La Capitale della cultura secondo Ermanno Olmi Incontro al Teatro Sociale - BergamoNews
Bergamo 2019

La Capitale della cultura secondo Ermanno Olmi Incontro al Teatro Sociale

Lunedì 2 settembre Ermanno Olmi è ospite al Teatro Sociale per gli appuntamenti di Verba Manent, con i protagonisti della cultura.

Bergamo e il suo territorio verso il 2019 incontro con il Presidente Onorario Ermanno Olmi al Teatro Sociale lunedì 2 settembre alle 20.30. 

Ermanno Olmi nasce a Bergamo nel 1931. È regista, sceneggiatore, montatore, direttore della fotografia. I suoi lavori cinematografici sono legati alle sue origini: il rapporto con la natura, i sentimenti delle persone semplici, le vicende del mondo operaio. Il mondo contadino, a cui è profondamente legato ispira il regista L’albero degli zoccoli considerato da molti il suo capolavoro.

Ermanno Olmi è Presidente Onorario del Comitato Bergamo Candidata Capitale Europea della Cultura 2019.

Partecipa a Verba Manent proprio per la sua adesione al Comitato con un incontro dal titolo Bergamo e il suo territorio verso il 2019 – Incontro con il Presidente Onorario Ermanno Olmi.

Nell’occasione, il Maestro tratterà di economia, ecologia, ambiente e paesaggio, con riguardo particolare per il territorio bergamasco.

Lunedì 2 settembre alle 20.30 al Teatro Sociale di Bergamo Alta ingresso è libero su prenotazione telefonica: 035.4160614 e 035.4160622, da lunedì a venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 17 (esclusi quindi sabato e festivi).

I biglietti andranno ritirati presso la Biglietteria del Teatro Donizetti nei giorni 29, 30 e 31 agosto dalle ore 13 alle 20. I biglietti non ritirati saranno assegnati ad altri.

leggi anche
  • Seconda edizione
    Torna a Bergamo il Premio Ermanno Olmi per il miglior cortometraggio
    Generico giugno 2020
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it