BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I sindacati di Polizia: “Plaudiamo gli agenti che si sono tolti i caschi”

I video con i poliziotti che si tolgono i caschi durante le manifestazioni del 9 dicembre hanno fatto il giro del web. Per la questura di Torino si tratta di un gesto assolutamente riconducibile al servizio che stavano svolgendo, senza particolari pericoli per la loro incolumità. Visione diversa da parte dei sindacati di polizia.

Più informazioni su

I video con i poliziotti che si tolgono i caschi durante le manifestazioni del 9 dicembre hanno fatto il giro del web. Per la questura di Torino si tratta di un gesto assolutamente riconducibile al servizio che stavano svolgendo, senza particolari pericoli per la loro incolumità. Visione diversa da parte dei sindacati di polizia.

Il segretario generale dell’Ugl Polizia di Stato, Valter Mazzetti ha infatti dichiarato: “Condividiamo e plaudiamo al gesto di quei poliziotti che si sono tolti i caschi in segno di solidarieta’ con quella parte dei manifestanti che ha pacificamente mostrato il proprio disagio per la grave crisi che attraversa l’Italia”. Mentre il segretario del Siulp, Felice Romano ha sottolineato che “Togliersi il casco in segno di manifesta solidarieta’ e totale condivisione delle ragioni a base della protesta odierna e’ un atto che per quanto simbolico dimostra pero’ che la misura e’ colma”.

E proprio Felice Romano prosegue nel suo comunicato ufficiale redarguendo i palazzi, il ministro della Difesa Angelino Alfano: Ecco perché il governo in primis e il ministro Alfano a seguire, bene farebbero al ascoltare il Sindacato e prima ancora i cittadini di questo Paese; giacchè la misura e colma e se non si inverte questa tendenza a chiedere sempre e maggiori sacrifici in cambio di nulla, a maggior ragione quando non si da il buon esempio cominciando a rinunciare i propri privilegi che sono tanti, anzi troppi, si ricordino il passaggio biblico nel quale si afferma: “terribile sarà l’ira degli onesti”.

Lo afferma Felice Romano, Segretario Generale del SIULP in una nota nella quale, nel commentare le straordinarie immagini in cui gli appartenenti alle forze di polizia si sono tolti il casco in segno di condivisione e rispetto delle ragioni della protesta, senza per questo rinunciare o abdicare al proprio dovere di garantire la sicurezza pubblica e di fermare i violenti, sottolinea come questo epilogo fosse scontato rispetto al grido di allarme che il SIULP, a nome dei poliziotti, sta lanciando da tempo e che il governo continua a non raccogliere. “Speriamo che questo segnale sia da monito ai palazzi del potere, alle caste, al governo ma anche a tutti i violenti e i professionisti del disordine. Questa volta nessuno riuscirà a separare il “Paese” sano costituito dai lavoratori, dalle famiglie e dai servitori dello Stato, come accaduto negli anni di piombo. Che il governo ne tragga le dovute e necessarie conseguenze. Il SIULP sarà a fianco e con questi colleghi per dire basta allo sfruttamento e al maltrattamento dei poliziotti e dei cittadini, per dire ascoltate la voce del popolo.”

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Dax

    Solidale con le forze dell’ ordine… costretti a difendere i delinquenti del Parlamento e dei consigli regionali anziché i cittadini… Povera Italia come ti hanno ridotto questi politici…

  2. Scritto da cati

    spero che sia solo l’inizio di un gesto che coinvolgerà anche altri che come queste povere persone rischiano la vita ogni giorno……

  3. Scritto da Arianna

    Ben venga questa solidarieta’ da parte delle forze dell’ordine dovrebbero unirsi anche altri statali, siamo giunti tutti al limite della sopportazione a sorprusi, sprechi e alla indifferenza totale dei problemi di tutti i lavoratori italiani da parte dei politici!!!

  4. Scritto da Pier

    i poliziotti fanno bene aschierarsi dalla parte del Popolo, sono trattati,male dagli Stessi Politici, che li mandano allo sbaraglio, con stipendi da fame, la Politica Italiana ha fallito, è in paurosa discesa, nessuno Vi crede più .via dall’euro via dall’Europa, riprendiamoci la nostra moneta, riprendiamoci la Nostra grinta, basta Politici mantenuti, che non sanno far arrivare nemmeno un nuovo treno a Bergamo …VIA TUTTI i POLITICI ARRAFFONI

    1. Scritto da Daniele

      Non mi sembrano tanto afflitti quando vanno “allo sbaraglio” corazzati dalla testa ai piedi ed armati di manganelli e scudi rigidi preceduti da lanci massicci di lacrimogeni e seguiti da rinforzi, camionette e blindati, specialmente se dall’altra parte ci sono operai e studenti che rivendicano i loro diritti.

      1. Scritto da Brixxon53

        Tu ci andresti in costume da bagno? Gli operai e gli studenti che rivendicano i loro diritti lo fanno in modo civile, non fanno la guerriglia urbana, quelli che ricevono certi trattamenti sono puri e semplici delinquenti, fine.

  5. Scritto da Daniele

    Fra l’altro vorrei ricordare che i sindacati di polizia sono le stesse organizzazioni che manifestano solidarietà agli agenti condannati per l’omicidio di Federico Aldrovandri. Stomachevole.

  6. Scritto da domenico

    I poliziotti si tolgono sempre il casco se non c’è tensione, ma in questo caso qualche sindacato dalle spiccate tendenze fascistoidi ha enfatizzato la bufala per suggerire una continuità tra poliziotti e manifestanti.
    Certamente questa contiguità ideologica esiste tra questo sindacatino e i fascisti dei forconi (leggi FN), lo abbiamo aprezzato con chiarezza nel 2001 a Genova.

    1. Scritto da angelo

      Caro domenico il suo commento è stucchevole Io c’ero e posso assicurarle che al di la di madri,padri,figli,dipendenti,imprenditori qualche studente,pochi cassaintegrati e nessun fascista come lo intende lei.Cosa vuole che le dica cercare scuse e insultare chi protesta civilmente non pratico, navigato da poter individuare soggetti infiltrati questo si che puzza di fascismo.Si faccia un esame di coscienza venga ad un presidio ascolti e si informi prima di sparare c…..e .

  7. Scritto da Daniele

    Le dietrologie non mi piacciono ma il fatto che molte testate stiano cascando in questa bufala qualche sospetto me lo fa venire.
    A chiunque sia stato ad una manifestazione VERA è capitato di vedere poliziotti togliersi il casco quando non vi è pericolo. Cominciate a far casino e vedrete che quei caschi tornano al loro posto più rapidamente di quanto ci metteranno a snudare i manganelli…

    1. Scritto da Andrea

      http://www.youtube.com/watch?v=eGS03L6_Rw0
      Signor Daniele, mi faccia il piacere su! Vorrei sapere quale scusa è pronto a vomitare per il video di questo link!

      1. Scritto da Daniele

        Reparto mobile in smobilitazione, ci sono passato attraverso anch’io diverse volte… chiamale, se vuoi, paraculate, ma è così che stanno le cose.

        1. Scritto da Nicola

          Falso, la manifestazione non era finita, anzi! Ma quale smobilitazione dai… camminavano con i manifestanti dandogli le spalle.

  8. Scritto da angelo

    Le forze dell’ordine lo hanno capito.
    Basta dualismi e contrapposozioni politiche fini a se stesse.
    I politici lo sanno e ci marciano.
    Mettiamo da parte la nostra fede politica che nulla a a che fare con questa casta di incapaci.
    Riprendiamoci il NOSTRO PAESE.