BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Auser insieme a Iris: “Il presepe vivente è vissuto”

La rappresentazione, incentrata sul tema della natività, si terrà domenica 5 gennaio. L’obiettivo è far rivivere l’evento di circa 2 mila anni fa, fornendo spunti di riflessione su questo tema.

Un presepe vivente particolare e coinvolgente. È questa la proposta che, nel periodo natalizio, vedrà protagonista Auser Pedrengo, in collaborazione con l’associazione artistico-culturale “Iris… dai piedi dell’arcobaleno” e il coinvolgimento di diverse realtà sociali del paese.

La rappresentazione, intitolata “Il presepe vivente è vissuto!”, si svolgerà domenica 5 gennaio alle 17.30 a Pedrengo in Piazza Europa Unita. Organizzata con il patrocinio del Comune, vedrà la partecipazione della Parrocchia “Sant’Evasio”, di Avis, Aido, Gruppo A.N.A, Associazione di promozione sociale Sottocasa, Azienda agricola Palamini e Azienda Florovivaistica Magri, Falegnameria F.lli Foresti. L’obiettivo è far rivivere l’evento di circa 2 mila anni fa: la storia, i suoni, gli odori, i colori, i pensieri e i sapori della natività, fornendo spunti di riflessione su questo tema.

Gli organizzatori spiegano: “L’iniziativa, che è per tutte le fasce d’età, ha lo scopo di promuovere un’attività d’insieme che ci faccia riflettere su quello che è il Natale, la nascita dell’Emmanuele (Dio con noi) in questo momento di continui ed estenuanti sacrifici, alla ricerca di momenti di vera e autentica serenità. La rappresentazione di un presepe vivente che diventa “vissuto” al termine della rappresentazione con la presenza attiva “tolte le transenne” di tutta la gente che interverrà, come se fosse essa stessa parte integrante della ricostruita Betlemme, per ricordare i momenti della nascita di Gesù a partire dall’Annunciazione dell’Arcangelo Gabriele fino alla visita dei pastori, dei Re Magi e del Quarto Re. È anche questo un modo per stare insieme e condividere la storia, le fasi di un evento che non può non portarci con il ricordo alla nostra infanzia, facendola rivivere in modo meraviglioso anche ai nostri figli”.

Per informazioni: auserpedrengo@tiscali.it oppure info@irisbergamo.eu

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lotty

    Non condivido la scelta di auser associazione legata alla cgil che dovrebbe essere esempio di laicità: I presepi lasciamoli alle associazioni religiose e ai privati che hanno voglia di farlo. Come iscritta cgil sono molto dispiaciuta.