BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rifondazione scuote il Pd: “Primarie per il sindaco, volete farle oppure no?”

“Fateci sapere quando e come volete fare le primarie. Non aspettate troppo”. L’appello di Rifondazione comunista al Partito democratico arriva a mezzanotte, quando sotto il tendone carbonaro della festa in rosso di Torre Boldone sono rimasti solo pochi irriducibili ad assistere al dibattito organizzato sulle prossime amministrative.

Più informazioni su

“Fateci sapere quando e come volete fare le primarie. Non aspettate troppo”. L’appello di Rifondazione comunista al Partito democratico arriva a mezzanotte, quando sotto il tendone carbonaro della festa in rosso di Torre Boldone sono rimasti solo pochi irriducibili ad assistere al dibattito organizzato sulle prossime amministrative. S’è parlato quasi solo di contenuti, dalle politiche sociali al problema casa. Paolo Scanzi, moderatore della serata, piazza l’assist in zona Cesarini: “E’ giusto partire dalle idee, ma il Pd deve anche farci sapere cosa vuole fare, quando organizzerà le primarie. Saranno di coalizione? Anche Rifondazione può partecipare alla discussione? I problemi interni di qualsiasi partito non devono essere messi davanti al bene di Bergamo. Abbiamo governato bene insieme e dobbiamo tornare a farlo. Il Pd tira le fila, deve prendersi gli onori e la responsabilità di cosa vuole fare”.

L’appello viene raccolto da Claudio Arici, candidato alla segreteria provinciale bergamasca insieme Claudia Rocca. La proposta dell’esponente Pd è netta: “Dobbiamo fare lo sforzo di unire e non dividere – spiega -. Non possiamo aspettare la fase congressuale per capire, all’interno del Pd, la persona giusta per fare il sindaco. Le primarie, almeno quelle per scegliere il candidato interno al partito, vanno fatte subito, a settembre, per poi eventualmente organizzare quelle di coalizione. Non è così facile vincere a Bergamo, non perdiamo tempo”.

Marco Brembilla, consigliere comunale del Pd, mette in guardia i suoi dai pericoli derivanti dall’attesa: “Mi spaventa la prospettiva di vanificare il percorso importante fatto a livello locale a causa di dinamiche nazionali – commenta -. Il Pd faccia questo congresso, ma noi dobbiamo concentrarci sulle elezioni amministrative. Corriamo il rischio di fare, ancora una volta, regalìe al centrodestra. Abbiamo già dato”. L’ex sindaco Roberto Bruni, che di elezioni se ne intende, prova a rincuorare gli alleati: “Non dimentichiamo che Ambrosoli in città era nove punti sopra Maroni. Non pecchiamo di pessimismo. E’ difficile tenere separate le questioni nazionali da quelle locali. Magari ci saranno anche le Politiche. Secondo me il percorso deve essere questo: definire il progetto del centrosinistra, definizione della coalizione, scelta del candidato sindaco e per ultimo il programma”. Da parte di Sel, per bocca della segretaria cittadina Clementina Gabanelli, "c’è la disponibilità a discutere del progetto della coalizione"

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlo

    il pd non deve niente a rifondazione comunista, un partito che ,con Bertinotti, a suo tempo fece cadere il governo di prodi , questi sono a caccia di alleanze e poltrone

    1. Scritto da Fabio

      Uffa, ancora ste fandonie, e rendersi conto della realta? Cosa dovrebbero dire i Rifondaroli visto che il PD governa da due governi con il cavaliere (il male assoluto)?
      Il Pd non è proprio in condizioni di fare lo schizinoso.

      1. Scritto da Giuseppe Colleoni

        Vero, condividoil ragionamento e lo affermo da iscritto (sbigottito) al PD.
        L’accusa a Bertinotti (Il famoso cincisbeo rosso) era di fare il gioco di Berlusconi, e allora che gioca sta facendo il PD governandoci assieme?
        Se Letta, Bersani o Renzi me lo spiegassero sarei più contento.

        1. Scritto da Jim

          Provo io a spiegartelo. Premesso che un governo bisogna pur averlo, qual’è l’alternativa ?

          1. Scritto da lavoratore Lucchini

            Non finire come la repubblica delle banane. Ecco l’alternativa.
            E poi, se si tira fuori una scusa (cosi banale poi) per fare digerire tutto ai militonti ( che proprio tonti dimostrano di essere), dimostra solo che chi ha creato il problema (cioè i partiti gemelli PD e PdL) alla fine condividono le stesse ricette e quindi invariabilmente trovano la scusa per stare tutti e due al governo assieme a pesare insieme sulla pancia degli italiani.
            Per quanto mi riguarda addio, non attacca più.

  2. Scritto da nino cortesi

    Piermario Marcolin sarà il nuovo Sindaco di Bergamo. Gli altri che si danno sportellate sono consunti ed appartengono ai partiti che hanno fatto il funerale agli elettori.

    1. Scritto da giovanna

      Marcolin e chi è quello del CAI? E che cosa vuole, più montagne per tutti?

      1. Scritto da nino cortesi

        Sì è lui. Ed è assolutamente il miglior candidato Sindaco in circolazione. E’ 10 anni che non lo sento, chissà cosa ne pensa lui.

        1. Scritto da Domenico Corna

          Capperi nemmeno lo sa che è stato candidato, auguroni…. il mondo è pieno di gente un pò strana.
          Anzi strana tanto.

  3. Scritto da kinder

    Perché no Tussardi Sindaco!? Della serie, chi la fà s l’spetti…

  4. Scritto da Giuseppe

    cosi’ farete la fine dei ciccia nebbia. auguri

  5. Scritto da Sergio Nozza

    La situazione è chiara nel Pd. La Carnevali (che vincerebbe a testa bassa), vorrebbe presentarsi alle Comunali ma è il pezzo forte del PD Nazionale nel collegio Camera Lombardia 2, quindi spera nella caduta del Governo per avere una “scusa” ufficiale per presentarsi alle primarie. Gandi è fuori, basso spessore. La Ghisalberti idem con patate. Bruni vorrebbe tornare (in regione non conta nulla), ma sa che qui oramai ne hanno un brutto ricordo. Quindi se la Carnevali NON si candida, Tentorio!

    1. Scritto da elettore ingenuo

      Se la canta se la suona. Non capisco che serva fare programmi parlare con gli elettori Perdita di tempo E’ già tutto scritto secondo questo autorevole signore Il problema vero secondo me, che sono un’ingenuo, è di eleggere un sindaco che sappia governare la città, dando una prospettiva futura a Bergamo. Eleggere un sindaco che non abbia queste capacità, vedasi Tentorio, persona stimata e brava, è un errore che poi paghiamo noi. I nomi fatti non credo siano in grado di governare Bergamo,

  6. Scritto da MARCO ARLATI

    Per Bergamo servono idee serie , un programma chiaro e liste civiche formate da Cittadini che si vogliono unire per amministrare al meglio la nostra Città. Nel 2013 esiste ancora rifondazione comunista??? Bergamo non ha bisogno di vecchie ideologie, ha bisogno di novità e CAMBIAMENTO! PARLIAMO DI PROGRAMMA e IDEE!!

    1. Scritto da red

      Se fosse venuto al dibattito (ma non c’era) avrebbe ascoltato per più di 2 ore idee e programmi seri e contenuti chiari.Sempre che non pensi che le uniche idee innovative siano solamente quelle della sua lista (per altro quasi tutte scoppiazzate dal centrodestra).PRC ha avuto e ha tutt’ora proposte concrete per amministrare e l’ha già dimostrato nella passata Giunta Bruni. Le ideologie ce l’hanno quelli come lei che solo al nome danno giudizi senza neppure informarsi di ciò che propongono.

    2. Scritto da Alfredo

      Ma esiste Marco Arlati, e chi è costui? E che idee ha, il civismo, una cavolata dietro cui si mascherano alcuni partiti che si vergognano di loro stessi. Bene ha fatto Rifondazione a squotere l’albero dormiente, se Arlati non lo capisce, pazienza faremo senza di lui.

      1. Scritto da MARCO ARLATI

        Cari sig.che non mettete ne nome ne cognome, qui la verità è che il p. comunista, che non esiste praticamente più alla festa ha passato ore ha sparare contro il PD,le grande intese,per poi venire a “imporre” l’alleanza e le primarie aperte.Prima sparate addosso al PDe poi gli chiedete di allearvi.MarcoArlati è il porta voce della LISTA CIVICA BERGAMO CAMBIA che ha un programma chiaro, presentata il 1°dicembre 2012,chi mi conosce sa benissimo le mie idee e per cosa mi batto ogni giorno

        1. Scritto da lotty

          fra alfredo che scrive scuotere con la q e arlati che scrive a sparare con l’h non saprei proprio chi scegliere,,,

        2. Scritto da Indignato orobico

          Urca, “La lista civica bergamo cambia”, ma cosa cambia? Ma cosa rappresenta costui che pontifica sulla esistenza degli altri? Il nulla siderale.
          Cosa centra poi il giudizio sul governo delle larghe intese con la proposta amministrativa per Bergamo? Il signor Arlati ha perso solo l’occasione per tacere.

        3. Scritto da poeraITALIA

          il partito comunista non esiste più ma nemmeno il PD
          cosa significa PD forse partito democratico!!!!
          che ha messo insieme tutta o quasi la EX DC PSI praticamente un pastrocchio dalla BINDI alla FINOCCHIARO ma per cortesia
          il partito comunista era Berlinguer non sicuramente Bertinotti
          ex comunista ex sindacalista morale tutto ex pur di raggiungere la poltrona sono tutti uguali

        4. Scritto da red

          A parte il fatto che se uno parla di se stesso in terza persona come Giulio Cesare siamo già al ridicolo, il Sig. Arlati che film ha visto? Nessuno impone alleanze e primarie aperte:di ciò ne ha sempre parlato solo ed esclusivamente il PD (vedi nell’articolo anche il commento di Arici). Se decidessero di non farle al PRC andrebbe bene lo stesso. L’alleanza si fa sui programmi concreti per la città come dice lei,quindi che centra la questione nazionale? mi sembra “leggermente” confuso!

          1. Scritto da MARCO ARLATI

            Le parole, le idee e i fatti di una persona contano solo se quella persona mette la propria faccia. Il fatto che voi non firmate i vostri commenti con nome e cognome dimostra quanto peso e valore date ai vostri pensieri. Nella mia vita ho sempre messo la faccia per le idee e i principi per cui mi batto ogni giorno e continuerò a farlo. il film che ho visto io e molti altri è semplicemente uno: il p. comunista ha sparato a zero sul PD e poi pretende l’alleanza e le primarie.

          2. Scritto da red

            lei e’ incredibile Sig. Giulio Cesare! quindi o si fa come dice lei oppure nulla! Ah,ah,ah! Peggio di Tentorio! continua a vedere un film inesistente. lei capisce pochino di politica,non si offenda ma e’ cosi. detto questo,in tutti i suoi commenti non e’ stato capace di rispondere nel merito alle questioni,ma solo di autoincensarsi e di continuare a dire che quello che dice lei e’ l’unica verita’! non andra’ molto lontano. comunque auguri.la prossima volta copi meglio il programma della destra!

  7. Scritto da giovanna

    Si ma sul merito dei contenuti cosa hanno detto, alla fine votiamo su questo no? La coalizione viene dopo la definizione degli obiettivi…. o si pensa che il nome del sindaco risolva tutte le questioni?