BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Morì salvando terremotati Cittadinanza onoraria al pompiere eroe bergamasco

Morì il 6 aprile 2009, a 51 anni, per un malore mentre si trovava a L’Aquila per prestare soccorso alla popolazione locale colpita dal terremoto: il Comune della città abruzzese conferirà la cittadinanza onoraria a Marco Cavagna, capo squadra di Treviolo

Morì il 6 aprile del 2009, a 51 anni, per un malore improvviso mentre si trovava a L’Aquila per prestare soccorso alla popolazione locale da poco colpita dal terremoto. Il prossimo 27 agosto, durante un Consiglio comunale straordinario, il Comune della città abruzzese conferirà la Cittadinanza onoraria al Corpo dei Vigili del Fuoco e a Marco Cavagna, capo squadra esperto di Treviolo, deceduto durante le prime operazioni di soccorso per i terremotati.

L’evento e’ stato presentato durante una conferenza stampa a Roma, nella sede dell’Associazione Abruzzesi. Presenti l’assessore Alfredo Moroni, vice presidente del Comitato Perdonanza, il Prefetto Carlo Boffi, Vice Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco ed il direttore regionale del Corpo, Ing. Sergio Basti oltre al comandante provinciale, Vincenzo Ciani. “Un atto dovuto quello del conferimento della Cittadinanza Onoraria al Corpo dei Vigili del Fuoco – ha dichiarato Moroni – per tutto l’aiuto prestato alla popolazione aquilana con grandissima professionalità oltre che umanità, nell’immediato dopo terremoto come nel periodo successivo. ‘I nostri angeli’ come li chiamiamo a L’Aquila, uomini instancabili il cui sostegno e’ stato determinante per migliaia di famiglie, per la città intera, anche per quello che ha riguardato, poi, lo sgombero delle macerie; senza il loro aiuto non ce l’avremmo mai fatta.

Un ricordo particolare poi, va a Marco Cavagna, uno dei primi vigili accorsi a L’Aquila che ha sacrificato la sua vita a poche ore dalla scossa distruttrice; la Signora Simonetta, vedova del vigile, sarà con noi, il giorno del Consiglio straordinario insieme al corpo provinciale di Bergamo e regionale della Lombardia, e ritirerà la cittadinanza onoraria alla memoria. Sentimenti di forte gratitudine oltre di che vera amicizia – ha concluso Moroni – ci legheranno per sempre ai Vigili del Fuoco aquilani come di tutta Italia. Ci unisce anche una coincidenza: nel corso di questa Perdonanza, si esibirà, nella serata di chiusura, anche Vince Tempera, autore dell’inno dei Vigili del Fuoco che verrà interpretato il prossimo 27, alle 19, in Piazza Bariscianello, dalla prestigiosa Banda Musicale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco diretta dal Maestro Donato Di Martile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Facci

    Onore a Te, orgoglio del territorio bergamasco e del mestiere che rappresenti.