BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Protesta dei forconi, scontri e disagi in tutta Italia

Presidi, manifestazioni, scontri con la polizia, volantinaggi, traffico bloccato da Nord a Sud. I forconi scendono in strada contro il governo e la politica. Torino è la città più calda. Molotov e bombe carta sono state lanciate contro la sede della Regione. E’ intervenuta la polizia.

Più informazioni su

Presidi, manifestazioni, scontri con la polizia, volantinaggi, traffico bloccato da Nord a Sud. I forconi scendono in strada contro il governo e la politica. Torino è la città più calda. Molotov e bombe carta sono state lanciate contro la sede della Regione. E’ intervenuta la polizia. A Genova circa un centinaio di manifestanti, poco dopo le 14, ha occupato i binari della stazione di Genova Brignole. Si sono staccati dal corteo principale e si sono diretti allo scalo ferroviario. Binari occupati anche alla stazione di Imperia e tra Diano Marina e Arma di Taggia, con blocco della circolazione dei treni sulla Genova-Ventimiglia. Inoltre il traffico ferroviario sulla linea Genova-Ventimiglia è bloccato, dalle 12 circa, in seguito all’occupazione dei binari della stazione di Imperia Oneglia da parte di un folto gruppo di manifestanti. I treni diretti al confine italo-francese di Ventimiglia fermano alla stazione di Diano Marina (Imperia) e quelli diretti a Genova, arrivano sino alla stazione di Taggia, quella dopo Sanremo. Le ferrovie hanno attivato un servizio di bus sostitutivi, ma anche l’Aurelia è bloccata, all’altezza del Comune di Imperia, quindi è al momento impossibile anche il passaggio delle navette. “Le proteste in Italia sono legittime e rispettano le leggi. Noi impediremo che vengano violate e faremo valere la forza dello Stato», è il commento del ministro dell’Interno Angelino Alfano a margine di un convegno a Perugia. «Nel contempo – ha aggiunto Alfano – saremo comprensivi rispetto a proteste che siano dentro i limiti dell’ordine e delle leggi dello Stato».

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Cris

    Facile basta che i poliziotti tolgono il casco e si mettano dalla parte dei manifestanti e si evitano feriti

  2. Scritto da Paolo

    Non capisco perché non si evitano gli scontri frontali fra manifestanti e forze dell’ordine con l’ uso degli idranti, come avviene in altri Paesi. Si eviterebbero incidenti con meno militari impegnati e senza feriti.