BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Ho il cuore a pezzi” Bresciani saluta Elena, la moglie morta a 59 anni

È scomparsa nella notte tra mercoledì 1 e giovedì 2 gennaio, intorno alle 3, Elena Assi, ex vicesindaco del Comune di Stezzano, consigliere comunale in carica del Comune stesso e personaggio molto conosciuto a Bergamo nel settore del sociale. L'annuncio della morte da parte del marito, segretario provinciale della Cgil: "Ho il cuore a pezzi".

Più informazioni su

Con un messaggio carico di dolore e tristezza il segretario provinciale della Cgil di Bergamo Luigi Bresciani ha annunciato la scomparsa della moglie Elena Assi, ex vicesindaco di Stezzano e consigliere comunale in carica del Comune stesso ma anche anche personaggio molto conosciuto a Bergamo per il suo lungo impegno nel settore sociale. "Elena è morta questa notte e io ho il cuore a pezzi" è stato il drammatico messaggio di Bresciani, subito coperto dall’enorme affetto che amici e conoscenti (virtuali e non solo) gli hanno subito voluto manifestare con centinaia di commenti.

Elena Assi aveva 59 ani e dal gennaio di un anno fa stava combattendo la battaglia più dura, quella con la leucemia fulminante che l’aveva improvvisamente colpita. Era stata anche sottoposta a un trapianto di midollo ma la malattia ha avuto la meglio nonostante la grande lotta intrapresa senza sosta dall’ex primo cittadino di Stezzano. E’ morta all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Il segretario Bresciani di quest’ultimo anno di speranza e sofferenza ha voluto voluto condividere tutto con gli amici di Facebook: la gioia, come quella provata dopo l’intervento che sembrava portare i risultati sperati; la rinvincita, quella che Elena Assi sembrava essersi presa sul male dopo settimane di angoscia; la paura, quella tornata come un fulmine a ciel sereno in autunno, assieme alla malattia ricomparsa. Fino al dolore e la rassegnazione che trasparivano nelle poche righe pubblicate nel giorno di San Silvestro, passato al Papa Giovanni XXIII accanto alla moglie: "Dalla stanza si vede Città Alta, speriamo che facciano dei bei fuochi".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ettore

    Era una grande donna che ha sempre lottato per il bene di tutti. Caparbia, tenace, fiera, giusta, coltivava valori come la pace e la salute. Con Lei perdo un pezzo importante della mia storia. Ciao Elena.

  2. Scritto da nino cortesi

    Trepidazioni, speranze, lottare sempre con coraggio a testa alta, con la massima dignità. Sentimenti comuni con Luigi in questo 2013 e la stessa paura di perdere la persona che si ama. Sentimenti forti che si capiscono solo in prove così difficili. Un abbraccio.

  3. Scritto da Cristina

    Ho avuto il piacere di conoscere Elena e di collaborare con lei, sia pure per un breve periodo. Splendida persona.

  4. Scritto da Massimo

    Mi dispiace, mi dispiace davvero tanto. Era una bella persona.