BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fiorentina e Inter corteggiano German Denis Marino: “Non si muove”

A cinque giorni dalla chiusura del calciomercato le due società bussano alla porta nerazzurra per cercare di portarsi via il Tanque, ma il direttore Marino blinda il capitano atalantino, uno dei pochi titolari inamovibili dello scacchiere di Colantuono

Più informazioni su

Fiorentina e Inter corteggiano German Denis, ma l’Atalanta risponde picche. A cinque giorni dalla chiusura del calciomercato le due società bussano alla porta nerazzurra per cercare di portarsi via il Tanque, ma il direttore Marino blinda il suo attaccante numero uno.

La squadra viola, in particolare, è quella più determinata per cercare di assicurasi Denis. Dopo la partenza di Adem Ljajic, approdato alla Roma, i Della Valle avevano individuato nel numero 19 atalantino l’attaccante ideale per sostituire il giovane serbo e dare a Montella un altro granatiere da affiancare a Mario Gomez.

L’Inter, invece, viste le difficoltà per arrivare al grande colpo Samuel Eto’o, avrebbe virato su Denis per soddisfare le richieste di Mazzarri che vorrebbe un’altra punta per completare il suo reparto offensivo. Il Tanque piace molto anche a Massimo Moratti, che già un anno fa aveva provato a portarlo a Milano.

L’Atalanta però ha rifiutato sia la proposta viola che quella interista. “Sicuramente German Denis non si muove da Bergamo. Resterà all’Atalanta”, il commento deciso del direttore generale nerazzurro Pierpaolo Marino sulla vicenda. Risposta più che comprensibile, visto che il Tanque (che compirà 32 anni il prossimo 10 settembre), oltre che capitano, è uno dei pochi titolari inamovibili dello scacchiere di Colantuono. A poche ore dalla chiusura del mercato, del resto, pur con una buona cifra incassata per la sua cessione (il valore è di una decina di milioni di euro) sarebbe molto difficile trovare un sostituto alla sua altezza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Non ha giocato Marilungo domenica scorsa. L’hanno già venduto!?!’

  2. Scritto da Franco

    Se vendono Denis, dopo 53 anni non vado più a vedere l’Atalanta

  3. Scritto da Francis

    Ci manca solo chesi ceda Denis e poi in Serie B ci andiamo diritti. E’ vero che la motivazione è fondamentali ma vista l’Atalanta di domenica scorsa c’è da preoccuparsi e quindi non cedere assolutamente Denis e neppure Ardemagni.

  4. Scritto da gb

    L’unica motivazione che i calciatori conoscono sono i soldi. Se lui vuole lasciatelo andare: Livaja, Ardemagni, De Luca, Marilungo , un paio di giovani dalla primavera e magari uno pescato bene altrove (i ns scout che fanno?) bastano e avanzano.

  5. Scritto da emilio

    se nell’aria ci sono queste voci, con che voglia,grinta o passione per la maglia avrà, e meglio incassare dei bei soldoni palanche in poche parole,ed investirli su dei giovani promettenti, perché per me DENIS non è indispensabile se vuole andare che vada; comunque
    siamo alle solite ol balù non lo mettiamo dentro con o senza DENIS

  6. Scritto da e DENIS come la pensa ?

    E’ motivato se resta a BG ?