BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I ragazzi di Gulliver alle prese col parapendio con Orobica Volo Libero

Domenica 1 settembre alle 15 al campo volo di parapendio dell’associazione sportiva Orobica Volo Libero di Caprino Bergamasco, a fianco del Risto grill Panoramico "Latterraggio" si terrà il consueto appuntamento con i ragazzi diversamente abili dell’associazione Gulliver di Cisano Bergamasco durante il quale i soci istruttori e piloti dell’associazione sportiva Orobica Volo Libero

Domenica 1 settembre alle 15 al campo volo di parapendio dell’associazione sportiva Orobica Volo Libero di Caprino Bergamasco, a fianco del Risto grill Panoramico "Latterraggio" si terrà il consueto appuntamento con i ragazzi diversamente abili dell’associazione Gulliver di Cisano Bergamasco durante il quale i soci istruttori e piloti dell’associazione sportiva Orobica Volo Libero trasmetteranno la sensazione del volo con parapendio attraverso simulazioni di volo a terra e con piccoli stacchi assistiti.

L’appuntamento di quest’anno è giunto alla sua 7ª edizione ed è organizzato dalle due seguenti associazioni: l’associazione Gulliver Onlus è gruppo di familiari e non solo, che dal 1994 e in forma associativa riconosciuta dal 2004, ha come obiettivo l’integrazione dei soggetti diversamente abili nel territorio di Caprino Bergamasco, Cisano Bergamasco e Pontida attraverso progetti e iniziative finalizzate al tempo libero, al sollievo e/o progetti individualizzati di assistenza domiciliare. L’associazione sportiva Orobica Volo Libero che ha sede a Caprino Bergamasco raggruppa molti piloti, istruttori ed appassionati di parapendio della provincie di Bergamo Lecco e Milano. Dopo l’edizione dello scorso anno il presidente di Gulliver, Andrea Colombelli aveva affermato: "E’ stato bello vedere una persona disabile che in compagnia dei parenti ed amici ammirava con interesse la vela del parapendio sulla collinetta pronta per far provare il brivido del volo ad un suo compagno. Ed è stato ancor più bello ed emozionante sentirla emettere dei suoni con viso vivo ed allegro, decidendo poi indicando la collinetta di salirvi autonomamente con accanto un famigliare sì, ma con un sorriso che tutt’ora arricchisce il nostro essere".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.