BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Imu, la rabbia della Cgil: “Decreto da irresponsabili Un regalo ai ricchi”

A fronte del piano approvato ieri dal Consiglio del Ministri secondo cui l’IMU verrà cancellata e dal 2014 verrà istituita la ‘service tax’. Il segretario provinciale della Cgil Luigi Bresciani esprime una forte critica al provvedimento del governo.

Più informazioni su

A fronte del piano approvato ieri dal Consiglio del Ministri secondo cui l’IMU verrà cancellata e dal 2014 verrà istituita la ‘service tax’. Il segretario provinciale della Cgil Luigi Bresciani esprime una forte critica al provvedimento del governo.

“ll decreto legge sull’IMU varato dal Governo è da irresponsabili. Un conto è eliminare l’IMU per chi ha solo la prima casa e redditi medio bassi, un altro è cancellare completamente la tassazione sulla casa. È un favore fatto ai ricchi in un momento in cui servono risorse per gli esodati, per i disoccupati e per diminuire il costo del lavoro e aumentare la competitività del sistema economico”. “Come si coprirà il buco enorme che si aprirà nelle casse de Comuni?” si chiede Bresciani. “Con una nuova tassa che verrà chiamata in modo diverso ‘la service tax’ riferita ai costi sostenuti dagli enti locali per i servizi sugli immobili e che colpirà tutti senza alcuna distinzione. Tanto valeva tenersi la vecchia ICI. Sulla pelle di un Paese che ha un debito pubblico enorme, prima si è eliminata quella, poi si è varata l’IMU, che oggi viene cancellata per arrivare, nel 2014, ad istituire la ‘service tax’. Questo è un Governo che invece di affrontare i nodi veri della crisi, fa regali ai ricchi e continua a subire i ricatti di un pregiudicato, di un condannato in via definitiva per frode fiscale. È davvero ora di dire basta”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mario Gualeni

    il provvedimento della cancellazione dell’imu sulla prima casa è sbagliato non colpisce più di tanto le case popolari ma favorisce chi ha la casa grande, signorile, la villa, in centro città ecc. quindi chi sta meglio. Era meglio usare queste risorse per investire in grandi progetti pubblici favorendo la ripresa occupazionale.

  2. Scritto da Facci

    Parla il sindacato di ”risparmio sbagliato”. Nonostante sia iscritto (tessera € 85), per la compilazione del modello unico ho sborsato altri € 25. Calcoliamo gli iscritti e capiamo i numeri che girano nei sindacati. Basta tessera, basta mantenere mentalità sempre contrarie a tutto e a tutti, andate in Cina a fare i sindacalisti, là l’IMU la pagano!

  3. Scritto da il polemico

    un consigliere del comune di bergamo di un movimento antibelrusca,qualche giorno fa proponeva l’eliminazione di 2 tasse e tenersi l’imu facendo una sua valutazione svarionata sul tema,ma esternando nulla a riguardo dell’ipotetico buco di bilancio,e a molti andava bene,in realtà si è deciso di eliminare l ‘imu e tenersi le altre 2,e tutti a protestare per il buco di bilancio.prima non cera,adesso è dannoso.ma la sinistra che politici e elettori ha?la coerenza non è di casa loro vedo.ridicoli

  4. Scritto da A.Z. Bg

    La cgil preferisce sempre più tasse per la gente.La casa è un diritto(dicevano così lui e gli altri comunisti nelle manifestazioni)ma solo per lui ed i suoi iscritti evidentemente.Certo ormai viaggiamo velocissimi verso un’italia satellite dell’unione sovietica europea,quindi dagli ai “ricchi”,a chi ha la casa,a chi guadagna qualcosa più di altri e via così.Lo sa il sig.Bresaciani che i sindacati sono gli unici in italia che non presentano un bilancio e non pagano tasse,per legge?

  5. Scritto da Luciano Avogadri

    I luoghi comuni più triti di una pseudsinistra che non vuol crescere. Il piagnisteo preventivo, la critica a prescindere, l’invettiva giaculatoriale contro l’avversario. Con questi scimmiottamenti di Grillo non si va lontano, anche perchè l’originale è più fantasioso e più cialtronescamente senza scrupoli: cercare di imitarlo fa solo perdere.

  6. Scritto da La verità fa male

    L’ultima frase dice tutto “il governo subisce i ricatti di un pregiudicato”. Non importa se i proprietari della prima casa, ricchi o poveri, per il 2013 risparmiano qualcosa, non importa se operai o impiegati di Bergamo città che hanno fatto il mutuo possono evitare di pagare 200-300 euro per il 2013. Che paghino, ricchi e poveri, l’importante è evitare di darla vinta “al pregiudicato” P.S. criticano già la service tax prima ancora che sia introdotta e che si sappia quanto costa

    1. Scritto da Nauseata

      Il suo intervento dice tutto “non importa se i proprietari ricchi o poveri”. E’ a lei signor la verità di questa … che non importa che si tolga ai servizi per dare ai ricchi. Io ho risparmiato sifaperdire 200 euro, i suoi venerati ricchi? “Qualcuno” un pò famoso disse che il cervello è come il paracadute, se non lo apri non funziona e non serve, anzi, aggiungo, è dannoso. Amen

    2. Scritto da Kurt Erdam

      Mi sembra che sia a voi che non importa nulla di chi si vede tagliate le pensioni di invalidità e spende decine di euro per farmaci salvavita.L’ICI sui meno abbienti l’aveva già tolta Prodi.Questa operazione è un’operazione mediatica che serve per convincere i citrulli che berluska comanda anche se perde le elezioni(altro che governissimo).L’unico risultato è beneficiare i ricchi possidenti di ville villanzone e castelli (isole e berlusconi e brunetti compresi)

      1. Scritto da La verità fa male

        Per le pensioni di invalidità tagliate, ringrazi i democristiani della Prima Repubblica che con le pensioni fasulle e le pensioni baby hanno sfasciato i conti dell’INPS obbligando Dini e la Fornero a fare riforme stanga pensionati (e ringrazi anche quelli che nel 2007 hanno abolito demagogicamente lo scalone Maroni). Per i farmaci salvavita ringrazi le Regioni sprecone del Sud in bancarotta. Come vede non è solo Berluska la causa di tutti i mali, ma anche quelli che lei votava

        1. Scritto da Kurt Erdam

          La lobotomizzazione che vi accompagna vi impedisce il contatto con la realtà.Lasci stare le regioni del sud.E’ dal 72 che si sentono raccontare scemate sull’autonomia e con le regioni(tutte)la spesa per la sanità è triplicata.Le vacanze dorate di formigoni pagate da daccò erano al nord e le abbiamo pagate noi.Per quanto riguarda maroni non ha mai azzeccata una.Quelli come lei santificano che il progresso(ho contribuito anch’io)abbia beneficiato 4 gatti e se la prendono con le pensioni.

        2. Scritto da Kurt Erdam

          Please finiamola di dire stupidaggini.Per le pensioni di invalidità tagliate adesso prendiamocela coi farabutti che hanno dirottato adesso soldi di altri servizi e diritti acquisiti verso la demagogica e provvisoria abolizione della tassa sulla casa.E’ ora di smetterla di andare a cercare sempre qualcuno che non c’è più.La dissennata promessa elettorale del satrapo richiede spostamento di risorse e si va a prenderle dove la gente non può reagire.

  7. Scritto da nausea

    A parte il luogo comune del “è davvero ora di dire basta” che non si capisce mai come cavolo lo si possa declinare e detto da un segretario generale ha sapore di impotenza.Per il resto sono assolutamente daccordo con lui.Questo provvedimento è una bestialità.Ci si ritorcerà contro.Presente fra l’altro quanto ci hanno risparmiato su i brunetta berlusconi santachè e soci vari con le loro prime case?Tutti soldi tolti alla comunità. Voglio pagarla!

  8. Scritto da poeraITALIA

    perché loro e le altre sigle sindacali PAGAVANO L’IMU???

    1. Scritto da Bresciani

      Il sindacato ha sempre pagato prima l’ici e poi l’imu. Questa leggenda metropolitana per cui il sindacato non pagava ici e poi imu e’ assolutamente falsa!

      1. Scritto da Pino

        E le tasse le pagate, visto che non siete tenuti a tenere bilanci? O è una leggenda metropolitana pure questa

    2. Scritto da Peo

      Sempre dalla parte sbagliata , eh ?

      1. Scritto da nauseata

        Già ed è anche grazie a queste persone che l’Italia è povera. mai nick name fu meglio scelto