BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Non si può perdere così: Cola, i giocatori schierali nei loro ruoli

Il nostro Luciano Passirani analizza il pesante ko rimediato dall'Atalanta domenica a San Siro, ponendo al tecnico di Anzio una domanda che molti tifosi vorrebbero fare: "Quando i giocatori a disposizione saranno schierati nei propri ruoli?".

Più informazioni su

di Luciano Passirani

A Milano la Befana è troppo vecchia e stanca, così arriva di pomeriggio. Veste i colori nerazzurri dell’Atalanta e non potrebbe essere altrimenti considerata l’età media rispetto a quella del Milan baby che si ritrova di fronte. E come noto i bimbi sono felici per i molti regali che quest’anno arrivano proprio da Bergamo.

Neve abbondante sui monti, finalmente sole in città e tanti gol a San Siro. Non succedeva dal 19 ottobre in occasione della vittoria sull’Udinese, non solo il Milan torna a vincere, ma perfino il "sempre bimbo Kakà" festeggia il 100esimo gol con la maglia rossonera. Anzi aiutato dalla difesa neroazzurra realizza perfino la doppietta che gli permette di superare il limite delle 100 realizzazioni. Lo avevo scritto, si poteva perdere e si può perdere contro il Milan. Non in questo modo, con la squadra di Allegri priva di Montolivo, Muntari e con Balotelli in panchina, almeno inizialmente. Ancor più con Matri e Robinho a giocare contro. Non capiterà un’altra volta.

Tutto accade in uno stadio dove il tifo milanista è in sciopero. I pochi che ci sono, Galliani e figlio a parte, non tifano per il Milan. Ciò nonostante il Milan vince, nemmeno sprecando troppa fatica. Tralascio dire che l’Atalanta con Peruzzo ad arbitrare non ha mai vinto. Ma lo stesso Colantuono lo assolve per il gol annullato: "Benalouane si aiuta con il braccio".

Berlusconi a parte, a differenza dell’Atalanta è un Milan operaio. Così non si vergogna a buttare via palla, il più delle volte regalandola ad una Atalanta che spreca tutto quello che c’è da sprecare. Non si può prendere il primo gol su azione da calcio d’angolo a nostro favore, lasciando tutta la metà campo sguarnita. Non è la prima volta che capita. Una domanda a Colantuono: è una prescrizione medica che entrambi i difensori centrali si buttino sempre in area avversaria nelle azioni da corner? Va bene perdere a Milano, lo ripeto e lo ammetto, ma non così.

Allegri ha parlato di scontro salvezza, vista la classifica. Colantuono non sembra guardarla più di tanto nel pensare lo schieramento iniziale. Migliaccio deve giocare per forza, anzi probabilmente per contratto. Altrimenti non capisco Yepes e Canini in panchina. Non per colpa del simpatico napoletano ma il suo passo, invero stanco, è sempre da centrocampista e si vede quando deve affrontare Balotelli, a cui lascia tutto il tempo per dare la palla del secondo gol di Kakà. Quando mai vedremo in campo giocatori schierati nel loro ruolo? Visto l’acquisto di un nuovo centrale come Benalouane, ma subito impiegato da terzino di destra, non colgo segni di ravvedimento. Nemmeno quando esce Carmona, Migliaccio viene riportato in mezzo. Entra Baselli per avere con Cigarini due registi bassi. Non capisco.

Colantuono dirà: "La prestazione è piaciuta – da oggi inizia un nuovo campionato". Non ci vuole molto a pensarlo. La salvezza passerà solo da Bergamo. Ci aspettano due incontri casalinghi. Il primo contro il Catania è il più delicato. Abbiamo sei lunghezze di vantaggio e sempre quattro sulla terz’ultima. Vediamo di gestirle iniziando a schierare i giocatori nei loro ruoli. Il pubblico come sempre darà un grosso apporto, a condizione che tutti si convincano che quest’anno deve essere salvezza. Nulla di più. Poi verrà il difficile, rifondare la squadra.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da dario

    Non capisco cosa si possa pretendera da Colantuno anche quest’anno ci salveremo malgrado la squadra sia stata via via smantellata e i nuovi arrivi mai stati all’altezza delle partenze. E non capisco inoltre perchè non si discute di Percassi il vero responsabile che da buon furbone si è subito fatto amico di quelli che sono rimasti in Nord.

    1. Scritto da uno qualunque

      Io non capisco: la squadra viene smantellata e lui resta. Gli prendono solo scarti che lui non vuole, e lui resta. Gli cedono in prestito under21 e lui imperterrito, non solo resta, ma non dice nemmeno una parola… Mai… Un santo! O forse probabilmente condivide gran parte delle operazioni ed è in sintonia con la società. Legittimo, per carità, i risultati sono dalla sua. Ma non troviamogli alibi che non esistono!

    2. Scritto da digeo

      Esatto. La squadra è stata progressivamente indebolita, soprattutto nel reparto difensivo. Ora è necessario che almeno uno tra yepes e lucchini si rimetta stabilmente in piedi sino al termine della stagione.

  2. Scritto da nino cortesi

    Yepes riposerà benissimo tutto il campionato per farsi altrettanto benissimo i campionati mondiali.

  3. Scritto da Zanzara

    Colantuono questa volta non può appellarsi alla “cattiva sorte” am solo al suo “brutto schieramento”. A meno che i panchinari non fossero li solo per presenza, non ho capito l’esclusione di Yepes a favore di Migliaccio. Non ho capito la posizione di Benalouane avanzato troppo lasciando la difesa sguarnità. Comunque una linea di difesa che da troppo tempo lascia buchi da far spavento.

  4. Scritto da ste

    Tanti problemi..tante parole..ma andare a Milano con il Milan e prendere gol a metá primo tempo in contropiede è da pazzi..follia anche solo a pensarci..solo x questo fossi in Percassi a Zingonia ribalterei lo spogliatoio martedi..

  5. Scritto da LF

    Forse qualcuno dimentica che con Il Cola in tre anni abbiamo ottenuto una promozione e due salvezze tranquille, se domenica vinciamo finiamo il girone d’andata a 21 in media salvezza. Per carità errori ne fà anche lui,ma se non volete soffrire tifate altre squadre. Forza Atalanta !

    1. Scritto da nino cortesi

      Il ragionamento non fa una grinza. Però alcune carenze le abbiamo e sono da sistemare.

  6. Scritto da vic

    Che a Passirani non sia simpatico Colantuono, penso che non ci siano dubbi, che Colantuono non perda occasione, per crearsi nuova antipatie (vedasi conferenza stampa: presuntuso, arrogante e maleducato verso gli intervistatori) pure. Parlando invece di calcio: gioco inesistente e lento, giocatori fuori ruolo e scarssissima determinazione, per non voler infierire. Speriamo in bene.

  7. Scritto da nino cortesi

    Tanti errori. I due centrali non vanno bene, Raimondi non deve fare 1 minuto da terzino. Esce Carmona entra Cazzola cribbio! Denis non va neppure a spingerlo, al 60 fuori! entra Livaja. Bonaventura non va, al 60° entra De Luca. Ora il terzinodestro/centrale l’abbiamo ed è Benaluoane, ci manca un terzino sinistro di spinta. E poi proponiamo alla Juventus lo scambio Bonaventura con Giovinco. Ce ne serve ancora uno, forte!!!

    1. Scritto da Sergio Fumagalli

      1) Livaja non era nella lista dei convocati.
      2) De Luca è entrato ma a risultato compromesso.
      3) A sinistra ci sono Del Grosso e Brivio. E mi pare che Brivio abbia spinto.
      4) Scambio Bonaventura-Giovinco? Assurdo, in un modulo che ha già un giocatore tascabile – Maxi – come suggeritore e in prima linea non necessita di altri pesi piuma oltre a De Luca.

      1. Scritto da nino cortesi

        Maxi un piccoletto. Maxi è un gigante di gioco rispetto agli altri. Nettamente il migliore in campo. Kakà è rimasto talmente libero tutta partita che quasi quasi ti fa pensar male.

      2. Scritto da nino cortesi

        Sia l’1 che il 2 sono due errori di Colantuono. Brivio non sa difendere ed è gravissimo se davanti gioca Bonaventura, poi i cross li spara sempre addosso agli avversari. Lo scambio Giovinco/Bonaventura era una battuta per dire che ci serve ancora un uomo forte sulla fascia sinistra, un Peluso per intenderci, un Padoin…

  8. Scritto da digeo

    L’unica scelta discutibile è Migliaccio dietro, credo dovuta alle non perfette condizioni di Yepes e all’assenza di Lucchini; con uno dei due sano, Migliaccio non avrebbe giocato. Sull’esclusione di Canini (disastroso da quando è arrivato a bergamo), certamente la scelta è tecnica: a questo punto, se non si crede in un giocatore di 26 anni, è giusto metterlo sul mercato.

  9. Scritto da glenn

    Unico colpevole di questa situazione è la società, sono due anni che si porta a casa rottami. Facciamo pietà!

    SVEGLIA PERCASSI !!

  10. Scritto da julius

    passirani, analisi del lunedì: sbagliata e rancorosa.
    Potevano essere scelte azzeccate, non è stato così, guardiamo avanti.
    Piena fiducia in Colantuono (non siamo mica il Barcellona, ricordai?)

    1. Scritto da d

      E dove vede rancore? Sbagliata? sarà facile fgare analisi dopo, come sempre. Ma sarebbe peggio se fosse sbagliata. Fino a prova contraria il risultato e le azioni da gol del milan sono li da vedere…

    2. Scritto da gio da pv

      E piantiamola, una buona volta, con la dietrologia ogni volta che Passirani esprime il suo punto di vista. Si tratta di una semplice valutazione tecnica, condivisibile o meno (e credo proprio che questa volta siano molti quelli d’accordo con lui) ma non vedo proprio cosa ci sia di rancoroso.!

    3. Scritto da Francesco

      è tutto il girone d’andata che predicate di dar fiducia alla squadra e a Colantuono.. sinceramente ci siamo rotti le scatole, a cosa credi che siano dovuti gli abbonamenti in meno? alla crisi? Gli atalantini sono stufi del calcio di Colantuono! o meglio, del NON calcio. Rimanere in serie A in queste condizioni per un altro campionato pietoso in cui ci si salva esclusivamente per demeriti altrui sinceramente è da pazzi… purtroppo è di nuovo finito un ciclo.

      1. Scritto da uno qualunque

        A me Colantuono non piace (ed ha enormi responsabilità…), ma cambiarlo ora sarebbe un grosso salto nel buio. Primo problema: chi si chiama al suo posto? Secondo: se il mister nuovo perde con il Catania si rischia di bruciarlo subito e di mettergli contro tutti dopo solo pochi giorni. Il gioco latita e i problemi sono evidenti, ma adesso serve grinta ed esperienza per non sbagliare le prossime tre partite ed in questi anni Colantuono, in queste situazioni, non ha fallito. Ma va svegliato!

        1. Scritto da digeo

          I conti si faranno alla fine.Certo se colantuono salva questa squadra fa un grande risultato:negli ultimi 2 anni e mezzo (dal ritorno in serie A nell’estate 2011) la squadra è stata distrutta:padoin,peluso,manfredini,masiello,brighi ecc..tutti giocatori di livello non rimpiazzati; i del grosso,scaloni,benaluoane,cazzola sono giocatori di livello inferiore.Oggi la squadra ha enormi problemi difensivi perchè la difesa è scarsa;il gioco non manca,anche le occasioni create a milano lo dimostrano

          1. Scritto da uno qualunque

            Come sempre perde di vista un concetto che per l’Atalanta è necessità: crescere e valorizzare i giocatori! Non siamo il real e se non si è in grado di tirare fuori giocatori buoni da buone promesse, a Bergamo non si funziona. Padoin veniva dal Vicenza in B, Manfredini il Cola lo ha scartato e spedito a Bologna (Peluso al contrario è stato in grado di valorizzarlo..). Qui i giocatori vanno allevati! Non credo che Scaloni e Yepes gli siano stati imposti…

          2. Scritto da digeo

            Ma le promesse sono davvero buone?Questo è il tema. Canini era più di una promessa,ma oggi è un giocatore da serie B (non credo per colpa di Colantuono); il tanto osannato Baselli domenica in un palcoscenico come S.Siro ha fatto acqua da tutte le parti al confronto di un Cristante che ha dimostrato di essere un giovane emergente. Livaya ad oggi ha dimostrato di non valere la serie A come titolare. Attenzione al solito vizio di considerare fenomeni i giovani prima di aver capito cosa valgono

          3. Scritto da uno qualunque

            Beh… Se si inseriscono i giocatori in una squadra tatticamente disordinata, senza un’idea di gioco fisso e magari talvolta anche fuori ruolo.. Se si boccia anche Baselli perchè a 20 anni non sa fare l’incontrista a s.siro contro un centrocampo di corsa con a fianco un regista dal passo lento come Cigarini, allora le promesse non esistono! Canini è stato titolare ovunque…tranne che qui! Imbrocchito di colpo? Vavassori diceva, davanti servono quelli forti, dietro serve organizzazione…

          4. Scritto da digeo

            Il grande Vavassori diceva anche che “non esistono giocatori esperti e giocatori giovani, esistono giocatori bravi e giocatori meno bravi”. Anche per lui è stato così: con Ventola e Rossini ha fatto faville, con Comandini e Saudati è finito male.

          5. Scritto da uno qualunque

            Paragoniamo Colantuono a chi giocava (e meglio) con i due Zenoni, Zauri o Bellini, Pellizzoli, Ventola e Donati (quasi tutti dalla primavera) titolari, qualche giocatore esperto come Carrera, Ganz e Paganin e alcuni giocatori nel pieno della carriera come Doni, Morfeo o Siviglia? Una rosa equilibrata! E nel giro della prima squadra c’erano Bianchi, Natali, gli Espinal, Raimondi, Previtali, Rustico, Pinardi, Dundjerski, Lorenzi.. Non tutti buoni ovvio, ma qualcuno futuro titolare (o da vendere!!)

          6. Scritto da digeo

            Baselli fuori ruolo a Milano?Non è un centrocampista centrale? Avesse inserito Cazzola saremmo qui a sentire il solito ritornello “non ha messo Baselli perchè non crede nei giovani”. Su Canini parla il campo:arrivato a gennaio dell’anno scorso non ne ha imbroccata una,l’apice è stata la partita di Verona dove ci è costato 3 punti perchè se loro non pareggiano con quel colpo di testa non la vincono mai più.

          7. Scritto da uno qualuque

            A verona la squadra non gioca per 65 minuti e parliamo dell’errore di Canini? Sul secondo gol è colpa sua? Ha deciso Canini lo schieramento in copertura sul ns valcio d’angolo? Anche a Milano? Scusi, ma secondo lei Colantuono cosa decide? Sul mercato non decide niente, sul gioco non c’entra, sullo schieramento nelle situazioni di gioco idem.. Mica è una partita si calcetto tra amici! Ps Baselli è un regista, non ha il passo da incontrista. Quasi stessa zona, compiti diversi.Non è complicato.

      2. Scritto da il portavoce

        a parte il fatto che hai sempre sto vizio di parlare a nome di chi non so poi, sei il portavoce di chi ??parla per te e basta. detto questo, penso che a fine anno colantuono non sarà più l allenatore per forza di cose.e comunque ormai l anno lo si finisce con lui,anche perchè non credo ci sia nessuno in giro in grado di dare garanzie(oltre te ovviamente).

        1. Scritto da Francesco

          dici a me? a parte il fatto che su 20 commenti, 19 esprimono un parere simile al mio, io parlo per me, il calo di abbonamenti è un dato di fatto, per di più chi non ha rinnovato lo ha fatto nei settori più popolari a dimostrazione che non è stata la crisi a tagliare le teste bensì la prospettiva di trovarsi di fronte tutto l’anno uno spettacolo indecente. Mi sa che sei rimasto l’ultimo sostenitore di Colantuono, non è che sei per caso suo cugino???

  11. Scritto da mario

    andiamo dritti in B se non si mette mano al portafoglio…purtroppo !