BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Benalouane, buona la prima Con rammarico: “Il mio gol non era da annullare”

Nota lieta della disastrosa trasferta di San Siro il difensore arrivato giovedì scorso dal Parma, il migliore tra i nerazzurri. Con un gol annullato: "Era tutto regolare. E prima avevo subìto anche un fallo da rigore da parte di Matri. Risultato bugiardo"

Più informazioni su

Tra le poche note liete della disastrosa trasferta di San Siro dell’Atalanta c’è Yohan Benalouane. Il difensore franco-tunisino arrivato dal Parma solo cinque giorni fa a Zingonia, ha fatto il suo esordio da titolare proprio nella delicata sfida in casa dei rossoneri.

Senza affatto sfigurare. Anzi, il nuovo numero 29 di Colantuono alla fine è risultato il migliore dei nerazzurri. Attento in fase di copertura e puntale a proporsi in avanti.

Un buon esordio, con un pizzico di rammarico per quel gol annullato a inizio secondo tempo per un presunto fallo su Mexes dopo un preciso lancio di Cigarini in area rossonera: “Il mio gol? Chiedete all’arbitro perché l’ha annullato –ha commentato il giocatore, ancora stizzito, al termine della gara- io non ho fatto nulla e penso che l’azione fosse regolare”.

Un episodio fondamentale della partita, perché in quel momento il Milan conduceva solo per 1-0 e l’Atalanta stava premendo sull’acceleratore: “Avremmo potuto ottenere un risultato diverso, peccato sia andata così e non sia stato concesso il gol”.

Ma non c’è solo il gol annullato tra le decisioni arbitrali contestate da Benalouane: “Nel primo tempo ho subito anche una spinta da parte di Matri in area di rigore rossonera. Penso ci fosse anche un rigore per noi. Però in quel caso non è stato fischiato nulla. Quindi abbiamo avuto un gol ingiustamente annullato e un rigore non fischiato. Il 3-0 del Milan è immeritato”.

In ogni caso resta la prestazione positiva a livello personale: “Sono felice per il mio esordio anche perché sono qui da pochissimo. Però questo non serve a nulla, quella che conta è sempre la squadra e oggi purtroppo abbiamo perso. Cercheremo di rifarci già da domenica prossima”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    La prova di Baselli penso sia l’esame a fondo che bisogna fare all’Atalanta. Quel danzare con quattro passetti innocui in mezzo al campo mentre gli avversari se ne vanno a nozze fa netto contrasto con la prova di Cristante, un esordiente dal passo deciso, a tutto campo, che bastona verso la porta. Basta valzer lenti, ora si deve passare al paso doble. E i vecchiacci acciaccati lasciamoli in infermeria.