Oldrati Group festeggia il "capitano Vanni" e i 50 anni dell'impresa - BergamoNews
La festa

Oldrati Group festeggia il “capitano Vanni” e i 50 anni dell’impresa

Allo Spazio Alt di Alzano Lombardo è stato celebrato in anteprima il 50° anniversario della Oldrati Guarnizioni Industriali Spa con un evento speciale dedicato al tema e la presentazione di un libro che narra la storia del Capitano Vanni.

Venerdì 13 dicembre, allo Spazio Alt di Alzano Lombardo è stato celebrato in anteprima il 50° anniversario della Oldrati Guarnizioni Industriali Spa con un evento speciale dedicato al tema e la presentazione, a sorpresa, di un libro che narra la storia del Capitano Vanni.

Nel 2014, infatti, Oldrati Guarnizioni Industriali di Villongo raggiungerà l’importante traguardo dei 50 anni di attività.

Fondata nel 1964 da Vanni Oldrati, quando ancora nessuno conosceva il significato di mescola, l’azienda porta tuttora in tutto il mondo la migliore competenza corredata da uno storico know-how nel settore della gomma.

Con una gamma di 30.000 prodotti, la Oldrati rappresenta oggi uno dei principali protagonisti nel mercato internazionale e una delle eccellenze del settore ricerca e sviluppo oltre che del Made in Italy.

L’evento è stato aperto da un video che ha ripercorso alcuni tra i momenti principali di questo mezzo secolo di attività, un "riassunto" della vita aziendale che ha suscitato emozione tra tutti i dipendenti che hanno partecipato alla serata insieme ad alcuni tra fornitori e clienti storici.

L’emozione dei partecipanti, che più di una volta si sono lasciati andare ad applausi calorosi, è andata crescendo mentre venivano premiati i dipendenti con maggior anzianità di servizio e le persone che all’interno dell’azienda hanno compiuto una crescita esponenziale fino a diventare manager e protagonisti del percorso della stessa.

Un percorso di successo celebrato allo Spazio Alt, prestigiosa location il cui acronimo significa Arte, Lavoro e Territorio, scelta non casuale perché in perfetta coerenza con lo spirito che ha animato il suo fondatore.

Lo Spazio ALT, infatti, situato nel cuore nella prima sede Italcementi nata verso la fine del 1800, è stato recuperato interamente dalle famiglie Leggeri e Radici, proprietarie della galleria e delle collezioni private esposte all’interno di questa, secondo un criterio di reversibilità architettonica volta a valorizzare il progetto originario ed è sintesi di come idee, lavoro e produzione possano viaggiare su medesimi percorsi.

Ed è proprio grazie a questa convinzione, alle sue conoscenze e alla sua inesauribile passione che, fin dal suo esordio, Vanni Oldrati ha saputo dare alla sua impresa una spinta propulsiva ad una tecnologia costantemente innovata, ponendola al servizio delle grandi imprese e nei più svariati settori, dall’automotive all’elettrodomestico, dal riscaldamento al chimico e petrolchimico.

Un’impresa tutta italiana, oggi governata dalla seconda generazione che ha voluto rendere omaggio al proprio fondatore con la pubblicazione di un libro dedicato al Capitano Vanni, come è stato brillantemente definito dall’autore, Tonino Zana, commentatore di molte storie imprenditoriali, e che è stato presentato in anteprima a questa serata, omaggio apprezzato dai numerosi ospiti, dipendenti compresi, orgogliosi di essere parte di questa grande famiglia e aver contribuito al suo indiscusso e riconosciuto successo.

E così, come ci racconta lo scrittore, quello che un tempo era il sogno di un imprenditore tenace e coraggioso, si è trasformato nel tempo in un autorevole punto di riferimento e partner per le grandi imprese, in grado di fornire soluzioni personalizzate ad alto contenuto progettuale. Per concludere la serata, dopo un’iniziale rifiuto, il fondatore e presidente Vanni Oldrati è salito sullo stesso palco che aveva visto, poco prima, sfilare i figli e i nipoti.

Il Capitano allora si è lasciato andare ai ricordi e ha raccontato di come un tempo le sue scelte, avanguardiste ma incomprensibili a molti, siano state decisive per creare quel legame con il territorio che è fondamentale di fronte alle sfide globali dell’azienda e che è diventato negli anni il metodo da esportare nelle nuove avventure commerciali.

Nel suo discorso, concluso con l’augurio ai nipoti di continuare nell’avventura come i loro padri ma solo dopo aver studiato, non ha tralasciato di ringraziare la moglie che ha avuto la pazienza di stargli accanto anche nei momenti in cui era impegnato nel costruire quel sogno che adesso si appresta a compiere cinquant’anni di vita.

Matteo Azzola

leggi anche
  • Il primato
    Per la diga del Venezuela guarnizione della Oldrati È la più grande al mondo
  • Villongo
    Nasce la Oldrati Gomma Line, la joint venture tra Oldrati Group e Gomma Line
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it