BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Immigrati indiani Bergamo terza in Lombardia con 11.200 Sikh

Secondo le stime del 12esimo rapporto dell'Osservatorio Regionale per l'integrazione e la multietnicità (2012) a guidare questa graduatoria è Brescia, con 18.650 presenze regolari, a seguire Milano, con 15.900

Bergamo terza provincia lombarda per numero di indiani. Secondo le stime del 12esimo rapporto dell’Osservatorio Regionale per l’integrazione e la multietnicità (2012) a guidare questa classifica è Brescia, con 18.650 presenze regolari, a seguire Milano, con 15.900.

Bergamo è al terzo posto con 11.200 indiani censiti, uomini e donne arrivati in prevalenza dal Punjab, nel nord dell’India, per lo più occupati in agricoltura nelle zone della provincia (specialmente dei laghi e nella Bassa) e per il 90 per cento di religione Sikh. Poco più indietro Mantova, con 11.200 presenze.

Il Sikhismo è la quinta religione mondiale, con oltre 23 milioni di seguaci. Cinque gli elementi che contraddistinguono un sikh: kes (i capelli che per tradizione non vanno mai tagliati), kanga (il pettine), kara (braccialetto di ferro), kachehra (pantaloni corti al ginocchio) e kirpan, la spada, non simbolo di aggressione, ma di difesa della giustizia, della verità e della virtù.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da luciano

    Se tanti indiani lavorano in Italia e a Bergamo, perchè il nostro governo non si dà da fare per i nostri MARO’,,,ripeto con il governo indiano sarebbe ora di esser seri: trattativa, da galantuomini. Basta usare i metodi del governo indiano: 100 lavoratori indiani al mese spediti in India, sino a quando i nostri MARO’ non rientrano in patria.!!! DIGNITA’per favore

    1. Scritto da Josip Broz

      Campione

  2. Scritto da Cris

    Svegliatevi gli stranieri costano meno , e loro x avere un permesso di soggiorno lavorano a prezzi bassi se no senza lavoro diventano clandestini e gli imprenditori ci guadagnano. Svegliatevi un po gente!

  3. Scritto da Beppe

    Non è colpa loro se c’è la crisi e il lavoro manca, io chiederei hai politici, ai banchieri alla finanza …….. Questi hanno causato il dramma sociale e ci fanno odiare tra popoli.

  4. Scritto da poeraITALIA

    SIAMO alle solite destra e sinistra il problema è enorme se si
    pensa che in 45 giorni sono arrivati 9,000 clandestini non si deve
    scherzare quale incidenza avrà sul tessuto sociale creato dai nostri ITALIANI in centinaia d’anni.
    insomma costerà mantenerli prima che trovano un lavoro se lo trovano

  5. Scritto da W V.E.R.D.I.

    Diversi miei conoscenti italiani e disoccupati che pur di lavorare mi han chiesto perché loro a casa loro non hanno un’occupazione mentre la maggior parte di questi che vengono dai confini del mondo hanno un’occupazione… non gli ho risposto perché se no dicono che son razzista ma i miei amici italiani rimangono comunque senza lavoro grazie anche a chi il lavoro gliel’ha portato via

    1. Scritto da Catalano

      Prova a chiederlo ai ricchi agricoltori bergamaschi (noti komunisti ?) o, se preferisci, prova a chiederlo a Lega e Pdl che in quasi 10 anni di governo hanno più o meno triplicato l’immigrazione. Magari ti sanno rispondere.

      1. Scritto da W V.E.R.D.I.

        Infatti il reato di clandestinità l’ha messo il PD e lo vuole togliere il PDL.. ma che stai a di? A parte il fatto che son 30 anni che pseudo destra e pseudo sinistra ci prendono in giro con una finta guerra, ma seguendo il tuo discorso, che senso ha continuare a farli entrare quando si sa benissimo che nel migliore dei casi vengono ridotti in schiavitù. Per me é più razzismo chi fa così che chi non li vuole in italia

        1. Scritto da Luca

          Di ai tuoi conoscenti italiani di rivolgersi alle cascine dove ha trovato lavoro la maggior parte di questi indiani; vedrai che i datori di lavoro saranno certamente contenti di vedere, finalmente, un italiano che ha voglia di lavorare nei campi. Dai, su, “W V.E.R.D.I.” non dire fesserie. Per favore.