BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bimba nata morta: indagati tre medici per aborto colposo

La Procura della Repubblica di Bergamo ha aperto un'inchiesta sul dramma che si è consumato nel reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale Bolognini di Seriate: una ragazza ucraina in travaglio e sotto monitoraggio avrebbe avvertito di non sentire più il battito della piccola che aveva in grembo. Una volta intervenuti i medici sarebbe stato troppo tardi: la piccola è nata morta.

Venerdì 23 agosto, sala travaglio del reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale Bolognini di Seriate: una partoriente sotto monitoraggio avverte i medici che qualcosa non va. "Non sento più il battito cardiaco della bimba" grida spaventata la ragazza ucraina che abita a Monasterolo del Castello. I medici, impegnati in sala parto, decidono di intervenire con una procedura d’urgenza ma purtroppo non c’è più nulla da fare. La bimba, 3 chili e 800 grammi di peso, è morta. Le condizioni della mamma invece non desterebbero preoccupazioni, ma il padre sconvolto chiede spiegazioni: vuole sapere come sia stato possibile. Anche perchè la giovane donna è stata seguita per mesi dallo stesso ginecologo che opera la Bolognini di Seriate.

La Procura della Repubblica di Bergamo apre un’inchiesta, il pubblico ministero Giancarlo Mancusi dispone il sequestro delle cartelle cliniche e ‘invio degli avvisi di garanzia ai tre indagati: il medico ginecologo e le due ostetriche in servizio in quel momento in sala parto al Bolognini. L’accusa per i tre medici è di aborto colposo. Il pm ha nominato un consulente tecnico dell’Istituto di medicina legale di Pavia per effettuare l’autopsia sul corpo della piccola. L’esame del consulente tecnico sarà determinante per capire se la bimba, a travaglio già avviato, non sia rimasta soffocata e quindi sarebbe morta per asfissia prima di nascere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.