BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tre colpi in 90 giorni I commercianti di Bergamo ora chiedono più sicurezza

In meno di 90 giorni in centro a Bergamo sono avvenuti tre colpi ai danni di due gioiellerie e di un antiquario. La paura dei commercianti presa di mira dalla criminalità.

Tre colpi in meno di 90 giorni nel centro a Bergamo, due gioiellerie e un antiquario. Nessun bandito preso nonostante telecamere e poliziotti di quartiere ed ora i commercianti di Bergamo iniziano ad avere paura. Il problema della sicurezza torna in vetrina come non mai dopo l’ultimo colpo messo a segno alla gioielleria Cornaro in via Camozzi 44 sabato 4 gennaio.

MAZZATE ALLA VETRINA

Ad una manciata di minuti alle 13, sabato 4 gennaio, due uomini a volto scoperto si sono avvicinati alla gioielleria Cornaro, hanno manomesso la saracinesca bloccando all’interno del locale il titolare e poi hanno sferzato dei colpi alla vetrina. Una volta creato il buco nel vetro hanno arraffato più gioielli possibili e sono fuggiti facendo perdere le proprie tracce. Un colpo che fa scalpore perché effettuato nel primo giorno dei saldi, quando nei negozi di Bergamo si erano riversate migliaia di clienti.

GIOIELLERIA IN VIA TASSO

Venerdì 11 ottobre, un 35enne di media statura, entra alla gioielleria Gamba in via Torquato Tasso e chiede di poter vedere alcuni orologi Rolex w Patek Philippe. Si intrattiene con il titolare, Fabio Gamba, parla in inglese e chiede informazioni. Un turista in cerca di un regalo prezioso. All’apparenza. Il giorno dopo, sabato 12 ottobre, verso mezzogiorno l’uomo si ripresenta. Per Gamba è quasi normale, chi vuole acquistare un prezioso orologio solitamente varca più volte la soglia della sua gioielleria. Ma questa volta qualcosa non va.

Appena Fabio Gamba si volta per prendere i preziosi orologi viene aggredito, spinto, sbattuto contro il muro e poi a terra, infine accecato con uno spray urticante.

E’ allora che Gamba comprendere di essere vittima di una rapina. Pochi istanti e grazie al suo istinto reagisce, seppure con la vista annebbiata riesce persino a prendere una sedia e con forza colpisce il rapinatore alla schiena. E’ allora che il bandito prende la via della fuga in una via Tasso gremita di passanti. Solo all’arrivo dell’ambulanza e dei carabinieri è chiaro che cosa sia successo oltre le vetrine con i preziosi orologi.

PISTOLA PUNTATA ALL’ANTIQUARIO

Rapina a mano armata nella mattinata di martedì 17 dicembre nel pieno centro di Bergamo, in via Sant’Orsola. Protagonisti del fattaccio due malviventi, un uomo e una donna ben vestiti stando alle testimonianze, che intorno a mezzogiorno si sono fatti aprire la porta del negozio di antiquariato e gioielli "Gla Antichità" per poi puntare la pistola contro il fratello del titolare, unico presente in quel momento nel negozio. Messi nel sacco anelli e oggetti preziosi, la coppia se l’è data a gambe dopo aver legato la vittima della rapina con del nastro di scotch in bagno per avere la sicurezza di poter scappare in tutta tranquillità. Sulle tracce dei malviventi c’è la squadra mobile della Questura di Bergamo.

LA PAURA DEI COMMERCIANTI

Dopo questi ultimi colpi sono molti i commercianti che temono alte aggressioni e rapine e per questo si difendono. Come ha raccontato un negoziante di via Sant’Orsola che si è armato di bastone. Guarda il video. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Riccardo

    Per fortuna che comandano loro, adesso non c’è più Bruni.
    “E’ inutile che si sforzino, Bruni e Guerini sulla sicurezza non sono credibili. [firmato] Gruppo consiliare e Sezione Cittadina Lega Nord.” BergamoNews 7/05/2009. “Se la sono spassata con Bruni ma con la Lega la festa è finita” manifesto della Lega su BergamoNews 9/6/2009.