La protesta

Movimento dei Forconi Presidi anche a Bergamo Il Garante stoppa lo sciopero

Uno sciopero ad oltranza dalla mezzanotte di domenica a venerdì. Autotrasportatori in rivolta, presidi in tutta Italia, possibili disagi. Il movimento di Forconi annuncia battaglia, soprattutto al sud. Ma non mancano mobilitazioni anche in Bergamasca. Tre i presidi in programma: al rondò della superstrada a Brusaporto, a Bolgare e a Treviglio.

Uno sciopero ad oltranza dalla mezzanotte di domenica a venerdì. Autotrasportatori in rivolta, presidi in tutta Italia, possibili disagi. Il movimento di Forconi annuncia battaglia, soprattutto al sud. Ma non mancano mobilitazioni anche in Bergamasca. Tre i presidi in programma: al rondò della superstrada a Brusaporto, a Medolago e a Treviglio. Non sono previste manifestazioni in città.

Il Garante degli scioperi però stoppa qualsiasi iniziativa: "Qualora – spiega in una nota l’Autorità – si dovessero verificare violazioni della legge nel fermo dell’autotrasporto, confermato da alcune sigle del settore, non esiteremo ad applicare le sanzioni". E poi specifica: il fermo deve avvenire "senza blocchi stradali". Il ministro dei Tresporti Maurizio Lupi ribadisce: "Sia chiaro, gli autotrasportatori che domani intenderanno scioperare non hanno tra le loro ragioni nessuna richiesta presentata al governo al ministero dei Trasporti che sia rimasta inevasa e che li giustifichi". Infatti, continua Lupi, è "stato mantenuto il recupero dell’accisa sul gasolio, è stato rifinanziato il fondo per il sostegno al settore, è stato aperto un tavolo di confronto per i problemi degli autotrasportatori delle isole".

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI