutto ognuno ha le sue, in secondo luogo il fatto che si legiferi per correggere un problema non significa affatto che il resto rimanga fermo in attesa.
        Sia questo aspetto che altri (forse più urgenti) possono essere trattati dal parlamento, uno non esclude l’altro.

  8. Scritto da povero

    Povero Salvini,non lo riconosco proprio piu,e pensare che l’havevamo scelto come lider dei Comunisti Padani,corrente di cui anche Bossi faceva parte…

    1. Scritto da Tutti a squola

      Certo che la grammatica…..

  9. Scritto da andrew

    Esatto andrebbe liberalizzata a scopi terapeutici, inoltre adesso le regioni che lo permettono(tipo Puglia) la importano dall’ Olanda con costi elevatissimi!!!

  10. Scritto da Luciano Avogadri

    La liberalizzazione (o meglio si dovrebbe dire la legalizzazione) sta avanzando nel mondo. Per fortuna. Col ritardo che ci contraddistingue un po’ su tutto arriveremo anche noi italiani. Piano piano, ma molto piano piano, ci si rende conto che il Proibizionismo e’ il miglior alleato del narcotraffico, e solo la Legislazione Proibizionista fa ottenere a questi prodotti il valore fasullo li rende convenienti per i delinquenti. E rischiosi per chi li vuole usare.

  11. Scritto da crib

    Come molecola farcologica ben venga. Ma se per creare bar dei fumatori sarebbe una barbarie. Quando il cancro ai polmoni per le sigarete distrugge generazioni intere.

  12. Scritto da lm

    La Cannabis andrebbe liberalizzata per scopi terapeutici , in quanto è un medicinale eccezionale nella terapia del dolore e di molte malattie dell’apparato neurovegetativo, ( Morbo di Parkinson, Alzheimer..)