BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Movimento 5 Stelle in campo a Stezzano “E’ ora di cambiare”

Un Comune travolto da uno scandalo, difficoltà economiche da affrontare al più presto, cittadini sfiduciati. In questo quadro non certo idilliaco il Movimento 5 Stelle ha deciso di scendere in campo a Stezzano per sconfiggere Lega Nord e centrosinistra alle prossime elezioni comunali. Gli attivisti stezzanesi hanno anticipato tutti i possibili avversari con un appello postato su Facebook e sugli spazi in Rete dei 5 Stelle.

Un Comune travolto da uno scandalo, difficoltà economiche da affrontare al più presto, cittadini sfiduciati. In questo quadro non certo idilliaco il Movimento 5 Stelle ha deciso di scendere in campo a Stezzano per sconfiggere Lega Nord e centrosinistra alle prossime elezioni comunali. Gli attivisti stezzanesi hanno anticipato tutti i possibili avversari con un appello postato su Facebook e sugli spazi in Rete dei 5 Stelle.

Il gruppo che da mesi lavora nel paese dell’hinterland cerca persone per comporre la lista e per lavorare al programma elettorale. A dispetto del consenso ottenuto alle ultime elezioni infatti il Movimento 5 Stelle fatica a trovare “manovalanza politica”. Il problema si sta concretizzando in tanti paesi in cui non ci sono i numeri sufficienti per presentare una lista ufficiale. Le alleanze non sono previste e la bandiera stellata rischia di rimanere esclusa da tante competizioni bergamasche, anche in paesi con più di diecimila abitanti. A Stezzano non sembra esserci questo rischio.

Domenica 29 dicembre si è tenuto il primo banchetto per ascoltare la voce dei cittadini. Il Movimento 5 Stelle cerca di conquistare la loro fiducia dopo lo scandalo che ha travolto l’attuale amministrazione: la funzionaria Loredana Zenca e il comandante dei vigili Kenrick Cavanagh sono indagati per peculato dai primi giorni di novembre. Secondo l’accusa avrebbero sottratto circa 900 mila euro dalle casse del Comune. Nell’indagine condotta dal pm Giancarlo Mancusi, ad oggi, non sono coinvolti politici. Il centrosinistra ha però chiesto le dimissioni del sindaco Elena Poma e della Giunta per “responsabilità politiche”. “E’ ora di cambiare – si legge nella nota diffusa del Movimento 5 Stelle Stezzano – siamo stanchi di veder amministrare malamente il nostro paese trascinandolo da uno scandalo all’altro e di vedere le risorse dei cittadini sperperate. Noi vogliamo governare il bene comune insieme a tutti i cittadini di Stezzano. Ci riconosciamo nel Movimento 5 Stelle nelle battaglie, nei principi che lo contraddistinguono quali la partecipazione, la trasparenza, la crescita, il rispetto delle risorse naturali, l’informazione accessibile, i servizi scolastici e sociali, la mobilità sostenibile. Questo è il momento giusto”. Chi sarà il candidato? Per ora non circolano nomi e soprattutto non è stato deciso ancora un metodo per la scelta. Gli attivisti della città di Bergamo si sono affidati a Liquid feedback (leggi qui). Non è escluso che anche a Stezzano si ricorra alla Rete per decidere il volto del candidato sindaco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da baz

    se se…. avanti: costruttivi come sono stati in Parlamento che ci saranno di quei progressi… pure la legge elettorale difendono dalle modifiche ora

    1. Scritto da Luigi

      Ma scusi, le pare un’impresa così impossibile, spendere oculatamente i soldi dei cittadini? Guardi che chi li ha spesi male e sprecati fino ad oggi, non era un incapace, era soltanto in malafede e aveva doppi fini… Basterebbe un po’ di etica e buon senso, e già saremmo ad un punto migliore di prima…

  2. Scritto da Peter

    Ci sono anche altri paesi nelle medesime condizioni (anche se non con certi scandali finanziari). Amministrazione leghista dopo aver battuto PD alle precedenti elezioni, ma in sostanza minuetti e giri di valzer sulle stesse metodologie politiche e stessi sistemi. Mai abbassare tasse locali, sempre spendere discutibilmente i soldi dei cittadini. A questo punto, avanti M5S