BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Catullo e Venezia, è il giorno della verità Sacbo alla finestra

E’ il giorno della verità per l’aeroporto di Verona. I soci della Catullo, società che gestisce lo scalo, si riuniranno in seduta straordinaria per valutare l’offerta della veneziana Save: 25 milioni per acquisire la quota di minoranza del 35%. Il consiglio di amministrazione ha già dato il suo assenso, ora si attende il responso dei soci.

Più informazioni su

E’ il giorno della verità per l’aeroporto di Verona. I soci della Catullo, società che gestisce lo scalo, si riuniranno in seduta straordinaria per valutare l’offerta della veneziana Save: 25 milioni per acquisire la quota di minoranza del 35%. Il consiglio di amministrazione ha già dato il suo assenso, ora si attende il responso dei soci. Lunedì è arrivato il primo importante “nulla osta”. La Provincia di Trento (azionista di Catullo con il 21,48%) ha infatti dato il via libera all’ingresso della società di gestione degli aeroporti di Venezia e Treviso.

La decisione dei soci veronesi è importante anche per l’economia bergamasca. Sacbo infatti da tempo guarda ad Est con l’obbiettivo di trasferire i cargo a Montichiari. Per raggiungerlo c’è più di una strada: l’ingresso in Catullo mettendo sul piatto milioni di euro come ha fatto Save, un accordo strategico con la società oppure un intervento di largo respira (ma qui entra in ballo anche la politica, con tutto quello che ne consegue) per arrivare a un sistema degli aeroporti del Nord in cui ogni scalo ha una specifica funzione. Sacbo per ora sta alla finestra: osserva con attenzione le mosse dei soci di Catullo, in attesa di studiare la contromossa. Che sarà fondamentale in qualsiasi caso. E’ importante non perdere l’attimo, così come ribadito nei giorni scorsi da nomi di primo piano del panorama economico bergamasco. La società guidata da Miro Radici nei giorni scorsi ha annunciato “che nel prossimo mese di settembre il proprio Consiglio di Amministrazione valuterà i passi necessari al fine di addivenire a un accordo con la società Catullo di Verona, in un’ottica di sviluppo organico delle reciproche attività in grado di portare reciproci vantaggi sul piano operativo e gestionale, nel rispetto dei propri azionisti e dei territori di riferimento”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.