BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Burnett e Camerin Il duello atteso al trofeo Cpz

Gli organizzatori della terza edizione del Trofeo Cpz non hanno deluso le attese. Avevano annunciato grandi nomi, e sono riusciti a portare a Bagnatica due giocatrici di assoluto prestigio per un torneo da 10mila dollari. Si tratta della 21enne romana di madre polacca Nastassja Burnett e della veneta Maria Elena Camerin, entrambe reduci dalle qualificazioni degli Us Open

Più informazioni su

Gli organizzatori della terza edizione del Trofeo Cpz non hanno deluso le attese. Avevano annunciato grandi nomi, e sono riusciti a portare a Bagnatica due giocatrici di assoluto prestigio per un torneo da 10mila dollari. Si tratta della 21enne romana di madre polacca Nastassja Burnett e della veneta Maria Elena Camerin, entrambe reduci dalle qualificazioni degli Us Open. La prima, numero 149 del mondo e allenata dall’ex ‘pro’ Tathiana Garbin, è l’azzurra più promettente fra quelle che si stanno affacciando ai piani alti del ranking, grazie a un tennis aggressivo e buone qualità fisiche.

Lo scorso anno giocò nel main draw a Flushing Meadows, ma non è da escludere che proprio il torneo bergamasco possa regalarle il salto di qualità che ancora le manca per sfondare il muro delle top 100.

Non ha invece bisogno di presentazioni Maria Elena Camerin, 31enne di Motta di Livenza che nel 2004 raggiunse la quarantunesima posizione del ranking. Tornerà sulla terra bergamasca per tentare il bis dopo il titolo del 2012, con l’obiettivo di aggiudicarsi l’automobile ‘Mini Countryman’ (del valore di circa ventimila euro) in palio per la vincitrice. I nomi di Burnett e Camerin hanno impreziosito notevolmente un elenco di partecipanti già ricco, che vanta anche una terza giocatrice reduce da New York: la tedesca Anne Schaefer.

A seguirla nell’entry list tre italiane: Anastasia Grymalska, Giulia Remondina e Alberta Brianti. Quest’ultima è una vecchia conoscenza del Tennis Bagnatica, dove nel 2003 e nel 2004 vinse due edizioni del torneo Open che per anni ha preceduto l’evento internazionale. Poi, la 33enne parmense è salita di livello sino a vincere un titolo Wta e portarsi sul gradino numero 55 della classifica, ma, ora che ha perso terreno, la sua strada ha nuovamente incrociato quella del torneo diretto da Gianluigi Terzi. C’è curiosità anche per vedere all’opera Petra Uberalova, diciottenne slovacca capace lo scorso anno di laurearsi campionessa europea e arrivare alla posizione numero sei del ranking mondiale juniores.

Poi si è dedicata a tempo pieno al circuito ‘pro’, e nelle ultime settimane ha ottenuto due successi: un biglietto da visita di tutto rispetto, che la pone fra le osservate speciali della vigilia. Le due wild card a disposizione della Federazione Italiana Tennis sono andate invece a Deborah Chiesa (classe 1996) e Verena Hofer, di un anno più giovane. Nelle qualificazioni, che fra domani (a partire dalle 9 del mattino) e domenica promuoveranno otto giocatrici al tabellone principale, spazio invece alle ’97 Francesca Bonometti e Carlotta Giannetta. Con loro anche Laura Gambarini, unica bergamasca ai nastri di partenza.

L’ingresso sarà gratuito per tutta la durata della manifestazione, la finale è prevista per domenica 1 settembre.

 

ENTRY LIST AL 23 AGOSTO

Nastassja Burnett (Ita, 149), Maria Elena Camerin (Ita, 199), Anne Schaefer (Ger, 201), Anastasia Grymalska (Ita, 267), Alberta Brianti (291), Giulia Remondina (Ita, 333), Zuzana Luknarova (Svk, 376), Gioia Barbieri (Ita, 379), Margalita Chakhnashvili (Geo, 435), Petra Uberalova (Svk, 496), Federica Di Sarra (Ita, 511), Carolina Pillot (Ita, 531), Yuliana Lizarazo (Col, 563), Silvia Njiric (Cro, 715), Claudia Giovine (Ita, 777), Beatrice Cedermark (Swe, 786), Chiara Mendo (Ita, 819), Kimberley Zimmermann (Bel, 944), Magdalena Frech (Pol, 1028), Stefania Rubini (Ita, 1040), Deborah Chiesa (Ita, 1189), Verena Hofer (Ita).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.