BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Afghanistan: la compagnia del 5° reggimento alpini rientra in Italia fotogallery

Domenica 25 agosto, dopo circa sei mesi di impiego, la 44ª compagnia di ‘Force Protection’ del 5° reggimento alpini di Vipiteno, in provincia di Bolzano, ha terminato il proprio mandato operativo in Afghanistan.

Domenica 25 agosto, dopo circa sei mesi di impiego, la 44ª compagnia di ‘Force Protection’ del 5° reggimento alpini di Vipiteno, in provincia di Bolzano, ha terminato il proprio mandato operativo in Afghanistan.

Comandata dal capitano Massimo Schiozzi, la 44ª compagnia è stata impegnata nell’ambito della Forward Support Base, l’articolazione italo-spagnola che ha il compito di garantire tutte le attività di sicurezza perimetrale e la protezione delle forze dislocate nella base di ‘Camp Arena’, nonché i servizi tecnici di antincendio e meteo e quelli di supporto operativo di Combined Air Terminal Operations (CATO) e di Air Traffic Control (ATC).

In tale contesto, i circa 100 alpini (tra uomini e donne) del reggimento altoatesino sono stati impegnati in delicati turni di pattugliamento di sicurezza e di vigilanza statica dell’installazione militare dove è dislocato il comando del Regional Command West di Herat, il comando multinazionale a guida italiana attualmente su base brigata alpina ‘Julia’ che opera nella regione occidentale dell’Afghanistan, contribuendo ad assicurare la sicurezza dei circa 2500 militari ivi dislocati.

Infine, nel campo della cooperazione civile-militare gli alpini di Vipiteno, grazie alla donazione della signora Sofia Del Curto, una generosa abitante della Valtellina, e per il tramite del Provincial Reconstruction Team di Herat, hanno donato 105 kit di materiale scolastico (comprensivi di zainetti, quaderni, penne, matite, colori e vari altri accessori) ai bambini dell’orfanotrofio di Herat.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gluca

    Grazie per ciò che avete fatto per l’Italia ragazzi! Sinceramente grazie. Siamo orgogliosi di Voi. W L’Italia, W il 5° Reggimento Alpini!

  2. Scritto da Gmazz.

    Quanti soldi sprecati, mentre in Italia ci sono famiglie che soffrono ed han ben più bisogno di aiuto.
    Quando la smettiamo di fare queste false missioni di pace.
    Qui in Italia abbiamo bisogno di “missioni di pace” a tutti i livelli.
    GMazz.

  3. Scritto da Antonio

    Meno male. Ma che cavolo ci sono andati a fare? Per portare la democrazia ahahahahahahahah. Poveri ragazzi, destinati a farsi ammazzare per i soliti speculatori guerrafondai produttori di armi che ci dicono di voler portare la democrazia, ahahahahahah