BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fiat conquista gli Usa sigla accordo con Veba e compra tutta la Chrysler

Inizio d'anno con sorpresa nel mondo dell'auto: Fiat acquisirà da Veba la partecipazione del 41,5% detenuta dal fondo sanitario del sindacato americano Uaw per 3,65 miliardi di dollari.

Il mondo dell’auto ingrana la quinta già nel primo giorno dell’anno. Fiat acquisirà da Veba la partecipazione del 41,5% detenuta dal fondo sanitario del sindacato americano Uaw in Chrysler. La chiusura delle trattative è prevista entro il prossimo 20 gennaio 2014.

La casa di Torino verserà a Veba 3,65 miliardi di dollari, di cui 1,75 miliardi in contanti e 1,9 miliardi come dividendo straordinario. Per l’acquisizione l’unica parte che Fiat pagherà in cash ammonterà a 1.750 milioni di dollari e lo farà utilizzando la liquidità disponibile.

"Aspetto questo giorno sin dal primo momento, sin da quando nel 2009 siamo stati scelti per contribuire alla ricostruzione di Chrysler". Così John Elkann, presidente di Fiat (nella foto), commenta l’accordo con Veba: "Il lavoro, l’impegno e i risultati raggiunti da Chrysler negli ultimi quattro anni e mezzo sono qualcosa di eccezionale".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    La Crysler cos’è ora? Una scatoletta di tonno scaduta? Visti i precedenti di Marchionne, se tanto mi da tanto.

  2. Scritto da il polemico

    la fiat sembra piena di liquidità,ma ogni anno piange miseria,cassa integrazione,licenziamenti,delocalizzazione,chiusure causa cali vendite,ecc ecc.sembra una presa per i fondelli dell’italia ,peggio dell’investimento-affare statale con enormi interessi nella banca del pd ,la famigerata mps….e noi paghiamo