BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Società del Quartetto, al via la nuova stagione concertistica

La manifestazione musicale, giunta all’edizione numero 110 edizione, comincerà venerdì 10 gennaio in Sala Piatti. Con l’esibizione del giovane pianista ucraino Vadym Kholodenko.

Prenderà avvio venerdì 10 gennaio p.v. ore 21, nella prestigiosa Sala Alfredo Piatti in Bergamo Alta, la Stagione Concertistica n. 110 della Società del Quartetto di Bergamo. L’invidiabile traguardo della più antica Associazione concertistica di Bergamo – reso possibile anche quest’anno dal contributo dei più fedeli e tradizionali Sponsores – si articola in 13 appuntamenti.

I Soci abbonati – che pure contribuiscono alla realizzazione del ciclo concertistico dei mesi di gennaio, febbraio, marzo e aprile – non avranno, nonostante la nota, sfavorevole congiuntura, aumento della quota; mentre verranno mantenute le importanti agevolazioni per il pubblico dei giovani che, fino ai 21 anni, avranno accesso libero e gratuito a tutti i concerti; così come avranno libero e gratuito accesso i docenti e gli allievi del Conservatorio Gaetano Donizetti e di tutte le altre Istituzioni didattiche musicali della città. Oltre che con la sottoscrizione dell’abbonamento – comprensivo della quota associativa – sarà possibile accedere ad ogni singola serata acquistando di volta in volta il biglietto d’ingresso. Il quadro dei concerti si mantiene – secondo la tradizione – di alto livello qualitativo.

Il primo concerto – straordinario e in collaborazione con Gioventù Musicale d’Italia – è affidato come detto – venerdì 10 gennaio in Sala Alfredo Piatti- al giovane pianista ucraino Vadym Kholodenko (Kiev 1986) recentissimo vincitore assoluto del Concorso Internazionale quadriennale Van Cliburn di Forth Worth 2013 con musiche di Mozart, Debussy e Rachmaninov. Per la programmazione dell’inizio “ufficiale” della Stagione – data l’eccezionalità e l’unicità dell’evento – si è scelto, per la prima volta nella storia del sodalizio, il “Teatro Sociale” nella Città Alta che, venerdì 7 febbraio, ospiterà la pianista Sabrina Lanzi e l’Orchestra da Camera dei Berliner Philharmoniker – mai esibitasi in Italia – con la Sinfonia di Mendelssohn-Bartholdy n. 10; i due concerti per pianoforte e orchestra BWV 1052 e 1055 di Giovanni Sebastiano Bach; e la serenata per archi op. 22 di Antonin Dvorak.

Terzo, quarto e quinto concerto si terranno all’Auditorium della Libertà ospitando, rispettivamente: lunedì 10 febbraio, il pianista Rodolfo Leone, secondo premio assoluto (primo premio non assegnato) al recente Concorso Ferruccio Busoni di Bolzano, con musiche che spaziano da Scarlatti a Bach/Busoni; Beethoven; Ravel ed Albeniz. lunedì 17 febbraio, il duo Edoardo Zosi (vl) e Andrea Bacchetti (p), entrambi notissimi e più volte apprezzati dal pubblico bergamasco; con musiche di Tartini; Schubert; Brahms e Ravel. Lunedì 24 febbraio, poi, sarà la volta dell’affermatissimo duo Silvia Chiesa (vlc) e Maurizio Baglini, con musiche di Mendelssohn; F. Schubert e Rachmaninov. Tutti i successivi nove concerti si terranno nella Sala Alfredo Piatti che vedrà come prima ospite – lunedì 3 marzo – la pianista Beatrice Rana che, con il suo prestigioso secondo posto al Concorso Van Cliburt di Fort Worth (Texas) nel 2013 – veramente meritatissimo – ha già assunta fama internazionale; la ascolteremo in interpretazioni di Bach; Schumann e Prokofiev. Lunedì 10 marzo, invece, sarà la volta dell’intrigante Recital Jazzistico di Rita Marcotulli, l’icona al femminile del Jazz italiano e europeo, tutto basato su temi originali della pianista/compositrice ed improntato dalla sua poetica improvvisazione. La settimana successiva, lunedì 17 marzo, torneranno (dopo il grande successo – sempre in Sala Piatti – del loro concerto nella nostra 108va Stagione) la violinista Francesca Dego e la pianista Francesca Leonardi con musiche di Beethoven; Poulenc e Debussy. Sette giorni più tardi, invece, lunedì 24 marzo, il Quatuor Hermès, il giovane quartetto d’archi (vincitore del primo premio al Concorso Internazionale di Ginevra), ormai tra i più accreditati e che suscitò gli entusiasmi nella nostra scorsa Stagione, con un concerto – registrato come gli altri, live, per uso archivio – è stato editato in CD da offrirsi in omaggio ai nostri Soci 2014. Il Quatuor Hermès eseguirà musiche di Mozart; Janacek e Shostakovich.

Il mese di marzo si concluderà lunedì 31 marzo, il Trio Arensky di caratura internazionale composto dai russi Igor Uryash (piano), Ilya Ioff (violino) e Alexey Massarsky (vlc), tutti docenti al Conservatorio Statale di San Pietroburgo: verranno eseguite musiche di A. Rubinstein; A. Arensky e Tchaikowsky. Lunedì 7 aprile, poi, a esibirsi sarà il Grigolts Quartet (violini Ilya Gringolts e Anahit Kurtikyan; viola Silvia Simionescu; violoncello Claudius Herrmann), altro quotatissimo quartetto, eseguirà musiche di Beethoven; Schumann e Ravel. Lunedì 14 aprile, infine, in cartellone c’è un concerto/conferenza del pianista/letterato parigino Alain Kremski (già vincitore, in gioventù, del prestigioso Premio Roma), dal suggestivo titolo: “Viaggio dall’Europa romantica sino alle steppe dell’Asia centrale sui passi dei grandi romantici visionari e degli scrittori/musicisti.

Per concludere questa 110ma Stagione, mercoledì 23 aprile, è stato chiamato, direttamente dal Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia – e quale simbolico omaggio a quella città alla storia della quale la nostra partecipò per oltre 350 anni – il Quintetto Barutti, composto dai fratelli Anna; Bruna (vl); Mila; Fiorenza e Giuseppe, tutti docenti di quel Conservatorio. Verranno eseguiti il Quintetto op. 57 n. 3 di Luigi Boccherini ed il Quintetto in fa minore op. 34 di Brahms.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Al

    Giovanni Sebastiano Bach ?!?!?! hahahhahaaa!!! pota daiiiiii !!! atalantaaaaa!!!