BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Itinerario teatrale fra musica, canti e balli per la Notte in Lemine

L’iniziativa propone un percorso teatrale in notturna partendo dalla piana di San Tomè ad Almenno San Bartolomeo. Si tratta di un itinerario in notturna tra narrazioni, musiche, danze, tableau vivant, luci, sapori e gusti del territorio

Si preannunia una serata ricca di spettacolo e di emozioni per la Notte in Lemine. La manifestazione, giunta alla sua quinta edizione, si terrà sabato 31 agosto dalle 19 nel Parco del Romanico degli Almenno, ad Almenno San Bartolomeo e ad Almenno San Salvatore.

A dare il via alla serata sarà l’apertura della mostra nella chiesa di San Giorgio alle 19, accompagnata dall’apertura delle Taberne, con la degustazione di prodotti tipici in prossimità del tempio di San Tomè.

Alle 21, invece, l’iniziativa entrerà nel vivo, con l’inizio del percorso teatrale alle 21 nella piana di San Tomè ad Almenno San Bartolomeo. Si tratta di un itinerario in notturna tra narrazioni, musiche, danze, tableau vivant, luci, sapori e gusti del territorio: un’immersione nella magia di pietra del Romanico, visioni di una storia millenaria e apparizioni del fantastico, dai boschi e dai campi dell’agro almennese al tempio di San Tomè. Il percorso si snoda attraverso il Ponte del Tarchì, si addentra nel bosco che costeggia il torrente Tornago, attraversa parte dell’Agro tra vigne e prati per concludersi al Monastero e alla rotonda di San Tomè, dove si concluderà nel Gran saluto delle genti. Questo evento, molto suggestivo, invita il pubblico a intraprendere un viaggio fisico ed emotivo nel passato remoto e nelle leggende dell’antico territorio di Lemine, attraverso un percorso tra alcuni degli scorci più suggestivi della piana di San Tomè, l’Agro di Almenno. Una notte d’incanto dove grandi e piccini sono invitati a lasciarsi avvolgere da straordinarie visioni, che riportano lo spettatore tra i secoli VIII e XIV dove gli abitanti del territorio in veste di attori, danzatori, musici e cantori danno vita ad alcune pagine della letteratura medioevale e soprattutto agli accadimenti più significativi della storia del territorio, comprendente gli Almenno, Barzana, Brembate Sopra, Pontida. Una riscrittura fantastica che propone il teatro popolare come luogo d’incontro di una comunità che ospita il visitatore avvicinandolo alla bellezza del suo territorio, patrimonio dal valore inestimabile. Palcoscenico dell’evento sono, infatti, la celebre Rotonda di San Tomè e la chiesa di San Giorgio, con il suo prezioso campionario di affreschi dal XII al XV secolo dedicati alla vita di Cristo e freschi di restauro, rispettivamente ad Almenno San Bartolomeo e ad Almenno San Salvatore. Veri e propri gioielli di pietra, incastonati nel territorio verde dell’antico Lemine, ancora oggi considerato tra i più emblematici e importanti siti della cultura romanica in Lombardia, anche per aver mantenuto intatto il rapporto tra gli edifici religiosi e lo splendido contesto ambientale. La forte presenza di spiritualità che caratterizza i luoghi, si fonde con la vita quotidiana in un affresco pieno di mistero e suggestione. Le chiese, i boschi, i sentieri, gli scorci a cui si aggiungono accampamenti e taverne medioevali, diventano scenografie meravigliose di personaggi richiamati dal tempo: cavalli e cavalieri, draghi, diavoli, streghe che evocano leggende e credenze, e personaggi reali che raccontano paci, armistizi, affanni e gioie: contadini, re e regine, attori e giullari, frati e monache. Non una rievocazione storica, dunque, ma una riscrittura fantastica basata sulle ricerche dello storico Paolo Manzoni e sulla drammaturgia teatrale ideata dalla regista Silvia Barbieri, unite all’ accurato studio della luce in relazione ai luoghi, tra fiaccole, luci suggestive e proiezioni per la regia di Oreste Castagna.

In contemporanea Almenno San Salvatore apre la Chiesa di San Giorgio a una mostra fotografica che attraversa quattro anni di Notte in Lemine, che hanno visto la partecipazione di oltre 500 attori e 20 mila spettatori grazie al progetto di drammaturgia sociale “Paesi in scena”, di forte valenza artistica e comunitaria. Per tutti gli appassionati di fotografia è bandito un concorso fotografico sull’evento (www.antennaeuropeadelromanico.it).

Notte in Lemine è promosso da Sistema Culturale Lemine, con il coordinamento della Pro loco di Almenno San Bartolomeo e la collaborazione di Antenna Europea del Romanico, Comuni di Almenno San Bartolomeo e Barzana e Comunità Montana Valle Imagna. Progetto e organizzazione di Spring Art. Per avere ulteriori informazioni è possibile contattare la Pro Loco di Almenno San Bartolomeo inviando un’email all’indirizo di posta elettronica prolocoalmennosb@gmail.com oppure Antenna Europea del Romanico chiamando il numero di telefono 035553205 oppure il 3316745263. In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata a domenica 1 settembre alle 20.45.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Stefano

    L’immagine che accompagna il testo non rende giustizia al fascino dello spettacolo.

    Vi invito a visitare il sito:
    http://www.antennaeuropeadelromanico.it