BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Zaia alla Bèrghem fest “Kyenge? Gira l’Italia senza proporre nulla”

Serata dedicata ai presidenti di Regione alla Bèrghem fest di Alzano lombardo. Presenti due numeri uno della Lega Nord: Luca Zaia, governatore del Veneto, e Roberto Cota del Piemonte. L’argomento però non cambia: immigrazione. I leghisti non hanno cambiato obbiettivo, anzi, con la nomina del ministro Kyenge la battaglia contro i clandestini si è fatta più dura.

Più informazioni su

Serata dedicata ai presidenti di Regione alla Bèrghem fest di Alzano lombardo. Presenti due numeri uno della Lega Nord: Luca Zaia, governatore del Veneto, e Roberto Cota del Piemonte. L’argomento però non cambia: immigrazione. I leghisti non hanno cambiato obbiettivo, anzi, con la nomina del ministro Kyenge la battaglia contro i clandestini si è fatta più dura. Ogni sera in Valseriana, qualunque ospite salga sul palco, non mancano dichiarazioni contro la titolare dell’Integrazione. “Noi vogliamo parlare di modelli di immigrazione che funzionano, dove c’è integrazione, guarda caso come dove abbiamo governato noi. E infatti gli immigrati si iscrivono alla Lega – spiega Zaia -. Invece di parlare di questi temi la signora Kyenge è stata offesa e l’offesa va condannata senza se e senza ma. Ma la verità è che questo ministro gira l’Italia senza dire nulla. Ha invece l’obbligo di proporre una legge finora non vista: non c’è una politica per l’immigrazione in Italia. Abbiamo perso tempo utile con le offese. La secessione non è più un problema della politica, nel Veneto c’è già perché gli imprenditori vanno via visto che non riescono più a fare impresa. In Italia è impossibile fare impresa. E poi servirebbero controlli uguali a nord e a sud, ma non avviene”.

Roberto Cota invece si focalizza sul destino delle Province, che nessuno dei tanti governi succedutisi negli ultimi anni è riuscito a riformare. “Sono sempre stato disponibile alla riorganizzazione delle Province: in Piemonte eravamo arrivati a proporre di ridurne da 8 a 4. Ma pensare che non ci sia una realtà sovraordinaria rispetto al Comune in una Regione come la mia, con 1.206 comuni e territori come la provincia di Cuneo, vuol dire non conoscere il territorio. È una fregatura”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Valtesse

    Dissero colori i quali hanno votato che Berlusconi era davvero convinto che Karima El Mahroug era nipote di Mubarak ed in cambio cosa hanno ottenuto?

  2. Scritto da La verità fa male

    A cosa serve il Ministero per l’Integrazione? Quali risultati concreti e quali iniziative hanno portato a casa in due anni prima Riccardi e ora la Kyenge, a parte le solite dichiarazioni buoniste? Sono migliorate le condizioni degli extracomunitari in questi due anni in cui esiste il Ministero per l’Integrazione? Bastano queste semplici domande per capire che Zaia (che tra i leghisti è uno dei più moderati) ha pienamente ragione

    1. Scritto da ocirne

      ok, però con lo stesso criterio andrebbero aboliti anche tutti gli altri ministeri…

      1. Scritto da La verità fa male

        Ci sono ministeri (ad esempio quello degli Interni o degli Esteri o della Difesa o quelli economici) indispensabili per la vita quotidiana che ovviamente non possono essere aboliti. Gli altri Ministeri o risolvono i problemi per cui sono nati oppure, se servono alla Kyenge a o al Riccardi di turno per girare l’Italia a rilasciare dichiarazioni non seguite dai fatti, di questi ministeri se ne può fare a meno

        1. Scritto da ocirne

          vogliamo anche parlare dell’utilità e dei risultati del Ministero della Semplificazione (!!) e del Ministero delle Riforme (!!) in una precedente legislatura ?

          1. Scritto da La verità fa male

            Infatti questi due ministeri sono stati aboliti. E poi basta difendere la Kyenge per puro buonismo e perbenismo, se al suo posto ci fosse stato un Calderoli qualsiasi a girare l’Italia con dichiarazioni a vuoto i commenti negativi si sprecherebbero

          2. Scritto da ocirne

            non sono stati “aboliti” da nessuno…ce li siamo trascinati fino a termine legislatura per cinque lunghi anni…con dichiarazioni e sparate a vuoto del soggetto da Lei citato…
            Proprio vero: “la verità fa male”

  3. Scritto da Caillou

    I leghisti sono anni che girano senza proporre nulla…

  4. Scritto da Umberto

    Non hanno più nulla da dire o da proporre, se mai l’hanno avuto, l’unica loro ossessione è la signora ministro Kyenge. Parlano solo di questo….sperano di prendere un pugno di voti cosi….ridicoli

    1. Scritto da Valtesse

      La Kyenge donna istruita e nera per loro è fonte di scandalo.

  5. Scritto da Elpis

    Affermare: “Noi vogliamo parlare di modelli di immigrazione che funzionano, dove c’è integrazione, guarda caso come dove abbiamo governato noi” mi sembra un tantinello pretestuoso. Cosa non è stato fatto da chi si da delle arie inutili per nullafacenza non viene mai affermato. Aria fritta come al solito, da qualunque parte si guardi.