BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alla Cornabusa “Il giornale dell’anima” secondo Hannah Arendt

La rappresentazione è sabato 31 agosto alle 21 al santuario della Cornabusa di Cepino Imagna e prende ispirazione dalla recensione di Hannah Arendt al diario spirituale del Papa, Il giornale dell’anima, pubblicato nel 1965, due anni dopo essersi spento in Vaticano.

In occasione del cinquantenario della morte di Papa Giovanni XXIII e, poco prima, dell’emanazione dell’enciclica Pacem in terris, deSidera Festival 2013, in collaborazione con il santuario della Cornabusa di Sant’Omobono, presenta lo spettacolo Il giornale dell’anima.

La rappresentazione è sabato 31 agosto alle 21 al santuario della Cornabusa di Cepino Imagna e prende ispirazione dalla recensione di Hannah Arendt al diario spirituale del Papa, Il giornale dell’anima, pubblicato nel 1965, due anni dopo essersi spento in Vaticano. La filosofa e storica tedesca colloca la figura di Papa Giovanni XXIII all’interno di una riflessione filosofica sul bene e sul male e sulle cause dell’agire umano, sia che porti alla bontà sia al “male banale”, invitandoci a riflettere sul significato e sulle implicazioni del fare il bene; invito che lo stesso Papa aveva rivolto alla popolazione con l’enciclica Pacem in terris. Sabato 31 agosto sarà un occasione di comunità e riflessione da non perdere.

Ingresso libero. Per informazioni consultare il sito: www.teatrodesidera.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da biografe

    Ma veramente non ne sono informati?