BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Contributi alle associazioni Ecco a chi sono andati i 176 mila euro stanziati

La Giunta guidata da Franco Tentorio ha approvato la consueta delibera di fine anno in cui vengono stanziati contributi a enti o associazioni bergamasche che si impegnano in ambito culturale, sportivo o nel volontariato. I tempi d'oro delle maxi delibere da oltre 700 mila euro non ci sono più: oggi l'amministrazione può permettersi “solo” 176 mila euro.

Più informazioni su

La Giunta guidata da Franco Tentorio ha approvato la consueta delibera di fine anno in cui vengono stanziati contributi a enti o associazioni bergamasche che si impegnano in ambito culturale, sportivo o nel volontariato. I tempi d’oro delle maxi delibere da oltre 700 mila euro non ci sono più: oggi l’amministrazione può permettersi “solo” 176 mila euro. Il tutto nonostante la maggioranza sia in scadenza di mandato, periodo in cui di solito i contributi vengono gestiti in modo più generoso. Il Patto di Stabilità e i tagli ai trasferimenti impongono una stretta alle uscite e anche Palafrizzoni si adegua. A causa delle difficoltà economiche in cui versano gli enti locali anche le associazioni sono costrette a tagliare le spese oppure affidarsi in toto all’aiuto di privati.

Ecco l’elenco di tutti i contributi concessi:

Acli Bergamo 5.000 euro

Anla Gruppo Schneider-Magrini 500 euro

Assoarma 4000 euro

Bergamo Incontra 2.500 euro

Bergamo smart city 10.000 euro

BergamoScienza 10.000 euro

Donne dell’era e musici 300 euro

Associazione Giovani Idee 3.000 euro

Associazione nazionale alpini 1815 euro

Associazione nazionale alpini – Bergamo centro 3.000 euro

Associazione nazionale alpini – Valtesse Valverde 1.000 euro

Associazione nazionale bersaglieri Arturo Scattini 2.000 euro

Associazione nazionale carabinieri 1.000 euro

Associazione nazionale finanzieri d’Italia 1.500 euro

Associazione Nuvole in viaggio 1.000 euro

Lions Club Le Mura 3.000 euro

Ducato di piazza Pontida 10.000 euro

Ente Bergamaschi nel mondo 5.000 euro

Gruppo orobico minerali 1.500 euro

Lions Club Colleoni 1.000 euro

Ordine degli architetti, paesaggisti, pianificatori, conservatori 2.000 euro

Parrocchia Santa Caterina 13.000 euro

Promoeventi sport 3.000

Promozioni Confesercenti 5.000 euro

Unione nazionale cavalieri d’Italia 1.000 euro

Unione nazionale sottufficiali italiani 500 euro

Vignaioli bergamaschi 5.000 euro

Volley Bergamo 15.000 euro

Arketipos 30.000 euro

Università degli studi di Bergamo 22.000 euro

Legambiente 3.000 euro

Enpa sezione Bergamo 2.000 euro

Orobicambiente Onlus 5.000 euro

Associazione Bergamo Tua 2.000 euro

Coldiretti Bergamo 1.000 euro

Confcooperative Bergamo 1.000 euro

Ente Fiera Promoberg 5.000 euro

Federconsumatori Bergamo 3.000 euro

Unione Bergamasca consumatori 2.000 euro

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da MAURIZIO

    Finalmente! : qualche soldo ad associazioni giovani con un brillante futuro alle spalle.
    E poi osiamo lamentarci della schifosa Amm. Pubb. italiana.

  2. Scritto da jean pierre

    Chissà perché negli elenchi dei contributi comunali non compaiono mai i 23mila euro che il Comune elargisce ogni anno al CDPM. Da più di dieci anni

  3. Scritto da Giovanni

    2000 euro all’ “Ordine degli architetti, paesaggisti, pianificatori, conservatori”?!?! Già che ci siamo perché non diamo 2000 euro anche all’ “Associazione Nazionale Dentisti Italiani” che poverini non hanno più gli spiccioli per fare benzina al Porche…

  4. Scritto da berghem

    Beh, direi che dare tutti quei soldi ai bersaglieri, alpini, finanzieri, ordine degli architetti, sottoufficiali, cavalieri, vignaioli ecc.. sono soldi ben elargiti…proprio per il bene della comunità….che vergogna!!! Anche in tempo di crisi le solite lobbies non hanno alcuna vergogna ad andare ad elemosinare i soldi pubblici!

  5. Scritto da mila

    Si possono sapere le destinazioni dei fondi. Non mi pare vi siano stanziamenti per i disabili.

    1. Scritto da lotty

      Ecco, brava, questo è uno degli argomenti che avrei voluto toccare. Non dico che tutte le associazioni che si occupano di persone disabili abbiano necessità di contributi, alcune però sì e meriterebbero di essere aiutate.

  6. Scritto da ru

    grazie Bg News, così scopriamo “curiosità” anomale realizzate con i nostri soldi. Mi chiedo (S. Caterina a parte, un’enormità per cosa?) che è l’associazione Giovani Idee?…

  7. Scritto da bah

    era meglio darli tutti a università e bergamoscienza, che mi sembrano le più indicate in quanto quelle che effettivamente dano valori.
    cioè 13000 alla parrocchia? come se quella non ne avesse -.-

  8. Scritto da A.A.

    La somma dei contributi elencati da 365.000 e rotti……. più del doppio rispetto ai 176.000 indicati ad inizio articolo………

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      Ora abbiamo corretto le voci sbagliate, che riportavano i contributi richiesti rispetto a quelli effettivamente concessi.

      1. Scritto da Ale

        Con la correzione, a me risultano 187.615…

      2. Scritto da A.A.

        Mi permetto di fare una considerazione: visto che ne siete in possesso, sarebbe interessante, per dare un’informazione il più esaustiva possibile, indicare entrambi i dati (contributo richiesto vs. contributo concesso). Cordialmente A.A.

        1. Scritto da roberta

          E anche indicare i nominativi dei soggetti “rifiutati”. Sarebbe bello scoprire che magari gli architetti hanno ricevuto il contributo e qualche associazione di disabili invece no

  9. Scritto da bob

    il supporto delle associazioni stà diventando sempre più importante perché l’utilizzo di volontari ognuno abile nel proprio settore di specializzazione consente ai Comuni di risparmiare molto più di quanto erogano una tantum a titolo di contributo.
    probabilmente (anzi sicuramente) sanno anche loro che a fronte di un contributo di 170.000 euro hanno risparmiato ben risparmiato sul costo del lavoro di dipendenti.

  10. Scritto da lotty

    Leggendo alcuni nomi mi chiedo dove viviamo. Assoarma, acli, parrocchia santa caterina e altri…ma stamo scherzando?

    1. Scritto da mario

      e’ vero Lotty: Enpa, Lega ambiente… ma stiamo scherzando?

      1. Scritto da lotty

        lei sta scherzando citando due associazioni che veramente hanno bisogno, lei sa benissimo a chi mi riferivo. Legga i commenti se non ha capito…

      2. Scritto da ellekappa

        Almeno Enpa e Legambiente qualcosa fanno , altre associazioni chi le conosce e ne han bisogno ? Vedi Bergamaschi nel mondo, ente fiera…spreco di denaro ( il mio ) pubblico e scusate se è poco !Capisco aiuti ai volontari per persone e animali ma tutto il resto come diceva Califano è noia ….

    2. Scritto da Simone Sorisole

      Perché? Il problema è che la notizia è povera. Questi contributi non sono dati così, ma a fronte di una iniziativa culturale o sociale o sportiva patrocinata. Occorre sapere qual è ‘sto evento o iniziativa e valutare costi e benefici per la Città per capiere la bontà del contributo e della sua entità.

    3. Scritto da antonio

      perchè stiamo scherzando. non so la Assoarma (e non mi permetto di giudicare senza sapere perchè ha ottenuto il finanziamento) ma parrocchie e acli forniscono servizi importanti che a lei piaccia o no.

      1. Scritto da sara

        con tutto il rispetto aprlando una parrocchia non e’ una associazione pubblica ma anzi e’ una azienda privata anzi l’azienda o societa’ per azione piu grossa e importante al mondo…veda un po lei

        1. Scritto da Preost

          … E che ha un sacco di introiti in “nero”….. Bar, oratorio, offerte e offertine e naturalmente non paga l IMU

        2. Scritto da antonio

          non mi pare che siano tutte associazioni pubbliche. se una associazione fornisce un servizio utile alla collettività è giusto sia aiutata. le parrocchie fanno tantissimo per tutti soprattutto bambini ragazzi e anziani