BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sopralluogo alla stazione “Pronta in primavera Ci saranno pochi disagi” fotogallery

“Bergamo. Stazione di Bergamo”. I lavori per la ristrutturazione completa della stazione ferroviaria continuano senza intoppi. Lo stesso vale per piazzale Marconi, che necessita solo di qualche ritocco, e per i parcheggi che l’amministrazione comunale sta realizzando alle Autolinee.

Più informazioni su

“Bergamo. Stazione di Bergamo”. I lavori per la ristrutturazione completa della stazione ferroviaria continuano senza intoppi. Lo stesso vale per piazzale Marconi, che necessita solo di qualche ritocco, e per i parcheggi che l’amministrazione comunale sta realizzando alle Autolinee. La biglietteria è già stata aperta nei giorni scorsi, mentre per il fabbricato centrale si dovrà aspettare ancora qualche mese. Così come per la sistemazione del sottopasso e l’ultimazione della facciata a vetrate. Diego Capoano di Centostazioni ha guidato il sindaco Franco Tentorio, gli assessori ai Lavori Pubblici, Viabilità e Sicurezza, i giornalisti all’interno del cantiere. L’investimento complessivo per l’intera area, compresi i parcheggi è di quasi 11 milioni di euro divisi tra Centostazioni, Comune di Bergamo e Regione Lombardia. “Lo spostamento della biglietteria è stata un’operazione determinante per proseguire i lavori – spiega Capuano -. Ora ci concentreremo nel comparto centrale e poi nel sottopasso. A breve saranno usufruibili anche i nuovi servizi igienici. Ci saranno pochissimi disagi per i pendolari, questo è garantito”.

Il sindaco Franco Tentorio è soddisfatto e invita a giudicare i lavori quando saranno ultimati. “Vale anche per il piazzale, perché quando la stazione sarà completamente nuova si potrà dare un giudizio”. Il vicesindaco Gianfranco Ceci, assessore alla Mobilità, è ottimista sull’apertura dei parcheggi: “Con l’inizio del nuovo anno verranno messi a disposizione circa 130 posti, realizzati nelle ultime sei pensiline. Saranno completamente automatizzati e sorvegliati per garantire sicurezza. Per gli altri 150 posteggi dovremo aspettare ancora un po’ perché c’è un passaggio in Consiglio comunale”. “Su piazzale Marconi manca ancora qualche panchina circolare – spiega Alessio Saltarelli, allessore alla Mobilità -, la stazione del bike sharing, i dissuasori della sosta. Sono arrivate critiche, ma anche molte mail di persone che ci ringraziano per aver riaperto questo spazio fondamentale della città”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Bergamasco

    peccato che la piacevole riqualificazione dell’edificio FS da parte di Centostazioni si contrapponga a quell’insignificante piazzalone messo a nuovo dal Comune in perfetta arte funeraria! Non vi è la minima presenza di verde in una zona dove certamente non abbonda. Dubito fortemente che un risultato simile riscuota preferenze tra i cittadini….

  2. Scritto da sergio

    speriamo che tutta quella gentaglia che gravita intorno alla stazione, spacciatori, tossici, prostitute che agiscono alla luce del giorno tra i viaggiatori, senza che nessun autorità intervenga, spariscano una volta per tutte… lo schifo che c’è intorno alla stazione non c’è in nessuna parte d’italia.. se un turista arriva a bergamo e vede quello schifo, secondo me se ne torna indietro…il sindaco e assessori vari come sempre fanno finta di niente e se ne lavano le mani

  3. Scritto da lorenzo

    Per i lavoratori in servizio, hanno un cancello da cui si accede da via S. Giovanni bosco e arrivano dietro la stazione e parcheggiano li almeno quelli che regolano la circolazione, i ct e macchinisti parcheggiano di fianco alla stazione credo per comodità ma immagino che possano parcheggiare anche dall’altra parte. saluti

  4. Scritto da nino cortesi

    La ferrovia è da interrare da San Bernardino a Borgo Palazzo. Questi sono tutti lavorucci disfattisti.

  5. Scritto da G.Pietro

    Per “spike 5stelle”: a onor del vero (nessuno polemica ma solo precisiazioni) accanto alla stazione FS c’è un lugo deputato al parcheggio bici (e dove puoi anche noleggiarle) e accanto all’urban center una stazione bike sharing (un’altro bike sharing sorgerà in piazzale Marconi).
    Piazzale Celadina: più volte è stato oggetto di inziative incentivanti per raggiungere il centro di Bergamo con i mezzi pubblici ma aimè più di una volta queste iniziative non sono state apprezzate..
    Saluti.

    1. Scritto da spyke 5 stelle

      Tutto vero G.Pietro, e complimenti per il garbo, sempre più raro. Infatti il senso del discorso era sulle idee per il futuro della città: a mio avviso quelle più impattanti sono fardelli che poi si ripercuotono sul buono che c’è (vedi lo scarso successo del BiGi). E’ chiaro come un multipiano e la vendita di un’area di potenziale interscambio sono SCELTE pressochè IRREVERSIBILI sulla mobilità futura delle città.

  6. Scritto da ferroviereanonimo...

    Preparatevi ai disagi…i parcheggi che il sig. Tentorio vuole costruire alle autolinee sono quelli fin ora dedicati ai ferrovieri in servizio…da lunedi verranno eliminati con enorme disagio dei lavoratori.I quali costretti a cercare parcheggi di fortuna potrebbero arrivare un pò tardi al treno con conseguente ritardo per i pendolari…come dire…il diavolo fa le pentole e tentorio i coperchi…brao sindec

  7. Scritto da spike 5stelle

    Sì proprio complimenti per i parcheggi, un bel contributo alla mobilità sostenibile e al traffico!!! In tutta Europa sorgono silos per bici (mi hanno appena rubato l’ennesima) accanto alle stazioni, mentre i parcheggi periferici vengono arricchiti di servizi e collegati in modo intelligente. A Bergamo invece si vendono le aree che si potrebbero collegare (piazzale Celadina) e sorgono parcheggi multipiano per le automobili in centro. Complimenti ancora.

    1. Scritto da ferroviereanonimo...

      si perchè il parcheggio in città alta…o la vendita di un area possibile interscambio come quella della celadina…purtroppo tentorio credo che in europa non ci sia mai stato…sarebbe troppo ottuso se conoscesse anche le altre realtà e continuasse in questo assurdo gioco del monopoli orobico…