BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Imu abolita: bergamaschi divisi ma prevalgono i contrari

Fin da quando la notizia ha cominciato a girare il dibattito si è acceso e in redazione hanno cominciato ad arrivare molti commenti. Nel giro di alcune ore ne sono pervenuti circa una settantina tra il sito del nostro quotidiano e le pagine web di Bergamonews sui social network.

Continua a far discutere l’abolizione della rata di giugno sulla prima casa congelata con un decreto dal consiglio dei ministri fino al 16 settembre. Contestualmente al provvedimento, il governo ha annunciato l’istituzione della “service tax”, una tassa unica sui servizi, che entrerà in vigore dal 2014 e che sarà definita con la legge di stabilità.

Fin da quando la notizia ha cominciato a girare il dibattito si è acceso e, su richiesta di Bergamonews in redazione hanno cominciato ad arrivare molti commenti.

Nel giro di alcune ore ne sono pervenuti circa una settantina tra il sito del nostro quotidiano e le pagine web di Bergamonews sui social network.

I bergamaschi sono divisi: c’è chi è contrario al provvedimento del governo, considerandolo iniquo, e chi è favorevole, sostenendo che, almeno, la famigerata Imposta Municipale Unica, una delle imposte più impopolari, è stata tolta in quanto ingiusta e dannosa. La schermaglia politica è inevitabile: c’è chi rivendica la scelta come un successo del PdL, chi la considera una vittoria di Pirro e chi la ritiene una sconfitta, una decisione demagogica destinata ad aumentare le disuguaglianze. Qualcuno sottolinea la paternità politica del provvedimento da parte del proprio partito, altri ne prendono le distanze, altri affermano che non era una priorità o che non avrà effetti significativi per le famiglie, mentre altri ancora sostengono che chi critica l’abolizione del’Imu lo fa in nome di un pregiudizio di parte.

In molti casi sono nati anche vivaci botta e risposta. Per esempio, un lettore, che si firma “La verità fa male”, scrive: “Sono convinto che quasi tutti quelli che qui sul forum fanno i fenomeni della serie "siamo contrari all’abolizione dell’IMU" lo dicono solo perchè è una legge voluta dal PDL (se la stessa identica cosa l’avesse proposta Bersani avrebbero tessuto le lodi di questa legge). Solo che piuttosto che dare ragione a Berluska anche una sola volta sparano la cavolata "preferivo pagare 100 euro di IMU" quando è ovvio e scontato che uno, se può risparmiare qualcosa, fa festa”. Di parere diverso, invece, un altro lettore, Maximilien, che afferma: “Per i beoti sudditi, tolgono una tassa per metterne due”. Un certo accento polemico emerge da Nino Cortesi, che evidenzia: “Firmerei per pagare il doppio se anche la Chiesa pagasse. Ma siamo in una Italia di…”, in modo abbastanza eloquente e senza lasciare troppo spazio alla fantasia.

Il grande interrogativo è sui reali effetti dell’abolizione della rata del’Imu: comporta veramente un risparmio per gli italiani? E se si, si tratta di una cifra significativa? Luca spiega: “Pago molto di più . Essendo proprietario di alcune seconde case e qualche negozio , solo con la prima rata di giugno , ho già pagato di più rispetto alla prima rata dell’IMU di giugno 2012 , quando era compresa anche la quota della prima casa”. Inoltre, sottolinea: “Tutti parlano di IMU sulla prima casa: nessuno più parla di migliaia di famiglie che hanno gestito con l’usufrutto la prima e unica casa (usufrutto ai genitori) sulla quale una volta non si pagava niente ed ora è conteggiata come seconda casa e come minimo si paga 0,76xmille (a Seriate è aumentata a 0,86xmille equivalente a più di 1000€)!!!!!”. Il commento di Alberto è laconico: “Solito specchietto per le allodole di una tassa che esce dalla finestra e rientrerà con gli interessi dalla porta. Oltre allo scandaloso regalo a palazzinari e immobiliari varie, a cui è stata tolta sugli immobili invenduti: come dire, costruite e cementificate pure a dismisura e senza alcun criterio, gente”.

A prevalere sono scetticismo e sfiducia rispetto all’introduzione della nuova tassa sui servizi che sostituirà l’Imu. Per esempio, Stefano dichiara: “Con la vecchia normativa non pagavo l’imu………. (ho 2 figli a carico) l’anno prossimo pagherò invece una tassa in più chiamata con un altro nome!!!!!!!!! Siamo proprio dei beoti noi italiani, l’imu sarebbe stata la tassa più equa che c’è se fosse stata modulata in base al reddito, quello vero, ma è più semplice inserire una nuova tassa che colpire chi evade realmente, basterebbe togliere il contante in modo che l’unica evasione sia il baratto. Dello stesso avviso anche Indignato che esclama: “Sono allibito, non ho parole. Viene eliminata l’IMU per confermare ai votanti del PDL che hanno mantenuto le promesse. In compenso dal 2014 arriva la "Service Tax" che comprende fra le altre cose IMU, TARES ed altre che i comuni possono plasmare a proprio piacimento. Ma vi rendete conto? Inoltre, a promesse mantenute, adesso chiedono di non votare l’ineleggibilità di Berlusconi. Mi vergogno di essere Italiano”.

Paolo Ghisleni

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marco

    Scusate ma…. non sono un’economista ma secondo me è talmente semplice… A mio avviso, l’IMU si dovrebbe pagare solo in due casi:
    – per abitazioni di lusso
    – quando l’abitazione produce reddito
    Punto.
    La prima casa dove si abita non produce reddito e quindi non è da tassare.
    Le parti in usufrutto (della stessa prima casa) sono considerate seconde case. Follia….
    Eventuali seconde, terze… case sfitte non dovrebbero essere tassate perché non producono reddito.
    E così difficile?

  2. Scritto da yuva

    Come la metti la metti ogni italiano vorrebbe una legge o una tassa fatta su misura…..!! perfettamente d’accordo sul fatto che siamo il paese più tassato d’europa e deteniamo tutti i primati per il non funzionamento di strutture, servizi, fisco etc…etc….
    Ma non tassare la prima casa e tassare la seconda,terza etc.. non è un cattivo compromesso per iniziare a far “qualcosa”, sopratutto se si considerano le centinaia di case sfitte mentre si continua a cementificare inutilmente.

  3. Scritto da roselusa

    Non ho problemi a pagare le tasse, ma questa proprio non mi va giù! Dopo tanta fatica per acquistare un appartamento di “ben” 50mq con mio marito ho deciso di acquistare anche quello sopra il nostro per permettere ai miei figli di 20 e 15 anni di dormire in modo decente e non ammassati in una cameretta minuscola simile a un ripostiglio. Il primo è di proprietà di mio marito, il secondo è intestato a me. PER L’IMU LE CAMERE DA LETTO SONO CONSIDERATE SECONDA CASA!!!

    1. Scritto da Danny

      Non mi pare sia colpa dell’imu !

      1. Scritto da roselusa

        Del buon senso che è mancato a chi ha fatto legge si!!! capisco se nel nucleo famigliare ci sono due abitazioni ubicate in posti diversi, ma ne mio caso, un incaricato del comune può verificare che i due appartamenti sono utilizzati da un’unica famiglia. E attenzione che parlo di una metratura complessiva di 100mq non di una reggia!!!!

  4. Scritto da stefano

    Annulleranno con la prossima legge di stabilità (ds e sx insieme) l’IMU e sarà introdotta la Service Tax a partire dal prossimo anno. Chi crede che questa operazione sia alla fine vantaggiosa anche per il contribuente proprietario solo di prima casa?

  5. Scritto da nino cortesi

    Se la Chiesa paga l’Imu tutti i problemi dell’Italia diventano problemini, noccioline e, per buona imitazione, si mette la parola fine ad ogni evasione. Perché non lo fanno?

    1. Scritto da carolus

      Ti sei dimenticato che sindacati e partiti NON pagano l’IMU e che i sindacati sono i principali datori di lavoro che assumono precari.

      Questo alla faccia delle loro campagne per l’IMU sulla Chiesa.

      1. Scritto da mario Gualeni

        egregio caribus, prima di dire stupidaggini è bene informarsi: i sindacati pagano l’imu come tutti gli altri e se vuoi vieni che ti faccio vedere i versamenti fatti. Inoltre i sindacati per svolgere certi servizi aiutando i cittadini nel rapporto con il fisco, le pensioni, i diritti assumono a contratto a termine per la durata delle campagne legate al 730 ecc. parla meno e informati meglio

        1. Scritto da Arnaldo

          E i loro leaders, fanno carriera politica grazie alle tessere pagate dai lavoratori, finendo per intascare come 20 operai, e lasciando che gli stipendi dei lavoratori (grazie al Parlamento in cui siedono loro ex-sindacalisti) perdano potere d’acquisto, vadano in pensione più tardi, perdano il lavoro, etc, etc, etc… Bravi!!!

    2. Scritto da La verità fa male

      Ho capito bene? se la Chiesa paga l’IMU i fedeli si convertono e si ravvedono e non evadono più le tasse? mi sa che la storia è un po’ più complicata

  6. Scritto da gigi

    basta parlare con i domestici di silvio ! parliamo con lui direttamente

  7. Scritto da Cris

    Come fate a credere hai politici , dove vivete non vedete gli aumenti di questi mesi e che crescita ce se non funziona niente mia moglie ha perso il lavoro le volevano dare 4 € ora all airport di bagnatica sinceramene non vedete che il sogno degli italiani e sparare hai politici! A io prenoto la santache ma a badilate

  8. Scritto da fustigatore77

    non c’è il comitato del no all’abolizione dell’imu?

  9. Scritto da Ernesto

    Non c’è ombra di dubbio sul fatto che Letta è stato costretto a farlo per togliere a berlusconi l’alibi (fasullo) per far cadere il governo. In questo momento storico è una decisione ingiusta e deleteria . Il PDL una volta di più si dovrebbe vergognare nel trattare gli italiani come cretini , il fatto è che purtroppo in parte lo sono.

  10. Scritto da gigi

    parliamci chiaro, la stragrande maggioranza degli italiani con appartamenti diciamo normale, pagavano poco o nulla. Personalmente risparmierò € 300, non mi cambia la vita però…..bisogna dare atto cmq che il padrone del pdl e pidimenoelle che ciò che vuole lo ottiene.