BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Vieri denuncia il broker e gli chiede tre milioni di euro

L'ex cannoniere di Juve e Inter, che ha vestito anche la maglia dell’Atalanta, aveva affidato la somma al professionista che prometteva forti guadagni. Ma questi non sono mai arrivati e il denaro non è stato restituito. Ora partono la causa civile e la denuncia per truffa. Citata anche la società di consulenza alla quale si era affidato.

Bobo Vieri è protagonista di una nuova causa legale milionaria. Dopo quella indetta contro l’Inter e la Telecom per il presunto dossieraggio nei suoi confronti, l’ex bomber di Juve, Inter e della Nazionale, che nella sua carriera ha vestito anche la maglia dell’Atalanta, ora chiede 3 milioni di euro a un promotore finanziario, Massimiliano Avietti, che reputa infedele, e alla società “Azimut Consulenza per investimenti Sim” a cui ha consegnato la somma perché fosse investita e che non gli è mai stata restituita.

Per questo, ha presentato un atto di citazione al Tribunale civile di Milano mentre la vicenda penale (è stata anche presentata una denuncia per truffa) è stata trasmessa a Roma per competenza. Vieri e suo fratello Massimiliano, a su volta calciatore, avevano cominciato a versare somme al promotore dal 2004 fino al 2005, in quanto il professionista aveva prospettato investimenti da cui avrebbero tratto ingenti guadagni. I profitti, invece, non sono arrivati così come non è mai stata restituita la somma che era stata affidata al broker, nonostante i numerosi solleciti. L’ex bomber, assistito dall’avvocato Danilo Buongiorno, aveva anche provato a ricomporre la vicenda davanti alla Camera di conciliazione di Milano ma né il promotore, né i rappresentanti di Azimut si sono presentati. Da qui l’iniziativa di una causa civile perché, tra l’altro, il reato di cui è accusato il procuratore dovrebbe essere prescritto. La causa penale, infatti, si era arenata a Prato e poi è finita a Roma, ma non c’è tempo per evitare la prescrizione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.