La novità

Soldi pubblici ai partiti Letta: stop dal 2017 Grillo: bufala. Di’ la tua

In pratica la riforma, che nel 2014 prevede una riduzione del finanziamento pubblico del 25%, nel 2015 del 50% e nel 2016 del 75% andrà a regime dal 2017 quando il sistema attuale sarà abolito in toto e sostituito dalle donazioni volontarie del 2 per mille dei cittadini.

Un decreto e via. Incredibile? Eppure a sentire il premier Enrico Letta che l’ha annunciato via twitter è proprio così.

Il governo ha infatti approvato venerdì l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti.

"L’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti è ora realtà – ha spiegato il premier -. Il nuovo sistema di finanziamento, con il due per mille, dà tutto il potere ai cittadini", ma, spiega, è un sistema "che non frega i cittadini perché l’inoptato resta allo Stato".

Il testo approvato dal Consiglio dei ministri è quello del ddl approvato dalla Camera. Ma c’è di più: nel decreto c’e’ anche "l’obbligo della certificazione esterna dei bilanci dei partiti". Una decisione per superare "l’opacita’" di questi anni e che "rendera’ impossibile che in Italia si torni agli scandali degli anni scorsi".

In pratica la riforma, che nel 2014 prevede una riduzione del finanziamento pubblico del 25%, nel 2015 del 50% e nel 2016 del 75% andrà a regime dal 2017 quando il sistema attuale sarà abolito in toto e sostituito dalle donazioni volontarie del 2 per mille dei cittadini.

E questo offre il destro a Beppe Grillo, che vede a rischio un suo cavallo di battaglia, per dire: "Sono solo chiacchiere, basta prese in giro". 

Il leader del Movimento 5 Stelle sempre via twitter, attacca Letta: "Basta con le chiacchiere Enrico Letta. Restituisci ora 45 milioni di euro di rimborsi elettorali del Pd a iniziare da quelli di luglio", si legge nel tweet che rilancia l’hashtag ‘#bastaunafirma’.  

Tu cosa ne pensi?

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Voto alla Camera
Il voto
Finanziamento dei partiti La Camera boccia tutti gli emendamenti
Antonio Misiani tesoriere nazionale del Pd
Politica
Pd, 180 in “cassa”? Misiani Senza soldi pubblici tagli inevitabili
Abolizione dei contributi pubblici ai partiti?
La riflessione
Abolizione del contributo pubblico ai partiti? Una bufala, ecco perché
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI