BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Storia, ritmo e dialoghi Red 2, quando la parodia d’un fumetto è un successo

In sostanza questa parodia fumettistica è un film riuscito che, per gli amanti del genere e i fan di Red prima versione, sarà una dolce riscoperta, senza troppe pretese e con il gusto del sano divertimento.

Titolo: Red 2;

Regia: Dean Parisot;

Genere: Azione;

Durata: 116’;

Attori: Bruce Willis, John Malkovich, MaryLuise Parker, Anthony Hopkins, Helen Mirrer, Catherine Zeta-Jones;

Voto: sei/sette;

Attualmente in visione: San Marco Bergamo, Uci Curno, Il Borgo Romano di L., Ariston Treviglio, Cinestar Cortenuova.

 

C’è che uno vorrebbe stare bello e tranquillo con la sua amata compagna a trascorrere la vita del pensionato felice e coccolato. Ed invece no, i guai insieme ad una serie infinita di scazzottate, spettacolari inseguimenti e scoppiettanti avventure, inseguono l’ex agente a riposo Moses che insieme al compare Marvin (John Malkovich) e alla finta disinteressata Sarah vengono coinvolti nell’intrigo internazionale denominato Notte Fonda.

In sintesi, per quello che si può fare tra una trasferta e l’altra, tra Londra e Parigi, Mosca ed Hong Kong senza perdere di vista New York, la posta in gioco è recuperare un ordigno capace di annientare un’intera città, commissionato nel 1979 dall’Unione Sovietica durante la Guerra Fredda.

A guastare una missione che a dir la verità non è mai sembrata tanto facile, ci sono nell’ordine molto sparso l’agente segreta russa Katya, un cattivo decisamente fuori di zucca interpretato dal mitico Anthony Hopkins ed uno schizofrenico made in Japan.

Qualcuno mi chiede cosa intendo per ritmo quando parlo di Cinema. Questo film è esattamente la spiegazione del concetto di tempo e di sostenibilità dello script, cioè della narrazione. Non ci sono momenti di pausa nei pur lunghi 116 minuti di questo sequel che supera per ironia il primo, e già per questo motivo si può parlare di uno scoop perché difficilmente le riprese di un successo bissano il primo titolo.

Belle e decisamente riuscite le sottolineature in fumetto che scandiscono le ripartenze di un nuovo capitolo della storia così come i titoli di testa e coda che riprendono l’originalità dello spunto iniziale. Red 2 continua a divertire spaziando maggiormente nella commedia e nella traccia più romantica rispetto al lato poliziesco, francamente un po’ tirato per i capelli. Infatti, a condurre per mano tutta la sceneggiatura sono i dialoghi che si interessano della coppia Moses/Sarah sia dal punto di vista sentimentale che psicologico, il tutto con la giusta ed ironica presa in giro richiesta dalla situazione. Decisamente in gran spolvero il settantaseienne Hopkins, capace di imprimere al suo personaggio l’equilibrata ironia, miscelata con sapienza alla cattiveria dimostrata da un essere disposto, per soldi, a radere al suolo Londra. Decisamente simpatico e a tratti esilarante un Malcovich che non ti aspetti ed il pubblico, stranamente numeroso in sala (per fortuna), gradisce e si diverte. In sostanza questa parodia fumettistica è un film riuscito che, per gli amanti del genere e i fan di Red prima versione, sarà una dolce riscoperta, senza troppe pretese e con il gusto del sano divertimento.

Pap

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.